• Mondo Fuori

  • 9 Maggio 2021-Amo l’Europa

  • 9 Maggio 2021-Festa della Mamma

    dalla vita di una grande mamma...

  • I viaggi della speranza e della disperazione.

    Viaggi nell'abisso. Samia: “Il Viaggio è una cosa che tutti noi abbiamo in testa fin da quando siamo nati. Ognuno ha amici e parenti che l’hanno fatto, oppure che a loro volta conoscono qualcuno che l’ha fatto. È una creatura mitologica che può portare alla salvezza o alla morte con la stessa facilità. Nessuno sa quanto può durare. Se si è fortunati due mesi. Se si è sfortunati anche un anno o due…”p.122 -Non dirmi che hai paura-G.Catozzella

  • Con Amnesty International contro la pena di morte

  • Verità per Giulio Regeni-“La tua verità? No, la Verità, e vieni con me a cercarla. La tua, tientela.” A.Machado y Ruiz (Poeta Spagnolo 1875-1939)

  • Io sto con Emercency

    Guerre, Epidemie, Vite umane falcidiate... Per nostra fortuna c'è Emercency.

  • LIBERA-100 passi e oltre verso…

    21 Marzo a Padova XXIV giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

  • 25 Aprile 2021- Festa della Liberazione dal nazifascismo

  • 23 Aprile-Giornata Mondiale del Libro

  • 22 Marzo Giornata Internazionale dell’ACQUA-un diritto per tutti!

    con Bertoli e Ligabue, nel vento che soffia e l'acqua che scorre...

  • 21 Marzo-World Poetry Day. Arriva Primavera, in versi…

    Il verso è tutto. G.D'Annunzio, Il Piacere, II,1

  • 15 Marzo Climate Strike. Gli studenti del mondo manifestano per clima e ambiente

    Fridays for Future- giovani alla riscossa- Appello disperato agli "adulti" Agite subito per questa nostra Terra! “Our house is on fire, I am here to say our house is on fire."

  • 8 Marzo 2021-Donne e uomini insieme con determinazione e speranza

  • 1° Maggio 2021-Ancora coraggio!

  • 5 Ottobre 2020-Giornata UNESCO dedicata agli Isegnanti

  • 23 Maggio-19 Luglio -Luci che non si spengono…

  • 2 Giugno 2020-Festa della Repubblica Italiana

    Ossimori festosi: ferita, disorientata, fragile, eppure resiliente, meravigliosa e forte. La nostra Repubblica.

  • 3 Ottobre 2013-3 Ottobre 2020 Ricordare, accogliere, progettare il futuro

    more

    Il 3 ottobre è diventato giornata della memoria e dell'accoglienza, una data in cui si ricordano le vittime del naufragio di Lampedusa e tutti i migranti che hanno perso la vita nel tentativo di arrivare in Italia, la porta dell'Europa.

  • 20 Novembre2020- Giornata Internazionale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza

  • 25 Novembre 2020-Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne

  • 10 Dicembre 1948 Dichiarazione Universale dei Diritti Umani

    Restare umani è un diritto-dovere. Dopo 70 anni, a che punto siamo?

  • 27 Gennaio-Giornata della Memoria per continuare a ricordare, andando avanti

  • Disclaimer

    I contenuti del blog sono un’esclusiva di Affascinailtuocuore.  È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma, senza  autorizzazione dell’autrice.

    Contenuti di altri autori sono debitamente individuati con tutti i riferimenti necessari.

IN LETTURA-Tra Aprile e Maggio immersione totale nel capolavoro di Tolstoj

  

 

April is the cruellest  month

canta T.S.Eliot, in apertura di The Waste Land.[i] Crudele, sì, perchè apre l’animo alla speranza  d’amore, di vita, di rinascita, che Aprile e la primavera portano con sé. Sperare significa però anche rischiare la delusione e  la sconfitta delle aspettative. Direte forse:

“Ma cosa c’entra tutto ciò con quanto stai per dire?”

C’entra  perché quel che resta di Aprile e lo splendore di Maggio mi vedranno piacevolmente persa tra le pagine di una storia immortale, lontano dalle atmosfere ancora disarmanti di questa nostra “Pandemic Waste Land 2021″

C’entra perché il romanzo che sto leggendo da speranza e fiducia nella creatività umana,  mai disattesa.

C’entra perché questa storia immensa ti  permette di rifugiarti in un angolo tutto tuo, eppure universale e  meravigliosamente fertile.

Leggere Anna Karenina di Lev Tolstoj sta producendo questi effetti. E siamo solo all’inizio!

 

Anna Karenina

[i] The Waste Land fu scritta nel periodo successivo alla devastante pandemia causata dalla febbre Spagnola. “liot wrote his famous poem in the aftermath of the last global pandemic to shut down the world. He and his wife caught the Spanish Flu in December of 1918, and he wrote much of the poem during his recovery…Michael Austin”


PROPOSITI DI LETTURA, tra Gennaio e Febbraio 2021.

Ci attendono mesi difficili. Ancora. Insieme a milioni di altre persone mi faccio aiutare a superarli. Come? leggendo e navigando tra le parole di narratori terapeutici…

Dopo LA RAGAZZA CON LA LEICA di cui vi parlerò a breve, mi aspettano:

 

cambiareacquaaifiori-perrin

 

CAMBIARE L’ACQUA AI FIORI di Valerié Perrin. Non ho saputo resistere al tam tam di giudizi entusiasti su questo romanzo. Ne parleremo.

 

Europa33 Simenon

 

EUROPA 33 di Georges Simenon. Anche in questo caso mi hanno travolto l’attrazione verso il grande scrittore francese, “padre” del Commissario Maigret, e la curiosità verso il suo punto di vista sull’Europa del 1933, disvelata attraverso il suo viaggio in alcune città simbolo dell’Universo Europa. Ne ho sentito parlare al TGR Veneto da Stefano Chinellato-Libreria Cafoscarina Venezia

 

wp-1610189269735889543182046164319.jpg

 

Quando metti mano alle carte familiari non sai mai quello che trovi! È successo ieri. Tra i polverosi faldoni di genitori, nonni e zii, spunta LA DOMENICA DEL CORRIERE del 17 Gennaio 1965. Che sorpresa! Cinquantasei pagine di meraviglie. Voglio gustarmela a ritmo lento per assaporare tutte le chicche che contiene. Anche di questo parleremo.

 

Propositi di lettura-ALLE FONTI DEL NILO di Wilbur Smith. ” Questa è la fine del viaggio, mago?”

 

 

 

Mentre organizzo i  pensieri  per la  recensione  di ES di Georg Groddeck, (impresa alquanto complessa e di difficile sintesi), comincio un altro viaggio su suggerimento di Vladimiro che  definisce  Alle fonti del Nilo di Wilbur Smith:

«Uno dei romanzi che hanno segnato la mia vita di lettore».

Si, viaggiare…

Ci sentiamo alla fine di questo intenso cammino.

 

Propositi di lettura- G. Groddeck-IL LIBRO DELL’ES. Lettere di psicoanalisi a un’amica.

L’evidente contraddizione tra i ritmi rallentati dell’Autunno e la frenesia da Covid19 mi spinge ad una lettura riflessiva e prolungata, Il libro dell’Es di Georg Groddeck. L’ho tirato giù dalla libreria delle figlie, forse della psicologa Patty o dell’architetta Stefy? Più probabile della prima, Chiederò alla prossima videochiamata Europea!

Prevedo un tempo lungo di lettura. Tutto quello che sentirò necessario per sprofondarmi nelle lettere di Patrick Troll all’amica. Ci risentiremo per la recensio-riflessione.

 

Cosa leggo al solleone di Agosto?

 

alias Grace

Ho appena terminato la lettura di Alias Grace (L’altra Grace) di Margaret Atwood (a breve la recensio-riflessione) e subito penso a cosa leggere  per  sopravvivere al  gran caldo di Agosto, e alle malinconie Covid19 che hanno deciso di starmi al fianco, non richieste.

Ho bisogno di   Montalbano-Camilleri e dunque cedo alle lusinghe  di Riccardino.

Ma i  miei bigliettini sparsi, dove prendo appunti man mano che ascolto la radio, guardo la Tv e leggo i giornali, mi ricordano che c’è in sospeso un’avventura affascinante: Goliarda Sapienza

Come impostare la riflessione su Alias Grace? Click-Apro un file… mi interrompe,  urgente, il bisogno di cominciare a conoscere Goliarda, prima di iniziare la lettura dei suoi libri.

E trovo questa intervista che mi fa pensare, sorridere, entusiasmare. Lo sguardo  di questa donna è magnetico, il verde sorridente dei suoi occhi turba, cattura e coinvolge. Mi lascio trasportare dal racconto così ironicamente amaro  della sua vita, delle sue esperienze artistiche, delle sue conoscenze illustri, delle sue fragilità.

 

Sì, dopo Riccardino   mi dedicherò a lei. ma da cosa comincio?

L’arte della gioia?

L’università di Rebibbia?

Le certezze del dubbio?

Il filo di Mezzogiorno?

Io, Jean Gabin, 2010?

Voi, cosa mi suggerite?  

Propositi di lettura, con un salto all’Opera-LA SIGNORA DELLE CAMELIE di Alexandre Dumas.

wp-15912579171156818781370034163554.jpg

“Non disprezziamo la donna che non è madre, né figlia, né moglie. Non limitiamo la stima alla famiglia…”p.44-cap3

Una frase che condividiamo in tante e tanti, specialmente  dopo  l’ondata di critiche all’app IMMUNI per la foto usata come  simbolo del  femminile. Ma, procediamo con cautela… il romanzo ci  sorprenderà. Siamo asolo all’inizio…

La storia di Margherita ha ispirato  LA TRAVIATA , capolavoro di  Giuseppe Verdi. Me la sto godendo  su RAIPLAY. Teatro dell’Opera di Roma, Regia di Sofia Coppola, costumi di Valentino e cantanti-interpreti (Francesca Dotto Antonio Poli Roberto Frontali Roberto Accurso) bravissimi ed emozionanti.

Ne riparleremo a lettura  ultimata.

 

PROPOSITI DI LETTURA- Nell’isola deserta di Sandro Veronesi e Chiara Valerio, mi lascio affascinare da Il Buio oltre la siepe, di Harper Lee.

Lee buio oltrelasiepecop

L’Isola deserta è una trasmissione di RAI3 che mi piace, lo sapete. Domenica 3 Maggio  Sandro Veronesi  è ospite di Chiara Valerio.

Quando risponde alla domanda  sul suo romanzo preferito, non ha dubbi e cita Il Buio oltre la siepe di Harper lee. Comincia a parlarne con un entusiasmo tale che mi convince. Quando poi  fa riferimento  anche al film con Gregory Peck, lì scatta il click.

Lo voglio leggere. E così me lo procuro. Oggi, Lunedì 4 Maggio, giorno della ripartenza parziale, entro nella siepe di  Lee…

L’inizio è  molto promettente. 

 

Propositi di lettura-“GARIBALDI” di Alexandre Dumas- A ognuno la sua lotta virale: Il cholera-morbus

garibaldi-Dumas

 

Quante StorieRaiplay ha aperto una finestra, dalla quale mi sono affacciata per cogliere l’eco Garibaldina, attraverso le parole di Alexandre Dumas:

“Al mio ritorno ritrovai Marsiglia pressappoco nello stato in cui la vide Monsieur de Belzuce all’epoca della peste nera nel 1820. Il cholera-morbus faceva terribile strage degli abitanti. Molte persone avevano abbandonato la città, che sembrava un cimitero. I medici chiedevano dei benevoli. Tale è il nome che si dà negli ospedali a quelli che prestano volontariamente il loro aiuto. Mi offrii insieme a un triestino che era venuto da Tunisi con me. Entrammo come aiutanti nell’ospedale, e ci dividemmo le fatiche diurne e notturne. Quel servizio durò un paio di settimane. In capo a quindici giorni, poiché il colera era diminuito d’intensità…”

A dopo la lettura per altri echi…

Letture in quarantena—Un incipit-quiz nella più totale “atemporalità”.

scopri incipit-collage

Ho appena iniziato un nuovo libro che  mi accompagnerà lungo questo confinamento spazio-temporale. È sceso dal vecchio scaffale, da tempo reclamava la mia attenzione. Confesso che le prime pagine mi hanno provocato un notevole imbarazzo, d’altra parte avevo sentito molto parlare di questo autore e del suo  linguaggio trasgressivo, e tuttavia ho sempre pensato che fosse una lettura necessaria, considerate anche le lusinghiere critiche di alcuni autori tra i miei preferiti…

Di che romanzo si tratta? 

Incipit

Abito a villa Borghese. Non un granello di polvere, non una sedia fuori posto. Siamo soli, e siamo morti.
Ieri sera Boris si è accorto di avere i pidocchi. Gli ho dovuto radere le ascelle, ma il prurito non ha smesso. Come si fa a prendere i pidocchi in un posto bello come questo? Ma non pensiamoci. Non ci si sarebbe mai conosciuti così intimamente, Boris ed io, se non fosse stato per i pidocchi.

Boris mi ha fornito poco fa un compendio di come la vede. È un profeta del tempo. Farà brutto ancora, dice. Ci saranno ancora calamità, ancora morte, disperazione. Non c’è il minimo indizio di cambiamento. Il cancro del tempo ci divora. I nostri eroi si sono uccisi, o s’uccidono. Protagonista, dunque, non è il Tempo, ma l’Atemporalità. Dobbiamo metterci al passo, passo serrato, verso la prigione della morte. Non c’è scampo. Non cambierà stagione…

 

È l’autunno del mio secondo anno a Parigi. Ci sono stato mandato per una ragione che ancora non sono riuscito a penetrare.
Non ho né soldi, né risorse, né speranze. Sono l’uomo più felice del mondo. Un anno, sei mesi fa, pensavo d’essere un artista. Ora non lo penso più, lo sono. Tutto quel che era letteratura, mi è cascato di dosso. Non ci sono più libri da scrivere, grazie a Dio.
E questo allora? Questo non è un libro. È libello, calunnia, diffamazione. Ma non un libro nel senso usuale della parola…

Transizione-Letture parallele tra il vecchio e il nuovo anno

 

Di solito non leggo mai  due libri in contemporanea, almeno per quanto mi ricordi. Tra Dicembre 2019 e Gennaio 2020 è successo. 

Sono  due  storie legate alla Sicilia e a grandi Siciliani: I Florio- Leoni di Sicilia e Andrea Camilleri, gigante della narrazione, con il suo  gradevolissimo I Tacchini non ringraziano, libro di fiabe su animali e non. 

Non è stata una scelta voluta, ma il caso a volte aiuta. E stranezze della lettura, le due storie sembrano integrarsi e completarsi. E riempiono l’anima. Ne parleremo   presto nelle mie recensioriflessioni.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: