• Mondo Fuori

  • 19 Luglio -Luci che non si spengono

  • Giornata Mondiale del Rifugiato 2019- Viaggi e Diritti, in tempo di pace e di guerra

    Viaggi nell'abisso. Samia: “Il Viaggio è una cosa che tutti noi abbiamo in testa fin da quando siamo nati. Ognuno ha amici e parenti che l’hanno fatto, oppure che a loro volta conoscono qualcuno che l’ha fatto. È una creatura mitologica che può portare alla salvezza o alla morte con la stessa facilità. Nessuno sa quanto può durare. Se si è fortunati due mesi. Se si è sfortunati anche un anno o due…”p.122 -Non dirmi che hai paura-G.Catozzella

  • Verità per Giulio Regeni-“La tua verità? No, la Verità, e vieni con me a cercarla. La tua, tientela.” A.Machado y Ruiz (Poeta Spagnolo 1875-1939)

  • LIBERA-100 passi e oltre verso…

    21 Marzo a Padova XXIV giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

  • Con Amnesty International contro la pena di morte

  • Io sto con Emercency

    sempre più guerre, sempre più vittime, Per fortuna che c'è Emercency.

  • 2 Giugno 2019-Festa della Repubblica Italiana

  • Amo l’Europa e il 26 Maggio VOTO.

  • 1° Maggio, su coraggio! Io ti amo…

    Alto e basso.Guttuso e Tozzi. Tempo di contaminazioni...

  • 12 Maggio 2019- Festa della Mamma. Se apri il link trovi una storia

  • 23 Aprile-Giornata Mondiale del Libro

  • Marzo-Diritti delle Donne. Una lotta continua…

    Il racconto dell'ancella di M.Atwood-Giochi di potere sul corpo delle donne

    Per il ritiro del DDL Pillon e la riaffermazione della libertà di scelta degli "Italiani", uomini e donne liberi. Margaret Atwood-Il Racconto dell'Ancella: " In un’America reduce da una catastrofe ecologica, che ha falciato gran parte della popolazione e messo in forse la stessa sopravvivenza della specie, un gruppo di fanatici religiosi ha fondato uno stato totalitario, Galaad, riducendo in completa schiavitù le donne. I rapporti umani, sociali, culturali sono stati aboliti: unico supremo fine è la procreazione. Attraverso il diario segreto della giovane “ancella” Difred, si delinea l’inquietante profilo di un mondo futuro ma non troppo, già presente in embrione nella società degli anni Ottanta...apri il link all'immagine per continuare

  • 25 Aprile 2019- Festa della Liberazione dal nazifascismo

    La Storia che mi piace...Fiori di Aprile nel giardino d'Italia liberato

  • 22 Marzo Giornata Internazionale dell’ACQUA-un diritto per tutti!

    con Bertoli e Ligabue, nel vento che soffia e l'acqua che scorre...

  • Scamardistudio-Siviglia. Retratos Y Amor Propio: storie di creatività fotosociale

    locandina

    A Siviglia aprono la mostra collettiva Ciclonicas, Le FARFALLE SACRE di Stefania Scamardi

  • 21 Marzo-World Poetry Day. Arriva Primavera, in versi…

    Il verso è tutto. G.D'Annunzio, Il Piacere, II,1

  • 15 Marzo Climate Strike. Gli studenti del mondo manifestano per clima e ambiente

    Fridays for Future- giovani alla riscossa- Appello disperato agli "adulti" Agite subito per questa nostra Terra! “Our house is on fire, I am here to say our house is on fire."

  • 27 Gennaio-Giornata della Memoria per continuare a ricordare, andando avanti

    “Despite everything, life is full of beauty and meaning.” ― Etti Hillesum, Lettres De Westerbork

  • 8 Marzo 2018-Donne insieme con determinazione e speranza

  • 10 Dicembre 1948 Dichiarazione Universale dei Diritti Umani

    Restare umani è un diritto-dovere. Dopo 70 anni, a che punto siamo?

  • 3 Ottobre a Lampedusa-Memoria e Rifugiati… Refugee Blues (1939), by W.H.Auden

    Poniamo che in questa città vi siano dieci milioni di anime, V’è chi abita in palazzi, v’è chi abita in tuguri: Ma per noi non c’è posto, mia cara, ma per noi non c’è posto...

  • 20 Novembre2017- Giornata Internazionale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza

  • Liberi Lettori di Libri: Maria Luisa

    Spazio dedicato a chi vuole condividere le proprie letture con Affascinailtuocuore e con voi tutti. nuova recensione di Maria Luisa! Clicca sul triangolo per saperne di più.

  • UN GIORNO, TUTTO QUESTO-Salone Internazionale del Libro di Torino 2018

    Un giorno tutto questo...Torino 10-14 Maggio 2018

  • Sabato 24 e Domenica 25 Marzo tornano le Giornate FAI di Primavera!

  • Follow Affascinailtuocuore on WordPress.com
  • vi aspetto qui

  • Tag

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

  • copyright foto

    La maggior parte delle foto inserite negli articoli provengono dalla Rete e sono pertanto da considerarsi di dominio pubblico. Tuttavia, gli autori o i soggetti coinvolti, possono in ogni momento chiederne la rimozione, scrivendo al seguente indirizzo di posta elettronica: affascinailtuocuore@gmail.com

Home

L’Agenda Rossa, sulla scrivania alla sua destra

 

agenda Borsellino

Palermo 19 Luglio 1992- le stragi mafiose e misteriose continuano. Ora tocca a lui, Paolo Borsellino

 

 


Orizzonti

Onde Marocchine

Scamardistudio

sscamardi_onde-marocchine.jpg

Scamardistudio-Onde Marocchine-2013

 


Recensione di Luglio 3- –BELLA MIA. A L’Aquila con Caterina, Marco e nonna per riprendersi la vita dopo il grande sisma.

 

bella mia al mareBella mia di Donatella Di Pietrantonio mi ha riportato ancora una volta tra le pietre, le chiese, gli ambienti universitari, le case degli amici e di mia sorella, che oggi o non ci sono più o sono così profondamente ferite da richiedere una lunga ed estenuante cura, non solo materiale. Ed è proprio di un percorso di cura che parla questo libro. Un percorso lungo, sofferto che non si sa quando vedrà la fine, nonostante la città e la sua gente stiano recuperando la loro fisionomia, molto lentamente, ma con tenacia.

Caterina e Olivia sono due gemelle separate definitivamente dalla furia incontrollabile del terremoto del 9 Aprile 2009. Muore Olivia, mamma di Marco e gemella dominante. Caterina, la sopravvissuta ha…read more

 


Recensione di Luglio 2- OSCAR E LA DAMA IN ROSA. Corrispondenza, vita, amori e morte di un angelo nel  romanzo di  Schmitt

Un attimo di pausa, ma solo un attimo, perché voglio fare qualche riflessione a caldo. Sono  in spiaggia, attraverso le onde che lambiscono il bagnasciuga, il mare fa sentire la sua voce fresca e rigenerante. Immediatamente associo a questo effetto benefico quello generato da Oscar e la dama in rosa. La storia con i suoi personaggi  è come un’ondata di freschezza, una pausa dagli affanni, nonostante il suo contenuto decisamente  “duro”...read more

 

 

 


Recensione di Luglio 1  AGATHA E LE ALTRE-Piccola Antologia delle Signore in Giallo. Un “supplemento redazionale” ricco di suspense

 

…Scende dal mio vecchio scaffale. Il piccolo volume giallo, edito da Marie Claire-Voci di Donne. Deve essere uno dei libri delle zie di Stefano, un  “supplemento redazionale” al numero 8 dell’Agosto 1991, che è venuto ad allietare qualche ora di questa estate bizzarra con i suoi otto racconti di altrettante Signore in Giallo, prima fra tutte, tanto da campeggiare nel  titolo, la magnifica Agatha Christie…read more   

 

 

 


Recensione di Giugno- Se IL MARE NON BAGNA NAPOLI…Un incontro con Anna Maria Ortese a lungo desiderato.

 

media-il mare non bagna napoli -Ortese

 

Avevo un gran desiderio di cominciare a conoscere Ortese e il suo rapporto conflittuale con Napoli. Ho deciso di iniziare da Il mare non bagna Napoli (Gli Adelphi 1953), perché folgorata dal titolo. Ho provato ad immaginarne il significato, e subito mi sono chiesta…read more

 

 

 


Giugno in TV con Vera Stanhope e George Gently, due ispettori di polizia in armonia con una ambientazione vintage, in Northumberland

George Gently

La nostalgia del Northumberland con il suo aspetto rude, aspro, romantico e drammatico, mi ha portato a vivere la mia “siesta” di questi ultimi tempi con due ispettori molto particolari, Vera Stanhope e L’ispettore George Gently.

Non tanto per le loro storie gialle, che hanno le stesse caratteristiche di tante altre, ma per i personaggi che popolano un territorio che mi porto nell’anima: Durham, Newcastle upon Tyne, Consett, Ebchester, Lindisfarne-Holy Island, doni di un tempo passato e affascinante…read more


 

Recensione di Maggio- L’AMANTE GIAPPONESE di Isabel Allende, tanta roba da digerire…

amante giapponese

L’amante Giapponese ruota intorno alla travolgente storia d’amore tra Alma Mendel, nipote sottratta allo sterminio degli Ebrei polacchi dai Belasco d’America, e il giardiniere giapponese Ichimei della famiglia Fukuda, dipendente dei Belasco. La vicenda spazia dalla Polonia della Seconda guerra mondiale alla San Francisco dei nostri giorni, tra inciampi di ogni genere. Cara Michela, durante la lettura de L’amante Giapponese mi sono spesso chiesta cosa…read more

 

 


Recensione di Aprile P. Roth-PORTNOY’S COMPLAINTS o della lotta perenne tra forti impulsi etico-altruistici e desideri sessuali estremi, spesso perversi…

Superata la terrificante fase adolescenziale e quella universitaria di scoperta dell’autonomia, Alex si trasferisce a New York dove lavora in un ufficio governativo contro le discriminazioni (ironia della sorte), e qui ne vede di tutti i colori. Continua a combattere contro le sue ossessioni, ma se non altro vive la sua vita sessuale in modo abbastanza normale. Sposarsi? Mai! Ama viaggiare, conoscere donne e fare sesso. Ma il viaggio in Grecia e a Roma con Monkey, oggetto di ogni desiderio e sua attuale “pseudo fidanzata”, gli crea problemi di vario tipo…read more


Recensione di Marzo- Nel DOTTOR ZIVAGO di Boris Pasternak è la Rivoluzione Russa che batte il tempo dei sentimenti.

zivagoUn romanzo intenso quello di Pasternak, che parla di storia, ma non è un romanzo storico; parla di rivoluzione, ma non è un pamphlet rivoluzionario; parla d’amore, ma non è un romanzo sentimentale; vive di poesia, ma non è un poema; indaga la natura, ma non è un manuale di scienza. Allora cos’è? Cosa lascia al lettore? È…read more


Un magnifico weekend al cinema: GREEN BOOK e LA FAVORITA

la-favorita-curiosita-sul-film-e-video-interviste-in-italiano-a-cast-e-regista-2Un magnifico weekend al cinema con GREEN BOOK e LA FAVORITA, ottimo food for thought. E arrivano anche gli Oscar! Il rovesciamento del punti di vista domina in entrambi i film, e l’effetto è straordinario. read more

 

 


Recensione di Febbraio-Parliamo di scuola e di I BAMBINI CI GUARDANO con Christian Raimo e Franco Lorenzoni.

81cf1354-35e5-11e9-8120-600d00fde6d4_lorenzoni-U112021148638940IE-U112021945139986wB-113x162@LaStampa-NAZIONALE Non c’è niente di buffo in un bambino che spiega Aristotele. Così esordisce Raimo (La Stampa) nel suo articolo-recensione del “diario” I bambini ci guardano, del Maestro Franco Lorenzoni.

Franco Lorenzoni è uno degli spiriti guida del Movimento di Cooperazione Educativa di Messina dove, negli anni 80, con Giovanna, Lillina, Santino e tanti altri insegnanti, ci ritrovavamo per discutere, esplorare, condividere percorsi umani e pedagogici, con il comune obiettivo di dare al nostro lavoro una forma tale che i nostri allievi potessero esprimere tutte le loro potenzialità di esseri umani e di cittadini consapevoli e assetati di conoscenza. Ho un ricordo bellissimo di…read more


Recensione di Gennaio 5 LA CASA IN MEZZO AL PRATO. Vivere la montagna, tra poesia e tragedia ambientale, con Maria Luisa Daniele Toffanin

Bastano poche parole per descrivere le poesie raccolte in La casa in mezzo al prato-in Boscoverde di Rocca Pietore di Maria Luisa Daniele Toffanin. Poche parole sì, perché sono i versi-gocce a trasudare le forti emozioni della poetessa di fronte allo spettacolo della montagna Dolomitica, con i suoi prati, sassi, fiori e odori, immersi in una natura nutrice dei fecondi rapporti familiari e amicali di Maria Luisa.

E bastano poche, semplici parole per descrivere la reazione del lettore, che non può sfuggire all’emozione che questi frammenti di…read more


Recensione di Gennaio 4- APPUNTI DI MARE di M.L.Daniele Toffanin-Abbracci di Sicilia fino a Lampedusa. In versi.

Le ho sentite mie le sue gocce di umanità condivisa nel lungo viaggio verso la consapevolezza e l’accettazione della nostra natura umana, così limitata da confini corporei a rischio, eppure così immensa nella sua ricchezza di potenzialità.

I versi di Toffanin sono pura musica della natura, sapienti nella loro struttura tecnica eppure liberi e svolazzanti tra colori e movimenti naturali e avvolgenti. Cielo, mare, volo di uccelli, tramonti e albe, in successione, uomini e pesci, storie, favole. Richiami al Dio in cui credi, o a quello a cui aspiri, e sogni di trovare dentro di te.

E sono musica di parola anche i frammenti…read more


Recensione di Gennaio 3 – Dall’ AUTOBIOGRAFIA al Dottor Živago. Un grande si racconta.

Nonostante non ami molto le autobiografie, mi piace leggere Pasternak che racconta la sua vita, i suoi momenti felici, quelli esaltanti, quelli deludenti, le piccole grandi scoperte artistiche ed esistenziali. Forse perché penso che possa aiutarmi a cogliere in modo più profondo ed efficace il cuore del suo Romanzo.

Di questo “saggio di biografia” mi colpiscono le due Conclusioni. Perché due? esiste un prima e un dopo qualcosa? dopo la Rivoluzione, dopo quel romanzo su cui aveva puntato tanto? Dopo le censure? read more


Recensione di Gennaio 2 – ROMA. Una storia, cento storie, grandi donne, piccoli uomini nel bellissimo film di Alfonso Cuarón.

L’ho amato dalla prima scena. Lo trovo di una bellezza “stellare” che illumina la storia, le attrici, i colori, l’ambientazione, la forte carica sociale a fatica tenuta sullo sfondo, il ritratto struggente di relazioni amorose profonde e dolorose, la comunicazione nelle lingue del cuore: Spagnolo e Mixteco.

La storia è molto intima: racconta la vita di una bella famiglia borghese del quartiere Roma di Città del Messico agli inizi degli anni 70: quattro figli, mamma e papà, nonna. Con loro vivono due cameriere, Cleo e Adela. Il papà Antonio, come spesso fanno gli uomini, ad un certo punto “sente il peso eccessivo della famiglia” e se la da a gambe con l’ altra donna più “fresca”. La madre sembra una trottola pronta per impazzire, e lo farà al momento dell’abbandono definitivo. La nonna si da un gran da fare per seguire i nipotini e placare le ansie della figlia…read more


Ultima Recensione del 2018 e prima del 2019- J. Lahiri-DOVE MI TROVO, ovunque da nessuna parte, con me stessa.

dove mi trovoLa storia della protagonista è un viaggio nella realtà che la accoglie e la respinge, allo stesso tempo; nelle emozioni che questa le suscita; nei ricordi che evoca. È una lettura piacevole e partecipata, che riesce ad aiutare anche chi legge, presumibilmente una donna della stessa età della scrittrice, che sta percorrendo il suo stesso cammino.

Si, siamo in viaggio con Jhumpa verso un’ ulteriore meta, un ulteriore luogo, un nuovo cambiamento che coincide, casualmente, con l’inizio di un nuovo anno…read more


Recensione di Dicembre 4- Chi è veramente Gibran? Nelle LETTERE D’AMORE DEL PROFETA Coelho trova la risposta.

Mi piace la mia casa. È piena di piccoli tesori nei quali inciampo inconsapevolmente. E mi stupiscono sempre, perché spuntano da angoli nascosti, per parlarmi di momenti della mia vita dimenticati, o rimossi. Tra i piccoli tesori ritrovati ci sono i libri.

Quello che ha appena finito di affascinarmi è Lettere d’amore del Profeta, a cura di Paolo Coelho. Piccolo, agile, blu e bianco di nuvole in movimento come anime, allieta il mio Natale.

Anche l’edizione mi cattura, asSaggi Bompiani. Mi piace molto l’idea degli assaggi…read more


Recensione di Dicembre3 – Ancora con Ceronetti e la sua CARA INCERTEZZA… Cuori di Tenebra pulsano incontrollabili.

cara incertezzaHo letto della morte di Ceronetti, di cui avevo sentito parlare, ma di cui ignoravo tutto. A distanza di qualche mese, una mia amica mi invita ad un incontro di amanti della poesia, che stanno appunto riflettendo sul lavoro di Ceronetti. La curiosità mi spinge a partecipare. Voglio sapere qualcosa di più su questo spirito inquieto del nostro tempo,

L’incontro avviene nella stanza della musica dell’ Abbazia di Praglia, in un’atmosfera di per sé molto evocativa. Ascolto aneddoti curiosi sulla vita di Ceronetti, analisi profonde di alcune sue opere, commenti originali sulla sua vita e sul suo comportamento, insomma scopro qualcosa dell’uomo- poeta- intellettuale.

Continuo ad investigare. Scopro le affinità che lo legano a William Blake. Ne parla in uno dei capitoli di Cara Incertezza. Decido allora di leggere l’intera raccolta. Partire da ciò che mi ha sempre affascinato, mi aiuta a capire meglio l’autore…read more


Recensione di Dicembre2- G. Ceronetti- LA TIGRE da Cara Incertezza. Intorno a William Blake sferragliano oleati ingranaggi letterari.

la tigre di BlakeWilliam Blake è un poeta molto amato. Anche dagli studenti liceali che ne sentivano la forza vibrante di energia e profezia quando lo leggevamo insieme, o lo ascoltavamo nelle parole e nelle note di cantanti e attori. La Tigre ruggisce tra le pareti scolastiche. Il suo fascino si esalta per contrasto: bene-male, luce-tenebra, gioia-dolore, cielo-inferno, acqua-fuoco, innocenza-esperienza”. E anche il ritmo è doppio: cantato-parlato…read more


Recensione di Dicembre 1- SISTER CARRIE– Sogni, paure, successi e fallimenti di una giovane donna Americana tra 800 e 900 nel romanzo di Theodore Dreiser

carrie edizione òlettaIl titolo del romanzo ha una sua storia. Per l’editore Sister Carrie avrebbe dovuto essere The Flesh and Spirit, per conferire al libro una veste di accettabilità “morale”, considerato che la storia suscitò grande indignazione nei benpensanti dell’epoca.

Ma l’operazione non riesce. Dreiser insiste per il titolo da lui scelto. La parola “sorella” potrebbe indurre qualche lettore a pensare che sia la storia di una suora, ma si scoprirà subito il vero significato del termine: in famiglia Carrie veniva affettuosamente chiamata così. Il termine ritorna in una differente accezione quando Carrie accetta l’aiuto di Drouet a Chicago, a voi individuarla…

È stata davvero una bella sfida arrivare alla fine di un romanzo così lungo e ricco di suggestioni, fino alla sorprendente conclusione… read more


Recensione di Novembre- Un bellissimo Novembre alla mostra con Stefania-LIGABUE L’UOMO, IL PITTORE.

Antonio selfprortraitDopo gli Impressionisti della collezione Ordrupgaard, Padova mi stupisce ancora una volta con Ligabue. Mia figlia Stefania è in Italia per una sua mostra fotografica in Sicilia e ovviamente, da Palermo, decide di fare un salto su, su al Nord per stare qualche giorno con noi. Decidiamo insieme di incontrare il mitico Ligabue, in mostra ai Musei Civici agli Eremitani. Sono davvero curiosa di immergermi nel colore, nell’energia e nella follia creativa di questo artista…read more


Recensione di Novembre- Il BALLO di Irène Némirovsky accende gli animi.

.il ballo (2)Il Ballo di Irène Némirovsky mi aspettava da tempo, da quando Suite Francese mi ha folgorato con la sua bellezza. All’uscita dalla mostra della Collezione Ordrupgaard su Gaugin e l’Impressionismo, faccio un salto da Feltrinelli, è lì a due passi da Palazzo Zabarella. Durante il solito giro esplorativo getto lo sguardo su questo o su quel libro, ne tocco alcuni, sbircio tra le pagine. Mi guardano ansiosi e sembrano dirmi: “prendimi con te, ti farò felice…” All’improvviso, una romantica copertina rosa antico occhieggia maliziosa tra le altre: “Ehi, è arrivato il mio turno, finalmente!” È Irène che mi invita al Ballo! Ed io accetto lusingata…read more


Recensione di Ottobre 2- Storia di Clara Driscoll e Compagne tra lavoro, arte, politica e sentimenti in UNA RAGAZZA DA TIFFANY di Susan Vreeland

Una ragazza da TiffanyMichela, giovane professionista Padovana, è un’ appassionata lettrice di romanzi storici, specialmente quelli con donne protagoniste. La conosco da tanti anni, ma solo recentemente ho scoperto questa sua passione. In uno dei nostri ultimi incontri mi ha parlato di Una ragazza da Tiffany di Susan Vreeland e di quanto sia stata coinvolta dalla vicenda di Clara Driscoll e del suo gruppo di lavoratrici/artiste del vetro. Ho sempre avuto un debole per le lampade Tiffany, trovo che siano tra gli oggetti più belli della modernità. Voglio esplorare questo universo e decido dunque di …read more


Recensione di Ottobre1- GAUGIN E GLI IMPRESSIONISTI. Capolavori della collezione Ordrupgaard. Quadri che evocano ricordi bellissimi.

TICKET MOSTRA-IMPRESSIONISTI OTTOBRE 2018-pADOVA

È vero, spesso i quadri sollecitano ricordi custoditi in angoli remoti. Durante la visita alla mostra Gaugin e gli Impressionisti. Capolavori della collezione Ordrupgaard, mi cattura La foresta di Fontainebleau di Camille Corot. Risveglia il ricordo bellissimo di numerosi viaggi in macchina verso l’Inghilterra, con l’attraversamento dei sublimi tunnel naturali della foresta Francese…read more


Recensione di Ottobre- THE BRICKS THAT BUILT THE HOUSES di Kate Tempest. Un viaggio autenticamente tragico e poetico nel cuore della “East-London Life”

bricks-TempestHo letto di lei su Robinson (Repubblica). Kate Tempest (Kate Esther Calvert), ha colpito la mia fantasia. Esponente della spoken-word poetry, (vince tra le altre cose il Ted Hughes Award )narratrice e rapper si presenta al lettore con una personalità complessa che vale la pena di cominciare a conoscere.

Ho voluto iniziare dal suo primo romanzo, The Bricks that Built the Houses, pubblicato nel 2016. Lo scrive da giovane donna (nata nel 1985), virtuosa delle parole, con il ritmo dominante sulla punta della sua penna (o sui tasti del PC). Tempest è una musicista della narrazione, una personalità contemporanea ricca di contraddizioni e creatività. Non a caso cita nel romanzo un maestro delle contraddizioni, Walt Whitmann…read more


Recensione di Settembre1- Bianchi vs Neri. Le cose che non cambiano. BLACKkKLANSMAN di Spike Lee.

Ron Stallworth, primo poliziotto nero a Colorado Spring, la tana dei lupi razzisti, riesce senza troppo sforzo a far accettare ai suoi capi un piano all’apparenza folle e impraticabile: infiltrare nell’ “associazione” (leggi Ku Klux Klan) se stesso e un suo collega poco consapevolmnte ebreo, Flip Zimmerman. Parte così una serie di eventi tra il grottesco e il drammatico in cui il Ron nero interagisce con l’associazione al telefono, il Ron bianco-ebreo di persona. Il titolo è fantastico, riassume in sé…read more


Recensione di Settembre-Dopo la FIESTA di Hemingway il sole sorge ancora…

Fiesta EinaudiÈ il folle intermezzo tra le due guerre mondiali, quando l’umanità sembra aver riscoperto la vita e vuole azzannarla fino a farla sanguinare, di dolore, di piacere, di morte. Un gruppo di amici molto speciali si ritrova a Parigi. Sono di fatto Ernest Hemingway e la sua combriccola di bevitori incalliti e di personalità all’avanguardia. Nel romanzo diventano: il giornalista Jake Barnes, veterano della Grande Guerra, narratore, uomo colto che legge Turgheniev…read more


Recensione di Agosto 1- A BRIEF HISTORY OF TIME… di Stephen Hawking. E alla fine della storia, siamo tutti figli delle stelle.

imagesKK18P0A6Quando Hawking parla dell’Universo, di galassie e materia oscura, di rapporto spazio-tempo, illustrandone la natura e le correlazioni, ti senti orgogliosa di appartenere alla specie umana.
Contestualmente provi anche un senso di rimpicciolimento progressivo, se così si può dire, di fronte all’immensità dell’Universo, o del Multiverso, in cui siamo immersi.

Siamo piccoli, piccoli, parte di un immenso meccanismo che possiamo indagare, cercare di capire, spiegare, ma non controllare e modificare come vorremmo e nei tempi che vorremmo. Di fronte al contenuto di questo libro e alla vastità delle suggestioni, il senso di onnipotenza di tanti piccoli esseri al potere oggiread more


Recensione di Agosto- THE LOVE LETTER di Lucinda Riley. Quando leggere diventa una faticaccia!

the love letter RileyA metà libro mi sono fermata un attimo a pensare:

“che faccio, vado avanti? Quante banalità! Se non fosse per l’opportunità che mi offre di imparare nuove espressioni in Inglese, lo avrei già mollato!”

La mia testardaggine ha la meglio e vado avanti. La storia non migliora, anzi si complica di inutili dettagli e sottotrame. Che guazzabuglio reale!

Protagoniste sono le lettere d’amore che due innamorati molto speciali si scambiano e che debbono assolutamente rimanere segrete e nascoste nella polvere del passato, pena stravolgimenti epocali nella vita del Regno.

Casualmente, la protagonista Joanna Haslam, giovane giornalista in cerca del grande scoop, si imbatte in…read more


Recensione di Luglio 1-Le svolte pericolose di Montalbano tra Amore, Stanislawskij e Psicopatologia de IL METODO CATALANOTTI.

Camilleri riesce a sorprendermi con il suo ultimo romanzo. Il Metodo Catalanotti ripercorre il sentiero noto agli appassionati dello scrittore Siciliano e del suo Montalbano, ma questa volta il lettore viene invitato ad imboccare una strada poco battuta, dove si intersecano armoniosamente tanti viottoli affascinanti. Ed è subito teatro nel teatro-nel romanzo-nella poesia, in un tripudio letterario e popolare, maneggiato con una maestria narrativa che solo un grande come Camilleri possiede.

Tutto diventa “similvero”, ma totalmente…read more


Recensione di Luglio- PATRIA. Vittime e carnefici insieme, nelle terre di confine. Chi è chi nel meraviglioso romanzo di Fernando Aramburo

Patria Aramburu

Nel cuore della storia vibrano le vicende di due famiglie Basche, un tempo molto amiche: quella dell’imprenditore Txato, ucciso dall’ETA, e quella del giovane terrorista Joxe Mari, irriducibile sostenitore della lotta armata per l’indipendenza. In prima linea nel conflitto psicologico e familiare troviamo le due madri, Bittori e Miren.

Gli altri componenti delle due famiglie entrano nel quadro, prendendo spessore progressivamente, tra le pieghe della loro fatica di vivere. La Storia e la Politica…read more


Recensione di Giugno 1- Conseguenze de Gli innamoramenti di Javier Marías

_gli-innamoramenti-Javier MariasMaria Dolz (La Giovane Prudente, come viene chiamata dalla coppia felice), impiegata in una casa editrice madrilena, fa colazione ogni mattina nello stesso bar dove ogni mattina, proprio come lei, fanno colazione Luisa e Miguel Deverne (La Coppia Perfetta, come Maria definisce i due meravigliosi amanti).Ma un bel giorno il destino mette in gioco uno dei sui capricci imponderabili…read more


Recensione di Giugno- I fiori sopra l’inferno di Ilaria Tuti scavano l’orrore sotto la superficie.

Tuti-fiori sopra

Suscita forti emozioni la lettura di questa storia “ad alta quota”, con delitti, ferocia, violenza, malattia, esperimenti dannati, monasteri, bambini, droga …Mi sono trovata immersa in molteplici suggestioni antiche e moderne, già incontrate in altri romanzi. E tuttavia …read more


Recensione di Maggio-Emozioni, sorprese e colori nelle Poesie di Pablo Neruda

neruda poesie-Newton

La poesia continua a sorprendermi. Accade di nuovo con la raccolta Poesie di Pablo Neruda (Grandi Tascabili Economici Newton). Una doppia lettura: in Spagnolo e in Italiano(a cura di Roberto Paoli). Nella versione in Spagnolo ho seguito il ritmo naturale e la dolcezza dei suoni; nella versione Italiana ho chiarito alcuni significati e riscontrato con piacere una musicalità in parte salvata.

Non sono riuscita a trattenere le lacrime durante la lettura di…read more


Incontri d’Arte a Padova: JOAN MIRÓ-Materialità e Metamorfosi. Quando l’ossessione diventa arte.

collage Mirò-PDMi piace andare per mostre, in compagnia preferibilmente, ma anche da sola. In una calda giornata di Maggio post-lungo-weekend- di-festa, mi aggiro per le sale di Palazzo Zabarella a Padova, dove è in mostra Joan Mirò. Materialità e Metamorfosi. Mi aspetto tanto colore e poche forme classiche. Mi investono invece tanti materiali diversi, tra di loro sovrapposti, intrecciati, incollati, bruciati. Sorprendente!

Sala dopo sala, mi accompagna il silenzio: rispettoso quello dei pochi visitatori, vigile e cortese quello dei custodi sull’attenti. Guardo, leggo e mi lascio sorprendere e ammaliare dal mondo delle ossessioni di Mirò…read more


Recensione di Aprile 2- A Fatherland Hitler è vivo e governa l’Europa!

fatherland-HarrisQuando Vladimiro mi ha parlato di Fatherland, di Robert Harris, mi ha subito incuriosito. La ragione? Il contesto: l’Europa del 1964 governata per buona parte da Adolf Hitler. Sì, avete capito bene!

Ho visto da poco la serie TV Babylon Berlin e penso che quell’atmosfera cupa di tragedia deve aver percorso anche il romanzo di Robert Harris, come d’altra parte tutta la letteratura che riguarda la Germania prima-durante-dopo la Seconda Guerra Mondiale.

Qui il dopo si sposta in avanti, fin nei fantastici anni ’60, alla vigilia della famosa visita di John Kennedy a Berlino, con Hitler saldamente al potere. Tutto deve essere pronto per ricevere il Presidente degli USA, per essere finalmente accreditati tra le nazioni moderne e “democratiche”…read more


Recensione di Aprile 1- Richard III Dynasty Death and Discovery: una mostra o un fenomenale progetto interdisciplinare?

piccola-faccia ricostruita di King RichardQuello che impressiona della mostra sul ritrovamento delle spoglie del Re Bianco, Richard III Dynasty Death and Discovery, è l’alone di mistero e leggenda che circonda la vita e la morte di questo sovrano, sapientemente riprodotto nell’ allestimento di chiara ispirazione didattica. Infatti i curatori hanno voluto farne un progetto “interdisciplinare” di grandissimo interesse.

Entriamo nel Visitor Centre, compriamo il biglietto, diamo uno sguardo veloce al Gift Shop pensando: “prima di uscire compriamo qualche ricordo, tanto bisogna comunque ripassare da qui”

Ed eccoci subito nella Sala del Trono, con le due rose (York and Lancaster) in bella vista sul sedile. Sullo sfondo, come nella più classica struttura del teatro di corte Elisabettiano…read more


Recensione di Aprile – Capricci del destino. Quando l’ uomo propone e il destino dispone.

Karen-Blixen-Capricci-Del-Destino-1966-1°

Cinque avvincenti racconti della scrittrice Danese Karen Blixen su un destino capriccioso che da sempre tenta di condizionare la vita degli uomini e delle donne…read more


Recensione di Marzo 1-Il bisogno di pensare. Quasi un manuale per vivere meglio, lentamente e con un sorriso.

IL BISOGNO DI PENSARE-MANCUSO2017

Spesso mi dico: “come vorrei per un solo attimo smettere di pensare e creare un po’ di silenzio nel turbinio affannoso della mia mente!”

Il Bisogno di PENSARE di Vito Mancuso illumina di una nuova luce questo “desiderio” facendomi cogliere sfumature diverse del mio essere pensante, in bilico tra due spinte potenti: il bisogno di pensare (Sophia) e il bisogno di negare il pensato (Follia). Cercare un equilibrio tra le due e mantenerlo è di fatto il fulcro della vita, e del libro…read more


Recensione di Marzo-Storia di ragazzi con la valigia e di genitori a distanza. Un sentiero

ciao amore ciao copE l’ultima pagina si chiude. Questa lettura veloce, estemporanea, imprevista, che mi arriva per posta e mi richiede attenzione, non può lasciare indifferente una donna che condivide l’esperienza narrata con tutti i protagonisti di questo diario sociologico collettivo su genitori che raccontano i propri figli espatriati e si raccontano in relazione alle scelte fatte insieme e non.

Attraverso con loro, guidata per mano da Assunta Sarlo, autrice del libro, i tempi e le strategie di questo nuovo processo migratorio Italiano. Ma quando anche l’ultima pagina viene voltata e il libro viene chiuso, resto lì, ferma a pensare…read more


Recensione di Febbraio 2- I. Calvino- La giornata dello scrutatore. Tre Manifesti al Cottolengo-Torino.

scrutatore

Ancora una perla dal Vecchio Scaffale: La Giornata di uno scrutatore di Italo Calvino (1963). Riuscite a pensare ad una lettura più opportuna, ad una settimana dal fatidico voto italiano?

“Amerigo Ormea uscì di casa alle cinque e mezzo del mattino. La giornata si annunciava piovosa. Per raggiungere il seggio elettorale dov’era scrutatore[…]il seggio elettorale era situato all’interno del famoso ...read more


Recensione di Febbraio 1- “Vivere ardendo e non sentire il male”, con Il Fuoco di Gabriele D’Annunzio

il fuoco BURStelio Èffrena, giovane e brillante letterato, uomo affascinante e passionale trascorre a Venezia e in altre bellissime zone del Veneto un periodo di intensa passione e comunione con la divina Foscarina, attrice di grande fama e bellezza e di raffinatissima cultura.

Si narra del loro amore alimentato dalle bellezze veneziane e dalla comune fiamma della cultura e della creazione artistica. Ma, all’orizzonte appare Donatella Arvale, cantante giovanissima e di segreto fascino, che mette in crisi soprattutto Foscarina…read more


Recensione di Febbraio – La Notte di Lisbona e la vertigine del fuoriuscito, con E.M.Remarque

la notte di Lisbona-RemarqueInizio e fine perfetti. Che soddisfazione leggere questo romanzo! Nonostante il contenuto altamente drammatico, la storia ti lascia dentro un’emozione così profonda e bella che, paradossalmente, apre ad un futuro possibile.

Siamo a Lisbona, una delle città che molti si portano stretta sul cuore ed io tra questi. La luce del Tago con le sue magie, dall’alba al magnifico tramonto, esalta la sagoma dell’agognato mezzo di trasporto verso la Libertà! L’uomo guarda l’Arca e sogna…read more


Recensione di Gennaio 2018- La Via del Male di Grazia Deledda. Piacere e dolore d’amore, verso l’espiazione.

la via del male DeleddaLa storia di Maria e del servo Pietro si sviluppa all’interno di un grande affresco rurale. I due ragazzi incarnano la natura in tutte le sue manifestazioni di vita e di morte. La passione che li travolge e che supera ogni barriera sociale segnerà anche la loro vita spirituale e il loro destino matrimoniale.

All’apparenza la storia sembra un feuilleton: Amore, morte, passione, soldi, ingiustizie e destino amaro e ineluttabile sembrano intrecciarsi in una tela robusta, e tuttavia emergono tra le righe elementi di una modernità inaspettata. Dopo aver appreso la notizia sconvolgente delle responsabilità di Pietro nella morte del primo marito, il beato Francesco, Maria è sconvolta da un conflitto interiore lacerante e bellissmo dal punto di vista narrativo. La tensione cresce a ritmo dell’incalzante questione: “cosa fare ora ?” …read more

 


Tocca il cuore e vai a tutte le recensioni

autori nel cuore

 

 

 

Quest’opera è distribuita con Licenza

Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported

stefania-scamardi_-mantillas-en-la-callesiviglia2013