• Mondo Fuori

  • I numeri di Affascinailtuocuore

    • 100.406 visite
  • 25 Novembre-Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne

    Il racconto dell'ancella di M.Atwood-Giochi di potere sul corpo delle donne

    RISPETTO E PREVENZIONE

  • Giornata Mondiale del Migrante 2019- Viaggi e Diritti, in tempo di pace e di guerra. Ancora morti, tanti. Troppi!

    Viaggi nell'abisso. Samia: “Il Viaggio è una cosa che tutti noi abbiamo in testa fin da quando siamo nati. Ognuno ha amici e parenti che l’hanno fatto, oppure che a loro volta conoscono qualcuno che l’ha fatto. È una creatura mitologica che può portare alla salvezza o alla morte con la stessa facilità. Nessuno sa quanto può durare. Se si è fortunati due mesi. Se si è sfortunati anche un anno o due…”p.122 -Non dirmi che hai paura-G.Catozzella

  • 15 Marzo Climate Strike. Gli studenti del mondo manifestano per clima e ambiente

    Fridays for Future- giovani alla riscossa- Appello disperato agli "adulti" Agite subito per questa nostra Terra! “Our house is on fire, I am here to say our house is on fire."

  • Verità per Giulio Regeni-“La tua verità? No, la Verità, e vieni con me a cercarla. La tua, tientela.” A.Machado y Ruiz (Poeta Spagnolo 1875-1939)

  • 19 Luglio -Luci che non si spengono

  • LIBERA-100 passi e oltre verso…

    21 Marzo a Padova XXIV giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

  • Con Amnesty International contro la pena di morte

  • Io sto con Emercency

    sempre più guerre, sempre più vittime, Per fortuna che c'è Emercency.

  • 2 Giugno 2019-Festa della Repubblica Italiana

  • Amo l’Europa e il 26 Maggio VOTO.

  • 1° Maggio, su coraggio! Io ti amo…

    Alto e basso.Guttuso e Tozzi. Tempo di contaminazioni...

  • 23 Aprile-Giornata Mondiale del Libro

  • 25 Aprile 2019- Festa della Liberazione dal nazifascismo

    La Storia che mi piace...Fiori di Aprile nel giardino d'Italia liberato

  • 22 Marzo Giornata Internazionale dell’ACQUA-un diritto per tutti!

    con Bertoli e Ligabue, nel vento che soffia e l'acqua che scorre...

  • 21 Marzo-World Poetry Day. Arriva Primavera, in versi…

    Il verso è tutto. G.D'Annunzio, Il Piacere, II,1

  • 27 Gennaio-Giornata della Memoria per continuare a ricordare, andando avanti

    “Despite everything, life is full of beauty and meaning.” ― Etti Hillesum, Lettres De Westerbork

  • 8 Marzo 2018-Donne insieme con determinazione e speranza

  • 10 Dicembre 1948 Dichiarazione Universale dei Diritti Umani

    Restare umani è un diritto-dovere. Dopo 70 anni, a che punto siamo?

  • 20 Novembre2017- Giornata Internazionale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza

  • Follow Affascinailtuocuore on WordPress.com
  • copyright foto

    La maggior parte delle foto inserite negli articoli provengono dalla Rete e sono pertanto da considerarsi di dominio pubblico. Tuttavia, gli autori o i soggetti coinvolti, possono in ogni momento chiederne la rimozione, scrivendo al seguente indirizzo di posta elettronica: affascinailtuocuore@gmail.com
  • Disclaimer

    I contenuti del blog sono un’esclusiva di Affascinailtuocuore.  È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma, senza  autorizzazione dell’autrice.

In vacanza 2. Ethel L.White-LA SIGNORA SCOMPARE durante un sorprendente viaggio in treno…

la signora scompare

 

 

Dopo le prime pagine, realizzi che devi aver già “visto” questa storia. Al termine del libro, nella nota conclusiva ne hai  la conferma.

In effetti l’ho “vista” nel film  Il Mistero della signora scomparsa, di Anthony Page del 1979, con Angela Lansbury, (La signora in giallo, ricordate). Ce n’è uno precedente, che io non ho visto, ma che è considerato di gran lunga la migliore versione cinematografica del libro. Ed è infatti di Alfred Hitchcock che, con The Lady vanishes, si “lancia” anche in considerazioni politico-sociali sull’Inghilterra.

the lady vanishes_1938 HitchcockLa signorina Froy, frizzante zitella Inglese, scompare sul treno, durante il  viaggio di ritorno dai Balcani verso casa, in Inghilterra. Cosa le è successo? È davvero mai esistita o è solo una fantasia della viziata e un po’ isterica Iris Carr, ereditiera in cerca di identità ed emozioni in giro per l’Europa?

Iris, tenacemente e contro  tutti coloro che vorrebbero  farla passare per visionaria, si mette alla ricerca della signorina Froy, con la quale aveva iniziato un discorso amichevole durante il viaggio.  La sua compagnia era riuscita a farle tollerare quella dei personaggi molto ambigui e potenzialmente pericolosi che affollavano il scompartimento e quello attiguo.

Iris inizia dunque una sua indagine molto particolare, senza il supporto di detective famosi, anche se non manca l’incontro “sentimentale” e la possibilità di sviluppi romantici con qualcuno che cercherà di aiutarla, tra un intoppo e l’altro.

L’ambientazione è affascinante: Il Viaggio dalle misteriose montagne dei Balcani, attraverso Trieste/Italia, fino a  Londra/Inghilterra, su un treno che, con tutti gli aspetti misteriosi e accattivanti che il treno  evoca sempre nell’immaginario, gioca il suo ruolo da splendido protagonista.

Bello il titolo originale, The wheel spins 1936 (La ruota gira), quasi un tecnicismo voluto per sottolineare i “turning points” della storia. Il capitolo 24 porta proprio questo sottotitolo e rappresenta infatti uno snodo cruciale:

“la ruota aveva ripreso a girare…”

Ogni capitolo, d’altra parte,   si apre con un sottotitolo che introduce il lettore all’idea principale che verrà sviluppata.

La lettura di questo romanzo è stata certamente influenzata dalle immagini dal film depositate nel magazzino della mia memoria, eppure, la narrazione tesa e ricca di dettagli sapientemente intrecciati, mi ha sorpreso piacevolmente e catturato dolcemente, conducendomi verso la conclusione, al ritmo di un treno in corsa.

 Vladimiro  lo sta leggendo. Avremo modo di parlarne insieme.

C. Fitzsimmons-DELITTO AI GRANDI MAGAZZINI con un’anziana investigatrice…

fitzsimmons-delitto ai grandi magazzini

Miss Marple, la Signora in Giallo e tutte le arzille vecchiette-investigatrici che ci tengono compagnia in TV e nei libri, sono rintracciabili  in Ethel Thomas, la protagonista di questo giallo.

Ma, a dire il vero, a parte una certa ironia di cui  la signora è  indubbiamente  dotata, non la trovo particolarmente coinvolgente.

La trama del romanzo è “dispersiva”, i personaggi deboli e New York spersonalizzata. Certo ci sono i grandi magazzini che sono una sua peculiarità, c’è Macy’s, l’eterno spauracchio dei concorrenti, ma anche lì, poco mordente descrittivo.

Bello il titolo originale The Whispering Window, la finestra che sussurra… Forse la cosa più bella, eliminata però nella traduzione italiana. La finestrella gioca un ruolo fondamentale nella storia ed è uno stratagemma tecnico davvero efficace. Hitchcock docet.
Per il resto riporto l’opinione di Jon L. Breen (2006) che mi sento di condividere in pieno:

“Sebbene Cortland Fitzsimmons non possa essere considerato uno dei grandi maestri dimenticati della narrativa gialla, è tuttavia un’interessante figura della Golden Age. I suoi gialli sportivi e la sua anziana investigatrice Ethel Thomas gli consentono di avere un posto minore, ma onorevole, nella storia del mystery, e i suoi libri possono divertire molto il lettore nostalgico e disposto a una certa indulgenza.”

Con questo romanzo interrompo la lettura dei Gialli del Corriere della Sera. È stato davvero un “bel leggere”!

le copertine del corriere

M.Malvaldi-IL GIOCO DELLE TRE CARTE, dalla Sala Congressi al BarLume

Malvaldi_ilgiocodelletrecarte 001

Un salto in Pineta…

Massimo mi piace. È moderno e credibile nelle sue scelte. Laureato in matematica,  si realizza in un lavoro “aperto”, che lo porta a contatto con la gente e lo mette alla prova  di fronte alle sue personali “rigidità” algebriche.

Credibile nella sua aderenza ai tempi, come nella frenesia di avere il wireless funzionante  nel suo  BarLume (nome ben scelto che evoca improvvise e folgoranti  rivelazioni)  e l’angoscia della connessione fantasma che solo l’olmo cattura e rilascia,  ma non agli internauti schizzati, ma ai tre vecchietti, corredo avito del locale, avidi di ombra e di  chiacchiere.

Massimo mi piace meno in veste di detective.  Ho qualche difficoltà ad accettare il suo “toscano”, le sue divagazioni sul buffo  commissario Fusco, i suoi percorsi Tipo-Signora-in-Giallo (peraltro oggetto di scherno da parte sua) fino all’epifania rivelatrice, magari sulle strisce pedonali nel traffico intenso della mattina.

Pineta_gialliegeografieblogspotPlausibile la storia, proprio per la sua modernità.  Furti di “memorie” e morti strane nel perfetto mondo della ricerca giapponese.

L’ intreccio, a maglie troppo larghe, non cattura fino in fondo. Non posso non pensare alla sapienza di Camilleri e all’unicità di Montalbano e dei suoi luoghi.

Il tentativo di portare nella storia uno spicchio di realtà toscana non lascia segni profondi. Nel complesso definirei il romanzo carino.

E a Novembre 2013 arriva anche la Fiction  BarLume!

barlumefilm

Malvaldi e i suoi delitti: dal libro alla fiction. Ieri, giornata di San Martino e ultimi  sprazzi di Indian Summer (oggi super sole!),  in onda il primo episodio con la banda “intergenerazionale”, che si nutre di “barlumi”. No comment per ora.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: