• Mondo Fuori

  • I viaggi della speranza e della disperazione.

    Viaggi nell'abisso. Samia: “Il Viaggio è una cosa che tutti noi abbiamo in testa fin da quando siamo nati. Ognuno ha amici e parenti che l’hanno fatto, oppure che a loro volta conoscono qualcuno che l’ha fatto. È una creatura mitologica che può portare alla salvezza o alla morte con la stessa facilità. Nessuno sa quanto può durare. Se si è fortunati due mesi. Se si è sfortunati anche un anno o due…”p.122 -Non dirmi che hai paura-G.Catozzella

  • Con Amnesty International contro la pena di morte

  • Verità per Giulio Regeni-“La tua verità? No, la Verità, e vieni con me a cercarla. La tua, tientela.” A.Machado y Ruiz (Poeta Spagnolo 1875-1939)

  • Io sto con Emercency

    Guerre, Epidemie, Vite umane falcidiate... Per nostra fortuna c'è Emercency.

  • LIBERA-100 passi e oltre verso…

    21 Marzo a Padova XXIV giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

  • 23 Aprile-Giornata Mondiale del Libro

  • Amo l’Europa

  • 22 Marzo Giornata Internazionale dell’ACQUA-un diritto per tutti!

    con Bertoli e Ligabue, nel vento che soffia e l'acqua che scorre...

  • 21 Marzo-World Poetry Day. Arriva Primavera, in versi…

    Il verso è tutto. G.D'Annunzio, Il Piacere, II,1

  • 15 Marzo Climate Strike. Gli studenti del mondo manifestano per clima e ambiente

    Fridays for Future- giovani alla riscossa- Appello disperato agli "adulti" Agite subito per questa nostra Terra! “Our house is on fire, I am here to say our house is on fire."

  • 8 Marzo 2021-Donne e uomini insieme con determinazione e speranza

  • 25 Aprile 2020- Festa della Liberazione dal nazifascismo

  • 1° Maggio 2020-Coraggio!

    R.Guttuso-Portella delle Ginestre

  • 10 Maggio 2020-Festa della Mamma

    dalla vita di una grande mamma...

  • 5 Ottobre 2020-Giornata UNESCO dedicata agli Isegnanti

  • 23 Maggio-19 Luglio -Luci che non si spengono…

  • 2 Giugno 2020-Festa della Repubblica Italiana

    Ossimori festosi: ferita, disorientata, fragile, eppure resiliente, meravigliosa e forte. La nostra Repubblica.

  • 3 Ottobre 2013-3 Ottobre 2020 Ricordare, accogliere, progettare il futuro

    more

    Il 3 ottobre è diventato giornata della memoria e dell'accoglienza, una data in cui si ricordano le vittime del naufragio di Lampedusa e tutti i migranti che hanno perso la vita nel tentativo di arrivare in Italia, la porta dell'Europa.

  • 20 Novembre2020- Giornata Internazionale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza

  • 25 Novembre 2020-Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne

  • 10 Dicembre 1948 Dichiarazione Universale dei Diritti Umani

    Restare umani è un diritto-dovere. Dopo 70 anni, a che punto siamo?

  • 27 Gennaio-Giornata della Memoria per continuare a ricordare, andando avanti

  • Disclaimer

    I contenuti del blog sono un’esclusiva di Affascinailtuocuore.  È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma, senza  autorizzazione dell’autrice.

    Contenuti di altri autori sono debitamente individuati con tutti i riferimenti necessari.

G. Simenon-IL MORTO DI MAIGRET. Cechi, Italiani, Polacchi, “stranieri” si aggirano nelle strade di Parigi…

 

 

Tucson, Dicembre 1947

“Maigret sentì l’inizio della frase, ma non ne sentì mai la fine.”

Le storie di Maigret sono un’operazione matematica, una moltiplicazione: si cambia l’ordine dei fattori, ma il prodotto rimane lo stesso…

Alla fine di questo viaggio con il commissario e il “suo morto” Albert, alla ricerca del suo/suoi assassini e delle ragioni del delitto, provo un certo senso di fastidio. Questo Maigret così coinvolto nella vicenda del “suo morto”, mi attrae e mi respinge allo stesso tempo.

La storia è ricca di dettagli che prendono vita e colore, come la trama di una tela ben tessuta, dando forma al racconto e disegnando scenari, quasi contemporanei, che fanno riflettere.

Cechi, Italiani, Polacchi, “stranieri” si aggirano nelle strade di Parigi, nei quartieri ghetto, oggi così trendy, tra alberghetti malfamati e locali compiacenti. Gente che viene da fuori, per lo più disadattati, se non criminali veri e propri, alla ricerca disperata della propria realizzazione, costi quel che costi.

Molti spunti di riflessione sono presenti in questo libro, che vanno oltre la trama di un giallo. Maigret conosce bene la sua Parigi, la ama in ogni suo più remoto anfratto e vive la presenza degli “stranieri” quasi come un’invasione perniciosa del proprio amato spazio, delle sue viuzze, dei suoi angoli preferiti.

Come è evidente in Maigret il pregiudizio, la prevenzione e il disprezzo del diverso, specialmente se si confrontano con l’indulgenza affettuosa che il commissario prova per “il suo morto”!
Tutto sommato è forse proprio questo lato poco gradevole di Maigret che rende questa  storia più complessa e più profonda di altre.

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: