basta compiti

Maurizio Parodi torna con una nuova provocazione per addetti ai lavori e non in un  saggio sui “compiti a casa”, croce e delizia (delizia? si fa per dire!) di  studenti, maestri e genitori… Tesi estrema che si poggia comunque su alcuni elementi  condivisibili.

INDICE

I COMPITI DELLA SCUOLA

I compiti perché?

Primum non nocere

Educatori o domatori?

Il diritto alla gioia

Le parole morte

Ossimori pedagogici

Cui prodest

IL DIBATTITO IN RETE
 
IMMAGINI E IMMAGINAZIONE

I Dialoghi di Antoine de La Garanderie

La Fantastica di Gianni Rodari
 
ACCOGLIERE, PRIMA DI TUTTO

Le dolenti “note”

Una scuola inclusiva

Imparare per insegnare

Lasciar essere

Imprinting istituzionale

Parole e silenzi

Rimanere in ascolto

I COMPITI “SNATURATI”…

 

L’indice  ci propone un filo conduttore interessante. Colpisce il riferimento a Gianni Rodari e alla sua Grammatica della Fantasia, che apre il cuore e il cervello  a prospettive intelligenti.(date uno sguardo  al post su questo magico libro   E’ scritto in un Inglese semplice, semplice…)

Spazio alla Fantasia

Scheda libro

 

Con i contributi di CORRADO AUGIAS
e MAURIZIO MAGGIANI.

“Un saggio che, con un approccio rivoluzionario, considera i compiti non come una necessità, ma come un danno per gli studenti.
Una lettura fondamentale che offre un nuovo metodo di studio soddisfacente e produttivo per insegnanti e studenti.
È normale che gli insegnanti diano i compiti a casa, ma non è sensato; da qui l’appello Basta compiti! rivolto a genitori, insegnanti, studenti, con cui questo saggio si oppone a una delle più inveterate consuetudini scolastiche, tanto più indiscussa proprio perché immotivata, scontata.

I compiti a casa sono sempre problematici: sia per gli studenti – e le loro famiglie – che li vivono come un obbligo fastidioso, che per gli insegnanti che li devono preparare e assegnare. Maurizio Parodi, dirigente scolastico e pedagogo, spiega perché si danno, come si fanno, quali effetti producono, quanto sono inefficaci e dannosi. Compito principale della scuola, infatti, non è «punire» gli studenti oberandoli di lavoro anche fuori dalle aule, bensì insegnare il giusto metodo di studio per imparare con profitto e far emergere la personalità di ciascuno di loro.

Il saggio è arricchito dai contributi di Corrado Augias e dei docenti di tutta Italia, che si sono incontrati on line sul network Ning dando vita a un vivace e originale dibattito, La scuola che funziona, di cui vengono riportati gli spunti più illuminanti; dall’analisi delle teorie di Antoine de La Garanderie e Gianni Rodari sulle tecniche per favorire lo sviluppo cognitivo e meta cognitivo degli studenti, perfezionando il loro metodo di studio; da una «chiacchierata» con lo scrittore (ma prima ancora maestro elementare) Maurizio Maggiani su compiti a casa, educazione e futuro della scuola.”

2 pensieri riguardo “M. Parodi-Basta Compiti! Non è così che si impara.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.