• Mondo Fuori

  • 2 Giugno 2021-Festa della Repubblica Italiana

    Ossimori festosi: ferita, disorientata, fragile, eppure resiliente, meravigliosa e forte. La nostra Repubblica.

  • 23 Maggio-19 Luglio -Luci che non si spengono…

    Giovanni Falcone e Paolo Borsellino: due MAGISTRATI che non si sono venduti all'illegalità

  • 9 Maggio 2021-Amo l’Europa

  • 9 Maggio 2021-Festa della Mamma

    dalla vita di una grande mamma...

  • I viaggi della speranza e della disperazione.

    Viaggi nell'abisso. Samia: “Il Viaggio è una cosa che tutti noi abbiamo in testa fin da quando siamo nati. Ognuno ha amici e parenti che l’hanno fatto, oppure che a loro volta conoscono qualcuno che l’ha fatto. È una creatura mitologica che può portare alla salvezza o alla morte con la stessa facilità. Nessuno sa quanto può durare. Se si è fortunati due mesi. Se si è sfortunati anche un anno o due…”p.122 -Non dirmi che hai paura-G.Catozzella

  • Con Amnesty International contro la pena di morte

  • Verità per Giulio Regeni-“La tua verità? No, la Verità, e vieni con me a cercarla. La tua, tientela.” A.Machado y Ruiz (Poeta Spagnolo 1875-1939)

  • Io sto con Emercency

    Guerre, Epidemie, Vite umane falcidiate... Per nostra fortuna c'è Emercency.

  • LIBERA-100 passi e oltre verso…

    21 Marzo a Padova XXIV giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

  • 25 Aprile 2021- Festa della Liberazione dal nazifascismo

  • 23 Aprile-Giornata Mondiale del Libro

  • 22 Marzo Giornata Internazionale dell’ACQUA-un diritto per tutti!

    con Bertoli e Ligabue, nel vento che soffia e l'acqua che scorre...

  • 21 Marzo-World Poetry Day. Arriva Primavera, in versi…

    Il verso è tutto. G.D'Annunzio, Il Piacere, II,1

  • 15 Marzo Climate Strike. Gli studenti del mondo manifestano per clima e ambiente

    Fridays for Future- giovani alla riscossa- Appello disperato agli "adulti" Agite subito per questa nostra Terra! “Our house is on fire, I am here to say our house is on fire."

  • 8 Marzo 2021-Donne e uomini insieme con determinazione e speranza

  • 1° Maggio 2021-Ancora coraggio!

  • 5 Ottobre 2020-Giornata UNESCO dedicata agli Isegnanti

  • 3 Ottobre 2013-3 Ottobre 2020 Ricordare, accogliere, progettare il futuro

    more

    Il 3 ottobre è diventato giornata della memoria e dell'accoglienza, una data in cui si ricordano le vittime del naufragio di Lampedusa e tutti i migranti che hanno perso la vita nel tentativo di arrivare in Italia, la porta dell'Europa.

  • 20 Novembre2020- Giornata Internazionale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza

  • 25 Novembre 2020-Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne

  • 10 Dicembre 1948 Dichiarazione Universale dei Diritti Umani

    Restare umani è un diritto-dovere. Dopo 70 anni, a che punto siamo?

  • 27 Gennaio-Giornata della Memoria per continuare a ricordare, andando avanti

  • Disclaimer

    I contenuti del blog sono un’esclusiva di Affascinailtuocuore.  È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma, senza  autorizzazione dell’autrice.

    Contenuti di altri autori sono debitamente individuati con tutti i riferimenti necessari.

Festa della Mamma 2014-SGUARDI D’AMORE INCROCIATI

 

cuore-di-muschio_thumb.jpg

Festa della Mamma 2014. Muschio, simbolo dell’amore materno, dal mio giardino

 

Quest’anno  festeggio la Festa della Mamma con le immagini del cuore, recuperando una testimonianza familiare.

Siviglia 2009. Si torna a casa, in Italia. Il momento  dei saluti  è sempre straziante. Ci si lascia, fisicamente, con la certezza di ritrovarsi  presto. Gli occhi sono lucidi, il viso tradisce qualche emozione malcelata, ma l’abbraccio trasmette fedeltà eterna ai sentimenti che legano  padri, madri e figlie.

Questo è il bellissimo  regalo di Stefania, che fissa a modo suo, l’ intenso  periodo  vissuto insieme.

 

 

Jane’s Walk tra le terrazze di Siviglia. Passeggiata di scoperta dell’ambiente architettonico-naturalistico, dall’alto…

Jane's Walk sevillaDal 2 al 4 Maggio si svolge a Siviglia la  Passeggiata  di Jane, per esplorare la città vera, secondo i principi  dell’Urbanista Americana  Jane Jacobs che ha ispirato la realizzazione di questo tipo di eventi,  a livello internazionale.

Jane’s walk conmemora las ideas y el legado de la urbanista Jane Jacobs organizando recorridos -liderados por guías locales- con el objetivo de que la gente salga a explorar sus barrios y conocer a sus vecinos.

Una serie de paseos celebrados durante el primer fin de semana de Mayo de cada año son liderados por locales que quieren crear un espacio para los residentes donde hablar de sus preocupaciones lo que les importa entorno a los lugares donde viven y trabajan. Desde su creación en 2007 en Toronto, Jane’s walk se ha expandido rápidamente. En Mayo de 2013, más de 800 paseos se organizaron en más de 100 ciudades y 22 países a lo largo de todo el mundo.

S.Scamardi- Jane's walk sulle azoteas di Siviglia

S.Scamardi- Jane’s walk sulle azoteas di Siviglia

Domenica 4 Maggio 2014,  la Passeggiata di Jane  si conclude con un itinerario “dall’alto”, dalle terrazze di Siviglia, ricche di  vita ed esperienze speciali, sotto la guida dell’Architetto Stefania Scamardi che le ha esplorate nel suo percorso di ricerca Siviglia Celeste  (Proyecto sobre el Valor de las Azoteas de Sevilla.   Master in Arquitectura y Patrimonio, Instituto Andaluz de Patrimonio Histórico-Escuela de Arquitectura de la Universidad de Sevilla).

Qualche immagine d’assaggio, tra gente, suoni e vita vera.

 

CAPUCHINA ANIMADORA SOCIAL.Tripudio di natura nell’Orto del Re Moro

 

 

cuc-entre-las-capuchinas_SScamardi.jpg

La pioggia e il grigiore mosso di questa giornata mi fanno venir voglia di camminare a piedi scalzi, con il  pato del huerto, tra le capuchinas di Siviglia.

Il  tripudio della natura prende vita e colore nella fotografia di  Stefania Scamardi che   descrive così il tema dell’immagine:

Cucú entre las capuchinas. Huerto del Rey Moro. Sevilla, Abril 2014. Un día Luciano Furcas nos contó que la capuchina es como una animadora social para las otras plantas, cuando se viste de nuevo todas las siguen! Antibiótico natural, planta comestible y rica en vitamina C la Capuchina común, flor de amor, espuela de galán, cachaco de muladar, jacinto, marañuelas, pelón, pensamiento, taco de reina, berro de México, mastuerzo de indias, cappuccina (Italiano), capucine (Francés), large indian cress (Inglés), kapuzinerkresse (Alemán), chagas, mastru, papagaios (Portugués). ‪#‎patos‬ ‪#‎huertodelreymoro‬

Una comunità di ricerca tra Spagna e Marocco si offre allo sguardo di una fotografa Italiana. Ed è subito Mediterraneo in viaggio

Il viaggio di una comunità di ricerca da Siviglia a Larache, e ritorno, fa incontrare luoghi, persone, esperienze e immagini di vita.

Il viaggio è anche ricerca  e recupero di pezzi  del patrimonio culturale, sociale e abitativo di realtà spesso  sconosciute e trascurate.

La ricerca è anche  scoperta da se stessi  e spinta alla consapevolezza dei propri valori  e della propria cultura.

Di seguito  due promo  dell’ Evento a Siviglia: Bienvenidos a Jnane Aztout”, mostra foto-poetica di Stefania Scamardi ,   che si inaugurerà domani a Siviglia.

e questo è il promo in Arabo e Spagnolo,

Evento a Siviglia: Bienvenidos a Jnane Aztout", mostra foto-poetica di Stefania Scamardi

FOTO-POÉTICA EXPO

Rehabilitación Integral del Barrio de Jnane Aztout.

Larache, Marruecos. 2005-2013

Stefania Scamardi-hercules-a32

qui il sito   con i dettagli su FOTO-POÉTICA EXPO


La Mostra itinerante: DOVE E QUANDO

clip_image002La mostra itinerante, “Bienvenidos a Jnane Aztout” allestita da Stefania Scamardi è il prodotto conclusivo, o se volete, il porto di approdo di un lungo progetto-viaggio, iniziato alla Facoltà di Architettura dell’Università di Siviglia, approdato  in Marocco, a Jnane Aztout  e rientrato, con la mostra conclusiva, nella stupenda città Andalusa.

Ricco di implicazioni artistiche, ambientali e sociali il progetto è diventato un modello di riferimento di una ricerca-azione che parte dalla persona come fulcro da cui prendono le mosse tutte le attività del programma, calate nell’ habitat   autentico dei protagonisti che,  nel confronto con altre realtà, si  arricchiscono   di nuova consapevolezza e  crescita sociale e individuale.

CICUS_SivigliaL’inaugurazione della mostra è prevista a Siviglia, presso il CICUS  (Centro di  Iniziative Culturali dell’Università di Siviglia) dal 26 Febbraio  al 7 Marzo 2014.

clip_image006

Viviamo in un  mondo che  diventa sempre più piccolo, giorno dopo giorno.

E dunque chi di noi avesse la fortuna di trovarsi a Siviglia nel periodo della mostra, pianifichi una visita al CICUS, in pieno centro città, per ammirare le splendide fotografie di Scamardi e per ripercorrere, attraverso di esse, il meraviglioso viaggio nell’esperienza umana e civile fatto dal team di ricerca e soprattutto dagli abitanti delle città esplorate: donne, bambini, vecchi e giovani, tutti coinvolti entusiasticamente nel Viaggio…

Comunicato stampa dicabblog

US Por el Desarollo

dell’Università di Siviglia

“Exposición foto-poética itinerante  “Bienvenidos a Jnane Aztout” de Stefania Scamardi Fortuna (Grupo Hábitat y Desarrollo / Oficina de Cooperación / CICUS) – Del 26 de febrero al 6 de marzo de 2014-

Ocho años de trabajo de rehabilitación integral del barrio de chabolas marroquí de Jnane Aztout en Larache, pusieron punto y final el pasado año 2013. Esteban de Manuel, profesor titular de la Universidad de Sevilla y miembro eje de este proyecto de cooperación que involucra a instituciones andaluzas y marroquíes, sugirió la idea de realizar una exposición fotográfica pedagógica que difundiera los logros y los resultados del trabajo realizado.

SScamardi_autoritratto_in_mantillaLas imágenes de Stefania Scamardi Fortuna, arquitecta y fotógrafa italiana, protagonizarán la exposición “Bienvenidos a Jnane Aztout” haciendo realidad la idea de Esteban de Manuel. Stefania realizó un seguimiento fotográfico del proyecto, y a través de su exposición pretende ofrecer un acercamiento sensible a la memoria histórica y al presente del barrio, a sus procesos y productos, a los espacios públicos y privados, de consenso y cuidado que se han ido creando en los últimos 9 años.

La obra fotográfica estará acompañada de la lírica de diferentes poetas y escritores invitados, que abrirán nuevas perspectivas de interpretación del proyecto con relatos breves y pequeños poemas…read more

Fabrizio De Andrè, Faber per sempre. Un incontro con la sua musica e con Guido Rigatti a Padova

Guido:

“Carissime e carissimi,

con piacere vi invito venerdì 24 gennaio – alle ore 21 – in Galleria21 al recital per Fabrizio De André E corsi a vedere il colore del vento.

 

DeAndre24GennaioG21

Quando avevo otto o nove anni, con i miei pochi sudati risparmi feci ai miei genitori un regalo, un disco: il Volume 3 di Fabrizio De Andrè.De André volumeIII

 Sono cresciuto con De Andrè; una sorta di fratello maggiore lontano fisicamente ma sempre aleggiante in casa, pronto con la sua voce, a raccontarmi avventure di straordinaria normalità, amori densi, bandiere libertarie, a fornirmi dritte di vita, terrestre spiritualità, suggerirmi ora lacrime, ora sorrisi disincantati.

GuidoRigattiLe sue canzoni non mi hanno cambiato la vita, me l’hanno solo resa più intensa e ricca di sfumature. Fabrizio non è stato per me un faro ideologico ma il mio insegnante di educazione “sensuale” e filosofica.

Con me Angelo Mussoni alle chitarre e alla voce, che ha de Andrè nel DNA.

MussonieAgostiniNon potevo fare questa serata senza di lui, che negli spettacoli su “Faber” è con me, fratello in musica, bravo, inossidabile, da più di dieci anni, da quando abbiamo cominciato a suonarlo appassionatamente assieme e poi, a proporlo in pubblico.

Accanto ad Angelo e al sottoscritto, ci sarà Paolo “banjo” Agostini a suonare, sapiente, tutto il possibile e necessario resto.”

Guido Rigatti,  i suoi amici  e gli amici di Fabrizio vi aspettano

“Venerdì 24 gennaio – alle ore 21 – in Galleria21,  al civico (e civile) N°21 di Galleria Ognissanti. Padova”

Visto il limitato numero di posti, è consigliabile mandare conferma con un messaggio di posta elettronica.

Lo facciamo noi! Recupero “dal basso” del patrimonio sivigliano-La Casa del Pumarejo

Stupenda e densa di significato la fotografia di Stefania Scamardi. Con brillante tecnica creativa, ferma l’attimo magico in cui il “felino placido” guarda con curiosità scocciata la fotografa dal centro dell’inquadratura e si confonde, quasi triangolo rovesciato, con egli azulejos della scalinata. L’evidente stato di degrado di alcuni scalini non riesce a nascondere la perfezione prospettica della scala.

Grande-casa-del-Pumarejo_SScamardi.jpg

La foto testimonia un progetto sociale dal basso, Lo Hacemos Nosotras, che vuole portare i cittadini di Siviglia a riappropriarsi dei propri tesori monumentali per “curarli” direttamente, dimostrando così un interesse profondo e vissuto per il proprio patrimonio culturale e civile.

Lo facciamo noi! è un esempio concreto di come, attraverso la partecipazione di tutti e di tutte, la società civile decida di lavorare insieme per il Bene Comune”

el puma ruge_lo hacemos nosotras

La rehabilitación de la Casa Grande del Pumarejo de Sevilla es simbólicamente una responsabilidad para todos y todas.

La Campaña Lo Hacemos Nosotras es un genuino ejemplo de cómo un medido elenco de la sociedad civil se propone trabajar conjuntamente para el Bien común mediante la participación de todos y todas. Es lo que nos queda, se oye por aquí y descubrimos atóntonitos que es lo más preciado.

SScamardi_Casa del Pumarejo_bene comune

“Cartoline dalla Sicilia”: partecipare a un concorso e sentirsi felici.Un viaggio a ritroso, in una Sicilia “altra”

pifIn attesa di vedere il film di  Pierfrancesco Diliberto, detto Pif, La mafia uccide solo d’estate (dal 28 Novembre nelle sale), diamo uno sguardo alle cartoline della fotografa Stefania Scamardi, da una Sicilia molto particolare e seguiamo con lei  l’interessante viaggio che l’ha portata a vincere il concorso “Cartoline Dalla Sicilia” organizzato da Morfosis GiArch Catania in collaborazione con KWGroup Catania:

“Abbiamo vinto un concorso e abbiamo voglia di condividere il processo creativo di partecipazione e il suo significato…read more”

Ferite

Palermo 2008

Uscita Capaci – Isola delle Donne

Un luogo  simbolo di riscatto contro la mafia.

Ferite_Arq_Scamardi_thumb.jpg

La storia di questa esperienza  anche in  English  Español

Sguardi incrociati tra modernità e tradizione sulla Semana Santa di Siviglia

stefania-scamardi_-mantillas-en-la-callesiviglia2013

La Semana  Santa  a Siviglia  è un evento da vivere.  Le bellissime fotografie di Stefania Scamardi ci accompagnano tra i riti andalusi, nelle  piazze  e nelle calli della città. Tra questi le “donne in mantilla”, tutte rigorosamente in nero e pizzo, testimoni affascinanti di una tradizione secolare che si confronta con la modernità.

La macchina del tempo mi trasporta magicamente nella grande Piazza dell’Alameda, davanti alla chiesa di San Lorenzo, immersa in un quartiere che adoro, dove il Venerdì mattina, alle prime luci dell’alba,  dopo la Madrugada , ho visto arrivare il doloroso “ paso”  del Jesus del Gran Poder,  tra una folla provata dalla notte fredda e umida appena trascorsa, ma felice  di vivere un momento  “comunitario”  intenso e  profondamente vero, al di là di ogni considerazione su  una ritualità antica e per molti, superata.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La Madrugá en Sevilla es la noche más especial. Sucede entre la noche del Jueves y del Viernes Santo. El orden de paso de las cofradías, en la madrugada, se produce en relación con su antigüedad, primero pasa la Hermandad del Silencio, las más antigua y la última la Hermandad de la Gitanos, las más moderna de la madrugada. En este orden La Macarena debía pasar antes que el Gran Poder, que cede anualmente su derecho preferente, con la condición de que la del Gran Poder ha de enviar todos los Viernes Santos una diputación para solicitar la correspondiente venia. También se incumple la antigüedad en el caso del Calvario y la Esperanza de Triana, pasando primero la más moderna, circunstancia que es impugnada anualmente por la cofradía trianera en el Cabildo de Toma de Horas. Todas las cofradías hacen estación ante el monumento eucarístico de la catedral.

Questo è il mio biglietto di auguri per Pasqua,  nostra grande festa di rinascita primaverile. 

F. Fortuna-LIBERI PENSIERI in forma poetica. Una piccola esperienza di self-publishing

copertina LIberi pensieri ridotta

Sono tante le teorie e le dispute su cosa significhi scrivere poesie. Vorrei proporvi un percorso, forse semplicistico e fuori dai canoni ufficiali delle norme scritte e condivise da grandi poeti e da critici autorevoli.

Liberi pensieri  è un volume-percorso di vita e di poesia che nasce da  un’esperienza familiare. In un momento di grande difficoltà fisica e psicologica,  Franca vede realizzarsi il desiderio antico di vedere le sue poesie, adagiate con amore su decine e decine di fogli  sparsi, raccolte in un unica pubblicazione. 

Arriva dunque il momento  di dare a un legame familiare  un valore più intimo. Fa bene ricostruire o consolidare affetti ritenuti scontati, attraverso la condivisione di progetti altri, che vadano oltre i ruoli prestabiliti all’ interno  del rapporto fraterno.

logo fortuna image

Con i suoi Liberi pensieri inauguriamo  la collana Fortunaimage  diretta da Stefania Scamardi. Lascio agli esperti le valutazioni stilistiche, il mio giudizio non può non tenere in considerazione la vita appassionata che ogni verso di queste poesie riflette.

Le poesie sono organizzate in quattro sezioni tematiche:

Perle di natura (I-XVIII);

Uno sguardo sul mondo (XIX-XXXV);

Siparietto Romano (XXXVI-XLI);

Verso il presente (XLII-LX).

ridotta_perle di natura Aranda2006 copyright

Cara Franca, ti voglio ringraziare per  le profonde emozioni che le tue poesie mi hanno fatto vivere. Leggerle e organizzarle in questo volumetto magico, mi ha fatto rivivere l’infanzia tenera e appassionata della nostra vita.

Ho trascorso con i tuoi Liberi pensieri intensi minuti di benessere. Goditi dunque la gioia di leggerti e di ritrovarti “riflessa” nello specchio magico dei tuoi versi.

liberi pensieri-uno sguardo sul mondo

XI. Mare di cemento

T’ ho amato

nei giorni

lontani

della nostra

giovinezza,

su zolle

di terra

fresca,

fra anemoni

e gigli

biancastri.

T’ho amato

su antichi

colli

imbiancati

di candida

neve.

T’ ho amato

nelle bufere

della vita,

con il vento

impazzito,

finché

ci siam

persi di vista,

in un mare

di cemento.

La poetessa

Franca Fortuna nasce ad Avezzano, in Abruzzo. A Roma, dove vive tuttora, inizia la sua lunga e intensa carriera come insegnante elementare. Nelle scuole della Magliana “respira”, attraverso il contatto con i suoi allievi, l’atmosfera bollente dei tormentati anni ’70.

Da sempre, affida alla poesia i suoi liberi pensieri, attraverso ricordi, desideri e riflessioni su una vita vissuta all’insegna di una profonda coerenza intellettuale e di una gioia assoluta nell’ assaporare quello che ogni giorno la vita dona e toglie a chi sa combattere, gioire, soffrire e sperare.


Daniel Martin Aranda, Siviglia. Serie Fiori e cemento 2006”. Le illustrazioni del pittore andaluso riprendono i temi trattati dall’autrice e alcuni tratti della sua personalità.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: