• Follow Affascinailtuocuore on WordPress.com
  • Mondo Fuori

  • 27 Gennaio-Giornata della Memoria per continuare a ricordare, andando avanti

  • I viaggi della speranza e della disperazione.

    Viaggi nell'abisso. Samia: “Il Viaggio è una cosa che tutti noi abbiamo in testa fin da quando siamo nati. Ognuno ha amici e parenti che l’hanno fatto, oppure che a loro volta conoscono qualcuno che l’ha fatto. È una creatura mitologica che può portare alla salvezza o alla morte con la stessa facilità. Nessuno sa quanto può durare. Se si è fortunati due mesi. Se si è sfortunati anche un anno o due…”p.122 -Non dirmi che hai paura-G.Catozzella

  • Con Amnesty International contro la pena di morte

  • Verità per Giulio Regeni-“La tua verità? No, la Verità, e vieni con me a cercarla. La tua, tientela.” A.Machado y Ruiz (Poeta Spagnolo 1875-1939)

  • Io sto con Emercency

    Guerre, Epidemie, Vite umane falcidiate... Per nostra fortuna c'è Emercency.

  • LIBERA-100 passi e oltre verso…

    21 Marzo a Padova XXIV giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

  • 8 Marzo 2020-Donne insieme con determinazione e speranza

    a mia madre-click&read
  • 15 Marzo Climate Strike. Gli studenti del mondo manifestano per clima e ambiente

    Fridays for Future- giovani alla riscossa- Appello disperato agli "adulti" Agite subito per questa nostra Terra! “Our house is on fire, I am here to say our house is on fire."

  • 21 Marzo-World Poetry Day. Arriva Primavera, in versi…

    Il verso è tutto. G.D'Annunzio, Il Piacere, II,1

  • 22 Marzo Giornata Internazionale dell’ACQUA-un diritto per tutti!

    con Bertoli e Ligabue, nel vento che soffia e l'acqua che scorre...

  • 23 Aprile-Giornata Mondiale del Libro

  • 25 Aprile 2020- Festa della Liberazione dal nazifascismo

  • 1° Maggio 2020-Coraggio!

    R.Guttuso-Portella delle Ginestre

  • 23 Maggio-19 Luglio -Luci che non si spengono…

  • 10 Maggio 2020-Festa della Mamma

    dalla vita di una grande mamma...

  • 2 Giugno 2020-Festa della Repubblica Italiana

    Ossimori festosi: ferita, disorientata, fragile, eppure resiliente, meravigliosa e forte. La nostra Repubblica.

  • Amo l’Europa

  • 3 Ottobre 2013-3 Ottobre 2020 Ricordare, accogliere, progettare il futuro

    more

    Il 3 ottobre è diventato giornata della memoria e dell'accoglienza, una data in cui si ricordano le vittime del naufragio di Lampedusa e tutti i migranti che hanno perso la vita nel tentativo di arrivare in Italia, la porta dell'Europa.

  • 5 Ottobre 2020-Giornata UNESCO dedicata agli Isegnanti

  • 20 Novembre2020- Giornata Internazionale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza

  • 25 Novembre 2020-Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne

  • 10 Dicembre 1948 Dichiarazione Universale dei Diritti Umani

    Restare umani è un diritto-dovere. Dopo 70 anni, a che punto siamo?

  • copyright foto

    La maggior parte delle foto inserite negli articoli provengono dalla Rete e sono pertanto da considerarsi di dominio pubblico. Tuttavia, gli autori o i soggetti coinvolti, possono in ogni momento chiederne la rimozione, scrivendo al seguente indirizzo di posta elettronica: affascinailtuocuore@gmail.com
  • Disclaimer

    I contenuti del blog sono un’esclusiva di Affascinailtuocuore.  È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma, senza  autorizzazione dell’autrice.

    Contenuti di altri autori sono debitamente individuati con tutti i riferimenti necessari.

LA FIERA DELLE PAROLE 2012 si apre con Carmine Abate e il “rosso” vento calabro

9/10/12, pomeriggio caldo-umido  di inizio autunno padovano. Con la mia amica Lucia, andiamo all’incontro di apertura de La Fiera delle Parole. L’Aula Magna del Bo, maestosa e solenne,  ci accoglie nei suoi spazi  aviti con le rituali parole di benvenuto e di  “buon viaggio”  del Rettore Zaccaria, del sindaco Zanonato e del dottor Furlan dalla Camera di Commercio. Tutti e ciascuno  mettono  in evidenza quanto bravi e sensibili siano stati nell’incoraggiare e “finanziare” la manifestazione. Bravi!

Bravissima davvero Bruna  Coscia, organizzatrice dell’evento, che  ha detto due parole essenziali e dirette e ha lasciato, la parola al Libro…

Si materializza Carmine Abate, autore di La collina del vento,  che ha vinto il premio Campiello alla sua 50esima edizione. La  mia amica mi ricorda come  lo avessimo cercato e voluto  per il nostro lavoro  Comenius Promise su Cent’anni di Emigrazione Europea. Vero! L’ avevo dimenticato.

Dopo l’esauriente presentazione di De Michelis, che, preso da passione espositiva travolgente, rischia di  svelare il finale, parla Carmine:”

Io scrivo solo quando sento forte l’urgenza di scrivere. Il lettore deve sentire questa urgenza, altrimenti non si appassiona.

E le sue parole  e la sua persona mostrano inequivocabilmente  l’atteggiamento  riconoscibile dell’insegnante appassionato,  la sua grande carica di umanità ed esperienza,  la visione del presente attraverso il passato, senza nostalgie e rimpianti. Non mancano, tuttavia,  alcune considerazioni veloci  sulle varie forme di razzismo e sradicamento. Anche io non sopporto tutta la manfrina della ricerca delle origini o che  “le radici non si dimenticano” etc etc..

ma io chi sono?

Tutto bello ed interessante, Ma la scintilla scoppia, quando Abate  ci racconta della domanda epica: “ma io chi sono?”. Sì è posto la domanda  dopo  essersi sentito definire nei modi più diversi (Italiano con accezione “dubbia” in Germania, terrone nel Trentino, trentino in Calabria, Arbëresh dagli Albanesi, migranti del 91 in Calabria…).  Chi  di noi  non si è mai posto  questa domanda esistenziale, pur non essendo necessariamente un migrante?

La domanda di Abate  riaccende il film della mia vita e di quella di molte persone intorno a me. Da buona migrante, in viaggio  attraverso lo Stivale, concordo con lui. Sono molto più ricca di  tanti altri, perchè ho esplorato terre diverse e incontrato  gente nuova, bella, brutta, affascinante, repellente…e sono rimasta sempre io, sempre la stessa, ma con qualche piccola radice in più ad arricchire il mio albero della vita.

Mah, forse me lo leggo questo libro, anche sa ha appena vinto un premio prestigioso  e io con i premi non vado molto d’accordo. Poi  Carmine cita Elias Canetti  e qui mi dico: sì, lo leggo. Anzi lo compro ora e lo faccio pure firmare, proprio come si vede nei film… Canetti e la sua Lingua salvata, storia di una giovinezza è una pietra miliare del migrante illuminato, multi identitario. Lo aggiungo ai libri di Ottobre. Con Lucia decidiamo di leggerlo e di organizzare, dopo,  una cenetta per  “raccontarlo  e commentarlo” Fixed!

  

  Chiude l’incontro  Chiara PARRINI, viola d’amore dei Solisti Veneti. Che meraviglia! adoro le contaminazioni.

3 Risposte

    Anch’io voglio leggerlo come migrante illuminata!!!!

    "Mi piace"

  1. […] sulla Collina del Vento con Carmine Abate. Vi ricordate l’incontro con l’autore alla Fiera delle Parole di Padova? Le premesse  erano incoraggianti e stimolanti. L’effetto della lettura nella recensione che […]

    "Mi piace"

  2. […] Premessa alla recensione in  La Fiera delle Parole si apre con Carmine Abate e il “rosso” vento  calabro […]

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: