• Mondo Fuori

  • Giornata Mondiale del Rifugiato 2019- Viaggi e Diritti, in tempo di pace e di guerra

    Viaggi nell'abisso. Samia: “Il Viaggio è una cosa che tutti noi abbiamo in testa fin da quando siamo nati. Ognuno ha amici e parenti che l’hanno fatto, oppure che a loro volta conoscono qualcuno che l’ha fatto. È una creatura mitologica che può portare alla salvezza o alla morte con la stessa facilità. Nessuno sa quanto può durare. Se si è fortunati due mesi. Se si è sfortunati anche un anno o due…”p.122 -Non dirmi che hai paura-G.Catozzella

  • 15 Marzo Climate Strike. Gli studenti del mondo manifestano per clima e ambiente

    Fridays for Future- giovani alla riscossa- Appello disperato agli "adulti" Agite subito per questa nostra Terra! “Our house is on fire, I am here to say our house is on fire."

  • Verità per Giulio Regeni-“La tua verità? No, la Verità, e vieni con me a cercarla. La tua, tientela.” A.Machado y Ruiz (Poeta Spagnolo 1875-1939)

  • 19 Luglio -Luci che non si spengono

  • LIBERA-100 passi e oltre verso…

    21 Marzo a Padova XXIV giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

  • Con Amnesty International contro la pena di morte

  • Io sto con Emercency

    sempre più guerre, sempre più vittime, Per fortuna che c'è Emercency.

  • 2 Giugno 2019-Festa della Repubblica Italiana

  • Amo l’Europa e il 26 Maggio VOTO.

  • 1° Maggio, su coraggio! Io ti amo…

    Alto e basso.Guttuso e Tozzi. Tempo di contaminazioni...

  • 23 Aprile-Giornata Mondiale del Libro

  • Marzo-Diritti delle Donne. Una lotta continua…

    Il racconto dell'ancella di M.Atwood-Giochi di potere sul corpo delle donne

    Per il ritiro del DDL Pillon e la riaffermazione della libertà di scelta degli "Italiani", uomini e donne liberi. Margaret Atwood-Il Racconto dell'Ancella: " In un’America reduce da una catastrofe ecologica, che ha falciato gran parte della popolazione e messo in forse la stessa sopravvivenza della specie, un gruppo di fanatici religiosi ha fondato uno stato totalitario, Galaad, riducendo in completa schiavitù le donne. I rapporti umani, sociali, culturali sono stati aboliti: unico supremo fine è la procreazione. Attraverso il diario segreto della giovane “ancella” Difred, si delinea l’inquietante profilo di un mondo futuro ma non troppo, già presente in embrione nella società degli anni Ottanta...apri il link all'immagine per continuare

  • 25 Aprile 2019- Festa della Liberazione dal nazifascismo

    La Storia che mi piace...Fiori di Aprile nel giardino d'Italia liberato

  • 22 Marzo Giornata Internazionale dell’ACQUA-un diritto per tutti!

    con Bertoli e Ligabue, nel vento che soffia e l'acqua che scorre...

  • 21 Marzo-World Poetry Day. Arriva Primavera, in versi…

    Il verso è tutto. G.D'Annunzio, Il Piacere, II,1

  • 27 Gennaio-Giornata della Memoria per continuare a ricordare, andando avanti

    “Despite everything, life is full of beauty and meaning.” ― Etti Hillesum, Lettres De Westerbork

  • 8 Marzo 2018-Donne insieme con determinazione e speranza

  • 10 Dicembre 1948 Dichiarazione Universale dei Diritti Umani

    Restare umani è un diritto-dovere. Dopo 70 anni, a che punto siamo?

  • 20 Novembre2017- Giornata Internazionale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza

  • Follow Affascinailtuocuore on WordPress.com
  • vi aspetto qui

  • copyright foto

    La maggior parte delle foto inserite negli articoli provengono dalla Rete e sono pertanto da considerarsi di dominio pubblico. Tuttavia, gli autori o i soggetti coinvolti, possono in ogni momento chiederne la rimozione, scrivendo al seguente indirizzo di posta elettronica: affascinailtuocuore@gmail.com

J.and N. Coen-A proposito di Davis, un film che sazia…

untitled

J. and N.  Coen

A proposito di Davis

Titolo originale: Inside Llewyn Davis

 

 

pete seegerQuesto film ti disseta, ti sfama, ti diverte e ti commuove, durante il lungo  viaggio attraverso l’America anni  60, attraverso le onde burrascose del mare interno di Davis-musicista-in-cerca-di-consacrazione-e-successo, che trova sulla sua strada  Ulisse-gatto-indipendente e l’ umanità artistica dello showbiz, laggiù al Greenwich Village di NY e nella fredda e ostile Chicago.

DavisQuanto vorrebbe Davis essere come Ulisse! Andare, tornare, Dove-Come-Quando decide lui! Magari confidando in una Penelope che lo aspetti  fiduciosa e paziente, a casa.  Ma, in fondo Davis è un po’ un Ulisse moderno, in viaggio “inside” Llewyn, tra un divano e l’altro.

 Parole inutili le mie, sia per descrivere la struggente storia “circolare” di Davis, sia per comunicare il piacere che la sua visione mi ha procurato.

Consigliato  a chi  vuole tornare a New York, a Washington Square e svoltare quell’angolo del Village, lungo la  MacDougal  street, tra le atmosfere fumose e sonore  dei suoi  locali.

 

 

Ispirazioni

  • Nell Minow: There was a real “Please Mr. Kennedy” song back in the 60′s, a similar theme, but it was about not wanting to be sent to Vietnam…read more

 

330px-InsideDaveVanRonkIl film è un tuffo rinfrescante nella musica folk anni 60 e nella vita spesso tormentata dei suoi interpreti.  

 Cosa ne pensano:

      Peter Bradshaw (The Guardian): 

       The Coen brothers‘ exquisitely sad and funny new comedy is set in a world of music that somehow combines childlike innocence with an aged and exhausted acceptance of the world. It is a beguilingly studied period piece from America’s early-60s Greenwich Village folk scene. Every frame looks like a classic album cover, or at the very least a great inner gatefold – these are screen images that look as if they should have lyrics and sleeve notes superimposed. This film was notably passed over for Oscar nominations. Perhaps there’s something in its unfashionable melancholy that didn’t hook the attention of Academy award voters. But it is as pungent and powerfully distinctive as a cup of hot black coffee…read more 

  • Roy Menarini (MyMovies), Odissea di un gatto folk. Filosofia e musica in A proposito di Davis.

Il senso dell’ultimo capolavoro dei fratelli Coen sta tutto in un dialogo. Costretto per un errore a trascinare con sé il gatto rosso dei padroni di casa, Llewyn telefona all’università dove lavora l’amico e prega la segretaria di rassicurarlo:

“I have the cat”. La segretaria non capisce e ripete come in un teatro dell’assurdo “Ok, you are the cat”. E Llewyn insiste: “No, I HAVE the cat!”.

In verità, lui è il gatto, vero protagonista di questo film. Si chiama, non a caso, Ulisse, ed è l’unico che ha una casa dove tornare, peraltro dopo essere stato scambiato per un altro gatto – in uno dei tipici scambi di persona o di oggetti nonsense della filmografia coeniana.

Llewyn al massimo può tornare al primo divano che lo ha ospitato, il resto è una sua personale, malinconica, ridicola e tristissima Odissea che ruota attorno al nulla, il grande nulla che i Coen narrano da sempre – due autori ormai paragonabili, come peso nella cultura americana, a Charles Schultz o Art Spiegelman…read more 

A proposito di Fulvio. Gatti e Cinema: storia di un amore

 

Fulvio gatto del LuxPadovaQuesto è Fulvio, la mascotte  del cinema Lux di Padova. Fulvio sta lì, sereno, ac-coccolato, ammirato, osannato ed accudito.

È diventato il simbolo del cinema e della sua rinascita,  un amico silenzioso e presente. Vi da il benvenuto dal suo sgabello, in vetrina.

Fa parte integrante e imprescindibile del locale ed è  diventato anche  anche un personaggio di spicco in  città!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: