• Mondo Fuori

  • 8 Marzo 2021-Donne e uomini insieme con determinazione e speranza

  • 27 Gennaio-Giornata della Memoria per continuare a ricordare, andando avanti

  • I viaggi della speranza e della disperazione.

    Viaggi nell'abisso. Samia: “Il Viaggio è una cosa che tutti noi abbiamo in testa fin da quando siamo nati. Ognuno ha amici e parenti che l’hanno fatto, oppure che a loro volta conoscono qualcuno che l’ha fatto. È una creatura mitologica che può portare alla salvezza o alla morte con la stessa facilità. Nessuno sa quanto può durare. Se si è fortunati due mesi. Se si è sfortunati anche un anno o due…”p.122 -Non dirmi che hai paura-G.Catozzella

  • Con Amnesty International contro la pena di morte

  • Verità per Giulio Regeni-“La tua verità? No, la Verità, e vieni con me a cercarla. La tua, tientela.” A.Machado y Ruiz (Poeta Spagnolo 1875-1939)

  • Io sto con Emercency

    Guerre, Epidemie, Vite umane falcidiate... Per nostra fortuna c'è Emercency.

  • LIBERA-100 passi e oltre verso…

    21 Marzo a Padova XXIV giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

  • 15 Marzo Climate Strike. Gli studenti del mondo manifestano per clima e ambiente

    Fridays for Future- giovani alla riscossa- Appello disperato agli "adulti" Agite subito per questa nostra Terra! “Our house is on fire, I am here to say our house is on fire."

  • 21 Marzo-World Poetry Day. Arriva Primavera, in versi…

    Il verso è tutto. G.D'Annunzio, Il Piacere, II,1

  • 22 Marzo Giornata Internazionale dell’ACQUA-un diritto per tutti!

    con Bertoli e Ligabue, nel vento che soffia e l'acqua che scorre...

  • 23 Aprile-Giornata Mondiale del Libro

  • 25 Aprile 2020- Festa della Liberazione dal nazifascismo

  • 1° Maggio 2020-Coraggio!

    R.Guttuso-Portella delle Ginestre

  • 23 Maggio-19 Luglio -Luci che non si spengono…

  • 10 Maggio 2020-Festa della Mamma

    dalla vita di una grande mamma...

  • 2 Giugno 2020-Festa della Repubblica Italiana

    Ossimori festosi: ferita, disorientata, fragile, eppure resiliente, meravigliosa e forte. La nostra Repubblica.

  • Amo l’Europa

  • 3 Ottobre 2013-3 Ottobre 2020 Ricordare, accogliere, progettare il futuro

    more

    Il 3 ottobre è diventato giornata della memoria e dell'accoglienza, una data in cui si ricordano le vittime del naufragio di Lampedusa e tutti i migranti che hanno perso la vita nel tentativo di arrivare in Italia, la porta dell'Europa.

  • 5 Ottobre 2020-Giornata UNESCO dedicata agli Isegnanti

  • 20 Novembre2020- Giornata Internazionale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza

  • 25 Novembre 2020-Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne

  • 10 Dicembre 1948 Dichiarazione Universale dei Diritti Umani

    Restare umani è un diritto-dovere. Dopo 70 anni, a che punto siamo?

  • Disclaimer

    I contenuti del blog sono un’esclusiva di Affascinailtuocuore.  È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma, senza  autorizzazione dell’autrice.

    Contenuti di altri autori sono debitamente individuati con tutti i riferimenti necessari.

Lettera a Vladimiro su LA CADUTA DEI GIGANTI di K.Follett

Caro Vladimiro,

questa è una risposta alla tua recensione del  romanzo di  Ken Follett, La caduta dei giganti. Questo genere di storie non mi esalta. It’s not my cup of tea, ma capisco perchè catturino così tanti lettori, in tutto il mondo.

Il romanzo è ricco di storie parallele di uomini e donne appartenenti a classi sociali diverse, di solito ricchi aristocratici vs proletari o poveri e diseredati, nel mondo imperiale euro-asiatico del primo novecento.

Principi e principesse, giornaliste suffragettes piccolo-alto borghesi, come la cameriera gallese che, fuggita a Londra perchè incinta di un nobile odioso, diventa il simbolo della riscossa femminile fino a diventare parlamentare laburista per la constituency di Aldgate, come   suo fratello Billy, l’eroe minatore eletto ad Aberoween in Galles!!!  come l’orba Rosa, superaffascinante e intelligente o  la fiera Lady Maud che per amore del suo  ricco e affascinante  tedesco  affronta la povertà con coraggio e senso dell’humour e si “ricicla” come pianista di jazz in un night-club di Berlino. 

 

Follett-La caduta dei giganti

Quanti temi si incontrano in questa lunga storia! Guerre, intrighi, inflazione galoppante, dollari come oro, marchi a palate per comprare una pagnotta di pane (vero!).  Poi la Russia di Lenin, piccolo  uomo maneggione e sgradevole, del nobile principe Andrej che fronteggia la rivoluzione e la morte con orgoglio  tutto “aristocratico”. Politici meschini, alcuni illuminati in cattiva salute, ma disposti  a morire per l’ideale etc etc…

Tutto intrecciato in un  pastone quasi “soap” fatto di amori, tradimenti, alcol, perversioni, figli che nascono da tante madri diverse e da pochi padri protagonisti, figli che nascono  perché  utili allo scrittore per passare al secondo  e poi al terzo volume della trilogia e continuare le storie parallele già avviate nel primo.

Ricostruzioni storiche, sul filo del verosimile, di figure di spicco,  ambienti, eventi e decisioni che un buon testo di storia ufficiale forse riesce a rendere in modo più  efficace, specialmente se si avvale di testimonianze o di  analisi  più approfondite. A tratti mi sono annnoiata nelle trincee  francesi, tra  descrizioni superficiali di attacchi  notturni senza spessore.

C’è un aspetto però che mi piace: ripercorrere le strade delle valli  gallesi dell’area di Cardiff, dove sono stata più di una volta e dove ho respirato  la stessa atmosfera che Follett racconta. E poi qualche tocco di Londra che rispolvero sempre con immenso piacere. Sapienza narrativa e organizzativa, chapeau Mr Follett!

E tuttavia, non credo che leggerò ancora libri del genere, ma intanto sono contenta di averlo fatto. Mi sono fatta un’idea. Grazie Vladimiro!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: