lamiglioreofferta1

Il thriller raffinato del premio Oscar Giuseppe Tornatore La migliore offerta sbanca ai David di Donatello 2012-2013…La Stampa.it.

E meritatamente. Non c’è altro da aggiungere alla recensione già proposta da affascinailtuocuore

 

…O della Bellezza

lamilgioreoffertaVirgil Oldman è un battitore d’asta, avanti negli anni, pieno di tic e di insoddisfazione, nonostante abbia un lavoro prestigioso  che gli permette di vivere tra lusso e bellezza. Un fatidico giorno  lo contatta Claire, giovane e misteriosa  ereditiera che gli commissiona la valutazione dei beni di famglia per la successiva vendita.Virgil  accetta l’incarico solo dopo una serie di telefonate assillanti della donna.

Comicia così una storia tormentata, dominata da contatti telefonici, strappi e ricuciture. Virgil  svolge il suo lavoro  con la consueta serietà, anche se la sua committente non si  presenta mai agli appuntamenti, ma si ostina a mantenere il mistero su di sè. Virgil inizia quella che sarà “la” relazione della sua vita, tra opere d’arte, stanze misteriose e ritrovamenti promettenti.

L’impressione di bellezza resta negli occhi, nel cuore e nella mente dello spettatore all’uscita dal cinema, dopo aver assistito alla proiezione di La migliore offerta di Giuseppe Tornatore. Personalmente tale impressione si associa immediatamente allo sguardo brillante del regista siciliano intervistato da Fazio, tornato all’entusiasmo e alla creatività di Nuovo Cinema Paradiso.

Beauty is Truth, Truth is Beauty

scriveva Keats nella sua Ode to a Grecian Urn.  Nel film ritrovo questa idea guida, arricchita di sfumature interessanti. Ma di quale sostanza è fatto il Vero? Dell’apparenza, come direbbero Oscar Wilde e i decadenti? Il film svelerà l’arcano.

220px-Thisbe_-_John_William_WaterhouseTra gli espedienti narrativi usati ritrovo la grazia e il dolore di Piramo e Tisbe e delle loro parole d’amore  filtrate attraverso lo spessore della separazione. Il film è ricco di citazioni “colte” che Tornatore riesce ad amalgamare in una storia credibilissima, in un personaggio “vero” e universale. Virgil, ricco e potente professionista, è tuttavia un uomo dalle enormi fragilità psicologiche. Chiuso a tutto e a tutti, si lascia, suo malgrado, “penetrare” da una freccia inesorabile che mette a nudo tutte le sue debolezze. L’arte è il  codice di vita che lo porterà a vivere quanto dice Picasso:

“El arte es la mentira que nos permite conocer la verdad”

L’arte è la menzogna che ci permette di conoscere la verità.

Rush_la miglioreoffertaGeoffrey Rush sfodera tutta la sua bravura, rendendo evidenti   i cambiamenti dell’anima attraverso il linguaggio del corpo.

La bellezza dell’ambientazione è indiscutibile: case stupefacenti  arredate con  oggetti di valore;  la città ideale ricostruita tra  Trieste, Vienna, Bolzano, Milano, Parma, Roma e Milano  e soprattutto Praga magica; botteghe intriganti, piccoli locali caratteristici, pieni di atmosfera e di personaggi inquietanti.

Il linguaggio filmico, mostra tutte le simmetrie del bello, e al tempo stesso, tutta la fragilità che “la simmetria” spesso contiene.

Il ritmo è molto ben tenuto. La tensione narrativa regge, dall’inizio alla  fine,  lo spettatore viene accompagnato con energia e rassicurazione, in attesa di qualcosa di imprevisto e ineluttabile.

Bello, bello, bello!

Qui il Trailer ufficiale

Un pensiero riguardo “G.Tornatore-LA MIGLIORE OFFERTA o della Bellezza…Un thriller sorprendente!

I commenti sono chiusi.