• Mondo Fuori

  • Giornata Mondiale del Rifugiato 2019- Viaggi e Diritti, in tempo di pace e di guerra

    Viaggi nell'abisso. Samia: “Il Viaggio è una cosa che tutti noi abbiamo in testa fin da quando siamo nati. Ognuno ha amici e parenti che l’hanno fatto, oppure che a loro volta conoscono qualcuno che l’ha fatto. È una creatura mitologica che può portare alla salvezza o alla morte con la stessa facilità. Nessuno sa quanto può durare. Se si è fortunati due mesi. Se si è sfortunati anche un anno o due…”p.122 -Non dirmi che hai paura-G.Catozzella

  • 15 Marzo Climate Strike. Gli studenti del mondo manifestano per clima e ambiente

    Fridays for Future- giovani alla riscossa- Appello disperato agli "adulti" Agite subito per questa nostra Terra! “Our house is on fire, I am here to say our house is on fire."

  • Verità per Giulio Regeni-“La tua verità? No, la Verità, e vieni con me a cercarla. La tua, tientela.” A.Machado y Ruiz (Poeta Spagnolo 1875-1939)

  • 19 Luglio -Luci che non si spengono

  • LIBERA-100 passi e oltre verso…

    21 Marzo a Padova XXIV giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

  • Con Amnesty International contro la pena di morte

  • Io sto con Emercency

    sempre più guerre, sempre più vittime, Per fortuna che c'è Emercency.

  • 2 Giugno 2019-Festa della Repubblica Italiana

  • Amo l’Europa e il 26 Maggio VOTO.

  • 1° Maggio, su coraggio! Io ti amo…

    Alto e basso.Guttuso e Tozzi. Tempo di contaminazioni...

  • 23 Aprile-Giornata Mondiale del Libro

  • Marzo-Diritti delle Donne. Una lotta continua…

    Il racconto dell'ancella di M.Atwood-Giochi di potere sul corpo delle donne

    Per il ritiro del DDL Pillon e la riaffermazione della libertà di scelta degli "Italiani", uomini e donne liberi. Margaret Atwood-Il Racconto dell'Ancella: " In un’America reduce da una catastrofe ecologica, che ha falciato gran parte della popolazione e messo in forse la stessa sopravvivenza della specie, un gruppo di fanatici religiosi ha fondato uno stato totalitario, Galaad, riducendo in completa schiavitù le donne. I rapporti umani, sociali, culturali sono stati aboliti: unico supremo fine è la procreazione. Attraverso il diario segreto della giovane “ancella” Difred, si delinea l’inquietante profilo di un mondo futuro ma non troppo, già presente in embrione nella società degli anni Ottanta...apri il link all'immagine per continuare

  • 25 Aprile 2019- Festa della Liberazione dal nazifascismo

    La Storia che mi piace...Fiori di Aprile nel giardino d'Italia liberato

  • 22 Marzo Giornata Internazionale dell’ACQUA-un diritto per tutti!

    con Bertoli e Ligabue, nel vento che soffia e l'acqua che scorre...

  • 21 Marzo-World Poetry Day. Arriva Primavera, in versi…

    Il verso è tutto. G.D'Annunzio, Il Piacere, II,1

  • 27 Gennaio-Giornata della Memoria per continuare a ricordare, andando avanti

    “Despite everything, life is full of beauty and meaning.” ― Etti Hillesum, Lettres De Westerbork

  • 8 Marzo 2018-Donne insieme con determinazione e speranza

  • 10 Dicembre 1948 Dichiarazione Universale dei Diritti Umani

    Restare umani è un diritto-dovere. Dopo 70 anni, a che punto siamo?

  • 20 Novembre2017- Giornata Internazionale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza

  • Follow Affascinailtuocuore on WordPress.com
  • vi aspetto qui

  • copyright foto

    La maggior parte delle foto inserite negli articoli provengono dalla Rete e sono pertanto da considerarsi di dominio pubblico. Tuttavia, gli autori o i soggetti coinvolti, possono in ogni momento chiederne la rimozione, scrivendo al seguente indirizzo di posta elettronica: affascinailtuocuore@gmail.com

U.Eco-IL CIMITERO DI PRAGA. Il richiamo del mistero… e di Umberto Eco

 

 

Eco il cimitero di praga

 A metà  del tomo mi chiedo: qual è il senso di questo romanzo? Storia di un avventuriero? Noiosa; storia di una spia crudele, spietata o solo smemorata? Fuori fuoco, niente di coinvolgente; romanzo storico? Troppi dati, nomi, situazioni, manca anche la suspense che la storia e la realtà sanno produrre. Ma vado avanti, fino all’ultima parola…

 I titoli sono molto, molto importanti in un libro. Spesso ne determinano il successo. Il richiamo ai misteri di un cimitero di una città famosa e i complotti di tutte le specie esercitano sempre un gran fascino, specialmente sui lettori di oggi alla disperata ricerca di un elemento che li aiuti a capire la realtà in cui vivono. Aggiungi il nome di Umberto Eco  e il boom è servito!

 Nel  Cimitero di Praga, arrivano rabbini inquietanti da tutto il mondo, come una sorta di “cupola” in riunione a cielo aperto, nella notte fonda e tenebrosa, per stilare il programma della conquista del mondo. Ghiotta invenzione del  falsario Simonini.

La città si presta al mistero, alla magia, alla circolazione di figure grottesche e  inquietanti. Viene alla mente il ritratto  multi-faceted di Ripellino in Praga magica. Al mistero si aggiungono  i cadaveri nella cloaca, le fogne di Parigi,  i pallori vampireschi, le donne invasate eppure affascinanti, gli adolescenti tentatori, gli sdoppiamenti  freudiani di personalità.

  Un narratore intrusive e presupponente tenta disperatamente, con appelli più o meno diretti, di  accompagnare il lettore nel percorso di lettura. Non è un gradevole compagno di viaggio.

La nota finale molto “Lector in Fabula” è troppo! Sebbene sia una lettrice “di non fulmineo comprendonio”, avrei potuto fare tranquillamente a meno della tabella riassuntiva capitolo-intreccio-storia, quasi fossimo di fronte all’Ulisse di Joyce!

 Non manca il tormentone degli elenchi come quello semi delirante di pagina 377, dei titoli del Gran Maestro del Supremo Consiglio di Charleston… E allora vado anche io con un elenco minimo dei tormentoni nel libro: Le illustrazioni da feuilleton che dovrebbero avvincere e convincere. Il medaglione di Diana che si apre e voilà,  la mamma di origine ebraica appare e ci fa capire il perché della follia di sua figlia…

 Sete di denaro e di potere, paura del femminile, nutrono una misoginia imperante; paura del diverso e antisemitismo atavico e di maniera sono serviti in tutte le salse. E arrivano anche i “cattivi maestri” gli intellettuali “vil razza dannata” e la stampa martellante, le dimostrazioni degli studenti, gli infiltrati, i voltagabbana, i servizi segreti, i falsi protocolli, i preti malvagi e sporcaccioni…

 Il cibo per finire. Questo libro ha lo stesso gusto e la stessa pesantezza di quei cibi ricchi di tutto che Eco descrive, soprattutto nella prima parte, da Chez Magny, nelle bettole di Parigi o a casa del nonno, il pesce stocco a ghiotta siciliano. (fantastico peraltro!) Tanto,  tanto cibo, che verso la fine torna a fare capolino tra le vicende conclusive. Ci vuole stomaco per digerire tutto!

Mi manca il respiro, ma forse il romanzo è solo una grande provocazione!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: