• Mondo Fuori

  • 25 Aprile 2021- Festa della Liberazione dal nazifascismo

  • I viaggi della speranza e della disperazione.

    Viaggi nell'abisso. Samia: “Il Viaggio è una cosa che tutti noi abbiamo in testa fin da quando siamo nati. Ognuno ha amici e parenti che l’hanno fatto, oppure che a loro volta conoscono qualcuno che l’ha fatto. È una creatura mitologica che può portare alla salvezza o alla morte con la stessa facilità. Nessuno sa quanto può durare. Se si è fortunati due mesi. Se si è sfortunati anche un anno o due…”p.122 -Non dirmi che hai paura-G.Catozzella

  • Con Amnesty International contro la pena di morte

  • Verità per Giulio Regeni-“La tua verità? No, la Verità, e vieni con me a cercarla. La tua, tientela.” A.Machado y Ruiz (Poeta Spagnolo 1875-1939)

  • Io sto con Emercency

    Guerre, Epidemie, Vite umane falcidiate... Per nostra fortuna c'è Emercency.

  • LIBERA-100 passi e oltre verso…

    21 Marzo a Padova XXIV giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

  • 23 Aprile-Giornata Mondiale del Libro

  • Amo l’Europa

  • 22 Marzo Giornata Internazionale dell’ACQUA-un diritto per tutti!

    con Bertoli e Ligabue, nel vento che soffia e l'acqua che scorre...

  • 21 Marzo-World Poetry Day. Arriva Primavera, in versi…

    Il verso è tutto. G.D'Annunzio, Il Piacere, II,1

  • 15 Marzo Climate Strike. Gli studenti del mondo manifestano per clima e ambiente

    Fridays for Future- giovani alla riscossa- Appello disperato agli "adulti" Agite subito per questa nostra Terra! “Our house is on fire, I am here to say our house is on fire."

  • 8 Marzo 2021-Donne e uomini insieme con determinazione e speranza

  • 1° Maggio 2020-Coraggio!

    R.Guttuso-Portella delle Ginestre

  • 10 Maggio 2020-Festa della Mamma

    dalla vita di una grande mamma...

  • 5 Ottobre 2020-Giornata UNESCO dedicata agli Isegnanti

  • 23 Maggio-19 Luglio -Luci che non si spengono…

  • 2 Giugno 2020-Festa della Repubblica Italiana

    Ossimori festosi: ferita, disorientata, fragile, eppure resiliente, meravigliosa e forte. La nostra Repubblica.

  • 3 Ottobre 2013-3 Ottobre 2020 Ricordare, accogliere, progettare il futuro

    more

    Il 3 ottobre è diventato giornata della memoria e dell'accoglienza, una data in cui si ricordano le vittime del naufragio di Lampedusa e tutti i migranti che hanno perso la vita nel tentativo di arrivare in Italia, la porta dell'Europa.

  • 20 Novembre2020- Giornata Internazionale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza

  • 25 Novembre 2020-Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne

  • 10 Dicembre 1948 Dichiarazione Universale dei Diritti Umani

    Restare umani è un diritto-dovere. Dopo 70 anni, a che punto siamo?

  • 27 Gennaio-Giornata della Memoria per continuare a ricordare, andando avanti

  • Disclaimer

    I contenuti del blog sono un’esclusiva di Affascinailtuocuore.  È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma, senza  autorizzazione dell’autrice.

    Contenuti di altri autori sono debitamente individuati con tutti i riferimenti necessari.

A. Desai-CHIARA LUCE DEL GIORNO. Affetti in chiaroscuro

Chiara luce del giorno

traduzione di Anna Nadotti

Un Romanzo di passione e  di storia.

 In una decrepita, grande casa della vecchia Delhi, si ritrovano, a distanza di anni, due sorelle non più giovani, Bim e Tara. La prima, nubile, è rimasta a vivere nella casa di famiglia mentre la seconda ha sposato un diplomatico e vive da anni negli Stati Uniti. La casa e il giardino sono lo spazio concluso entro il quale si svolge tutta la vicenda. Nella veranda dove oggi conversano le protagoniste, si muovono e conversano gli altri membri della famiglia, coloro che, ora animandola, ora frustrandola, hanno segnato l’infanzia delle due donne. Sullo sfondo che permea tutta la storia familiare, l’India subito dopo l’indipendenza, il dramma della Partizione e dei profughi, i massacri di Musulmani e Hindu, il giorno dell’assassinio di Gandhi. [1]

 Affetti in chiaroscuro

 Dopo un’immagine di morte Bim…aprì gli occhi controvoglia e si guardò intorno quasi impaurita. Ma la stanza era scura, indistinta, ombreggiata dalla tapparella di bambù sulla porta, dalle stuoie di vimini inumidite alle finestre, dai tendaggi logori e le pareti scrostate, e in quell’ombra comprese quanto amava  Baba, quanto amava Raja e Tara e tutti quelli che avevano vissuto in quella casa con lei”

 Non poteva esistere amore più grande, più profondo  e intenso. Nessun altro amore risaliva a un tempo così lontano e aveva avuto altrettanto tempo per crescere e raffozzarsi. Erano realmente tutti parte di lei, inseparabili, fatta di lei come lei era fatta di loro, così che la  collera o la delusone  che sentiva in loro altro non era che la collera o la delusione che nutriva verso se stessa.

Sentiva la loro sofferenza, quale che fosse. Ciò che sminuiva loro, sminuiva lei. Ciò che li minacciava, minacciava anche lei. E non c’era nessuno sulla terra che lei desiderasse perdonare o difendere con altrettanta determinazione e altrettanto istintivamente…..

 Sebbene fosse ormai buio, Bim vedeva come alla chiara luce del giorno che i soli sentimenti che provava per loro  erano affetto e desiderio, e se c’erano ferite, i tagli e le lacerazioni che sentiva sanguinare nel fianco, era solo per l’inadeguatezza del suo amore che non li avvolgeva abbastanza, era un amore imperfetto e incerto e non si estendeva a tutti nello stesso modo…”

Anita DesaiE’ qui che ho sentito la profondità universale di questo libro. E l’ho sentita perché vivo ed ho vissuto la sofferenza di Bim, perché come lei e Tara mi sembra di essere alla ricerca continua di una soluzione affettiva ai problemi, ai legami. Può  solo l’affetto, nei suoi vari gradi, nelle sue imperfezioni, risolvere i conflitti familiari? A sentire Bim, sembra possibile.

 E poi la conclusione, l’illuminazione da The Dry Salvages di T S Eliot [2]

“Il tempo che distrugge è il tempo che conserva-  Il significato del verso sembrò cadere dal cielo buio e adattarsi a lei come un mantello, o due grandi ali piumate. Bim si cullò in quel calore, in quella consolazione.”

TSEliot

Conserviamo ciò che c’è da conservare dopo che il tempo ha fatto il suo mestiere di distruttore di ciò che non va salvato e dopo che ciascuno di noi è cambiato un po’. Grazie Elena di aver aperto questa luminosa finestra sulla “Chiara luce del giorno”.



[1]http://www.anobii.com/books/01fd87b1b74d4b0571/, Ultima visita  27 Settembre 2010

[2] T.S. Eliot, The Dry Salvages Four Quartets/3, 1941

 

Una Risposta

  1. […] il romanzo Chiara Luce del Giorno, con il quale ho cominciato a conoscere Anita Desai, approdo a tre  novelle che confermano la sua […]

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: