• Follow Affascinailtuocuore on WordPress.com
  • Mondo Fuori

  • 25 Novembre 2020-Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne

  • Verità per Giulio Regeni-“La tua verità? No, la Verità, e vieni con me a cercarla. La tua, tientela.” A.Machado y Ruiz (Poeta Spagnolo 1875-1939)

  • 5 Ottobre 2020-Giornata UNESCO dedicata agli Isegnanti

  • 3 Ottobre 2013-3 Ottobre 2020 Ricordare, accogliere, progettare il futuro

    more

    Il 3 ottobre è diventato giornata della memoria e dell'accoglienza, una data in cui si ricordano le vittime del naufragio di Lampedusa e tutti i migranti che hanno perso la vita nel tentativo di arrivare in Italia, la porta dell'Europa.

  • Giornata mondiale del migrante e del rifugiato 2020- Viaggi e Diritti, in tempo di pace e di guerra. Ancora morti, tanti. Troppi!

    Viaggi nell'abisso. Samia: “Il Viaggio è una cosa che tutti noi abbiamo in testa fin da quando siamo nati. Ognuno ha amici e parenti che l’hanno fatto, oppure che a loro volta conoscono qualcuno che l’ha fatto. È una creatura mitologica che può portare alla salvezza o alla morte con la stessa facilità. Nessuno sa quanto può durare. Se si è fortunati due mesi. Se si è sfortunati anche un anno o due…”p.122 -Non dirmi che hai paura-G.Catozzella

  • 23 Maggio-19 Luglio -Luci che non si spengono…

  • 10 Maggio 2020-Festa della Mamma

    dalla vita di una grande mamma...

  • 2 Giugno 2020-Festa della Repubblica Italiana

    Ossimori festosi: ferita, disorientata, fragile, eppure resiliente, meravigliosa e forte. La nostra Repubblica.

  • Amo l’Europa

  • 1° Maggio 2020-Coraggio!

    R.Guttuso-Portella delle Ginestre

  • 25 Aprile 2020- Festa della Liberazione dal nazifascismo

  • 23 Aprile-Giornata Mondiale del Libro

  • LIBERA-100 passi e oltre verso…

    21 Marzo a Padova XXIV giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

  • Io sto con Emercency

    Guerre, Epidemie, Vite umane falcidiate... Per nostra fortuna c'è Emercency.

  • Con Amnesty International contro la pena di morte

  • 8 Marzo 2020-Donne insieme con determinazione e speranza

    a mia madre-click&read
  • 21 Marzo-World Poetry Day. Arriva Primavera, in versi…

    Il verso è tutto. G.D'Annunzio, Il Piacere, II,1

  • 22 Marzo Giornata Internazionale dell’ACQUA-un diritto per tutti!

    con Bertoli e Ligabue, nel vento che soffia e l'acqua che scorre...

  • BREXIT- L’ora è scoccata

    Sentimenti contrastanti accompagnano questo momento. Il mio cuore è lì, Oltremanica. E sento come uno strappo, un'ulteriore barriera tra me e i miei affetti. Ho bisogno di tempo e di freddezza per rielaborare il significato di questo evento .

  • 27 Gennaio-Giornata della Memoria per continuare a ricordare, andando avanti

  • 15 Marzo Climate Strike. Gli studenti del mondo manifestano per clima e ambiente

    Fridays for Future- giovani alla riscossa- Appello disperato agli "adulti" Agite subito per questa nostra Terra! “Our house is on fire, I am here to say our house is on fire."

  • 10 Dicembre 1948 Dichiarazione Universale dei Diritti Umani

    Restare umani è un diritto-dovere. Dopo 70 anni, a che punto siamo?

  • 20 Novembre2020- Giornata Internazionale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza

  • copyright foto

    La maggior parte delle foto inserite negli articoli provengono dalla Rete e sono pertanto da considerarsi di dominio pubblico. Tuttavia, gli autori o i soggetti coinvolti, possono in ogni momento chiederne la rimozione, scrivendo al seguente indirizzo di posta elettronica: affascinailtuocuore@gmail.com
  • Disclaimer

    I contenuti del blog sono un’esclusiva di Affascinailtuocuore.  È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma, senza  autorizzazione dell’autrice.

    Contenuti di altri autori sono debitamente individuati con tutti i riferimenti necessari.

Michela Marzano-L’AMORE È TUTTO. Ancora parole d’amore sull’amore. Non bastano mai!

 

Marzano-Amore-tutto.png

   

Cara Michela,

ho appena finito di leggere il tuo libro e mi accingo a scrivere quattro-riflessioni-quattro. Ti anticipo che l’ho bevuto con passione e consapevolezza. Penso che tutte le donne, ma soprattutto quelle giovani e in piena lotta d’amore, debbano leggerlo, per capirsi meglio ed essere meno esigenti con se stesse e con le persone di cui sono innamorate.

 L’Amore è tutto non è un “ennesimo” libro sull’amore, non è un altro ricettario da agony column, ma uno spaccato di vita e di esperienza, nel quale non è poi così difficile riconoscersi.

Se al posto di Jacques scrivete Marco o John o Pedro, e al posto di Michela, scrivete Valentina o Jane o  Carmen; se lo sfondo non è la romantica e piovosa Parigi, ma, diciamo, Padova o Londra o Siviglia, non cambiano le sfaccettature e la molteplicità dei significati della parola AMORE.

“Non si può parlare d’amore se non si parte da sé, dalle proprie esperienze, dal proprio vissuto. Anche se alla fine i sentimenti hanno bisogno di riservatezza. Anche perché quando si racconta troppo, ci si svuota. E allora non resta più niente per se stessi[…] L’unico amore che valga la pena di essere raccontato è quello quotidiano, reale, concreto. L’amore che siamo e che ci portiamo addosso. L’amore che ci permette di vivere. E poi tutto dipende da come se ne parla. Non si può confondere tutto. Una cosa è amare donando, un’altra è amare ricevendo. Una cosa è l’amore possessivo ed egoista, altra cosa è l’amore di chi chiude una porta per aprirne subito un’altra. Quell’amore che sentiamo quando smettiamo di combattere il dolore perché vorremmo cancellarlo. Quell’amore che ci riempie il cuore e che fa parte di noi tanto quanto la sofferenza.”p.61


Michela MarzanoCambia tuttavia la passione, la lucidità e la consapevolezza con cui Michela Marzano si analizza e analizza i rapporti amorosi, anche prendendo in prestito parole e concetti da tanti filosofi e intellettuali che di questo argomento hanno parlato e scritto fino a diventare dei riferimenti fondamentali.

 

RBarthes_Frammenti di un discorso amorosoEsplora Barthes e il suo magnifico Frammenti di un Discorso Amoroso, Pascal, Platone, Nietzche, Marx, Bauman e Lacan, Valery e Dickinson e Pavese.

D’altra parte Marzano è una filosofa, sebbene momentaneamente prestata al Parlamento Italiano, e quando parla d’amore ne parla filosoficamente. E tuttavia, in modo trasparente, spesso lacerato e lacerante.

Parla dell’amore in famiglia, amore di genitori che non riescono ad abbandonarsi e rassegnarsi all’ineluttabile distacco dei figli, amore di figli che non riescono ad abbandonarsi e a rassegnarsi all’ineluttabile distacco dai genitori e dall’infanzia.

Emily Dickinson_infonotiziedotitParla di amore tra uomo e donna. Ma l’unica conclusione possibile del suo discorso amoroso la prende in prestito da Emily: 

That Love is all there is
Is all we know of Love,
It is enough, the freight should be
Proportioned to the groove.

E. Dickinson, (1765) The Complete Poems of Emily Dickinson.

Boston: Little, Brown, 1924 

8 Marzo con l’Unione Donne Italiane, attraverso immagini nel tempo

UDIQuest’anno celebriamo l’8 Marzo  con l’ Unione Donne Italiane , in rappresentanza delle tante associazioni  che si occupano da sempre dei diritti della persona e soprattutto  della donna.

L’attuale  momento  politico-parlamentare richiede una presenza  forte,  attenta  e consapevole a quanto si sta muovendo intorno all’alternanza  della  rappresentanza di genere nella nuova legge elettorale(Italicum) in discussione alla Camera.

L’UDI è un’associazione di donne di promozione politica, sociale e culturale, senza fini di lucro. È presente e diffusa su tutto il territorio italiano fin dal 1944.

Molte sono le battaglie portate avanti dalle donne dell’UDI: le lotte per la pace, il lavoro, gli asili nido, le scuole d’infanzia, il divorzio, il diritto di famiglia, i consultori, l’aborto, la legge contro la violenza sessuale.
Questo patrimonio di lotte e idee si esprime con chiarezza in alcune affermazioni dell’attuale Dichiarazione di intenti e dello Statuto dell’UDI:

la politica è un patto tra noi dove ciascuna ha imparato a dire io”;

consideriamo come misura della civiltà raggiunta in ogni relazione umana il rispetto del corpo e della sua dimensione sessuale fin dalla nascita…

8 MARZO: QUEST'ANNO IL CENTENARIO, MA NON PER TUTTI

Anche RAI Educational celebra la giornata con un’ interessante puntata del Tempo e la Storia, 8 Marzo: la Giornata internazionale della donna nel 900,  pubblicando anche  la ricca galleria dei  poster storici UDI.

 

 

17 Marzo in Italia, un compleanno tra affanni, cambiamenti e speranze

emblema180x108

Il 17 marzo-ricorda il comunicato di Palazzo Chigi-è una data dal forte valore simbolico per l’Italia e rappresenta il punto di arrivo nel percorso dell’unificazione nazionale e, al tempo stesso, il punto di partenza del cammino verso il completamento dell’unificazione del Paese. Di qui la decisione di istituire la Giornata dell’anniversario dell’Unità d’Italia, che sarà una solennità civile senza riduzioni negli orari negli uffici e nelle scuole.

SPATRICKCATHDERALOggi,  17 Marzo-Giornata dell’Anniversario dell’Unità d’Italia  e festa di San Patrizio,  si celebrano due eventi molto importanti per le comunità Italiana e Irlandese. L’accostamento sembra inappropriato eppure ha una sua logica. Entrambi coinvolgono e fanno appello  alla spiritualità e alla coscienza dei due popoli. Più laica la prima, più religiosa la seconda. I riti umani vedono spesso l’incontro di questi due aspetti e la settimana appena finita ne è la dimostrazione.

LAURABOLDRINIPapa Francesco,   Laura Boldrini, neo eletta Presidente della Camera dei Deputati e  Piero Grasso, neo eletto Presidente  del Senato, incarnano  la celebrazione di riti di cambiamento  e di transizione da una fase all’altra della vita spirituale e politica. In aggiunta, ieri si  ricordava il rapimento  di Aldo Moro, statista di  riconosciuto valore, il suo sacrificio e quello della sua scorta. Si ricordava inoltre  il momento buio di sofferenza per il nostro paese, delle stragi di mafia. Ieri  il vuoto spesso “Frozen” dei riti di transizione è stato  riempito di una sostanza civile e morale che da tempo si era sbiadita.PIEROGRASSO

La passione, sembra aver bussato  di nuovo alle nostre porte. L’auspicio  è che dalla transizione si passi ad una nuova realtà virtuosa. E un grazie di cuore al presidente  Grasso, che unico,  ha ricordato a chiare note il ruolo   fondamentale della  scuola e degli insegnanti in una società davvero civile.

Elezioni 2013-2019: come sopravvivere alla campagna elettorale permanente. Cosa è cambiato dopo 6 anni.

Oggi 2019

campagna elettorale_lospifferodotcom

Cosa è cambiato dal 2013 ad oggi? Molto, moltissimo, soprattutto nel linguaggio e nella diffusione di concetti infetti. Pensavamo di avere quasi toccato il fondo, ma ci illudevamo. Il clima delle campagne elettorali è di fatto diventato il  clima di una quotidianità che ha nutrito  gli animi di odio, superficialità, pregiudizio e impotenza di chi coglie la malvagità e la pericolosità del germe, ma è messo al tappeto dalla gravità della malattia inoculata.

Ora siamo  di nuovo  alle prese con l’acuirsi della malattia, siamo malati quasi terminali,  per i quali la cura esita a fare effetto. Il potere al governo  ha raddoppiato la dose, ha aggiunto  agli strumenti di cui  per sua natura si avvale, quello della campagna elettorale permanente.

Contro chi?  contro i  soci di governo, contro i deboli  che dovrebbe difendere e invece aizza gli uni contro gli altri, a suon di twit, di messaggi subdoli o subliminali, di comparsate  nelle zone di villeggiatura, di volgarità, di esibizione di rosari e ringraziamenti fuori luogo  a Santi e Madonne che mai si sognerebbero di avallare  colpi inferti ai più deboli.

Su  queste premesse e in questo  clima  avvelenato ci prepariamo ad affrontare  nuove elezioni politiche.

 

Ieri 2013

 

de toqueville

In tempi di campagna elettorale, trovo una via di fuga  in questo  viaggio nella storia della Democrazia Americana. Mi immergo, accompagnata da Alexis De Tocqueville,  La Democrazia in America,  nell’atmosfera quasi pionieristica della ricerca politica moderna e riesco, in questo modo, a concentrarmi meglio sull’oggi con il  necessario distacco, per capire come, chi e cosa voterò nelle prossime elezioni.

Non è dunque  una “fuga”, ma un guardare dall’esterno senza lasciarmi travolgere dai miasmi e dagli urti delle dispute pre-elettorali. La domanda che continuo a pormi in periodi elettorali, ma non solo,  è la seguente: 

“perchè i media e noi stessi  continuiamo  a giustificare  tutte le brutture del linguaggio propagandistico dei candidati con il solito  mantra  ‘siamo in campagna elettorale’? ” 

Dietro a  questo enunciato non riesco a non leggere una scarsa considerazione dei cittadini, che vengono trattati, e si lasciano trattare, come una massa informe e senza cervello destinataria, nella migliore delle ipotesi, di insopportabili cialtronerie e insulsaggini manipolatorie.

Ci cadono tutti! Anche quelli che  al momento della loro “entrata in politica” sembravano portatori  di un linguaggio nuovo e sobrio.

“Succede in tutti i paesi  del mondo”

dirà qualcuno,  sì, vuol dire allora che, purtroppo, il problema è più grave e diffuso di quanto si creda; vuol dire che stiamo perdendo una grande occasione: quella di  usare le parole per capire e farsi capire e non per manipolare e  portare avanti giochi di potere.

 

Ma non siamo disperati, non abbandoniamo il gioco, anzi! Ci entriamo dentro come possiamo e ci  mettiamo a studiare le regole per  capire come si può giocare pulito.

Attraverso i libri, a scuola, nelle piazze, al bar, nelle sedi di partito, sui  social media e nei media tradizionali  cercheremo di contrastare la nullità e il vuoto di significato della propaganda elettorale.

 

Assaggi  di  De Toqueville

Vi sono dunque epoche in cui i cambiamenti che si operano nella costituzione politica e nello stato sociale dei popoli sono tanto lenti e insensibili che gli uomini credono di esser giunti allo stadio finale e lo spirito umano, credendosi fermamente assiso su basi sicure, non spinge il suo sguardo oltre un certo orizzonte.

È il tempo degli intrighi e dei piccoli partiti.

Io chiamo grandi partiti politici quelli che badano più ai principi che alle conseguenze, alle generalità più che ai casi particolari, alle idee più che agli uomini. Questi partiti hanno in genere lineamenti nobili, passioni più generose, convinzioni più salde e procedimenti più franchi e arditi degli altri. L’interesse particolare, che ha pur sempre la sua parte nelle passioni politiche, è in essi più abitualmente nascosto sotto il velo dell’interesse pubblico e talvolta riesce anche a celarsi alla vista di quelli stessi che agiscono sotto la sua spinta.

I piccoli partiti, al contrario, sono in generale senza fede politica, non essendo sostenuti da grandi obiettivi, hanno un carattere egoistico che si manifesta in ogni loro azione: si entusiasmano a freddo, sono violenti nel linguaggio, timidi e incerti nell’azione; impiegano mezzi puerili come gli scopi che si propongono.

Per questa ragione, quando un tempo di calma succede a una rivoluzione violenta, sembra che i grandi uomini scompaiano a un tratto e che le anime si rinchiudano in se stesse.

I grandi partiti rovesciano la società, i piccoli l’agitano; gli uni la ravvivano, gli altri la depravano; i primi talvolta la salvano scuotendola, mentre i secondi la turbano sempre senza profitto. Libro secondo-capitolo primo- p.188

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: