• Follow Affascinailtuocuore on WordPress.com
  • Mondo Fuori

  • 5 Ottobre 2020-Giornata UNESCO dedicata agli Isegnanti

  • 3 Ottobre 2013-3 Ottobre 2020 Ricordare, accogliere, progettare il futuro

    more

    Il 3 ottobre è diventato giornata della memoria e dell'accoglienza, una data in cui si ricordano le vittime del naufragio di Lampedusa e tutti i migranti che hanno perso la vita nel tentativo di arrivare in Italia, la porta dell'Europa.

  • Giornata mondiale del migrante e del rifugiato 2020- Viaggi e Diritti, in tempo di pace e di guerra. Ancora morti, tanti. Troppi!

    Viaggi nell'abisso. Samia: “Il Viaggio è una cosa che tutti noi abbiamo in testa fin da quando siamo nati. Ognuno ha amici e parenti che l’hanno fatto, oppure che a loro volta conoscono qualcuno che l’ha fatto. È una creatura mitologica che può portare alla salvezza o alla morte con la stessa facilità. Nessuno sa quanto può durare. Se si è fortunati due mesi. Se si è sfortunati anche un anno o due…”p.122 -Non dirmi che hai paura-G.Catozzella

  • Verità per Giulio Regeni-“La tua verità? No, la Verità, e vieni con me a cercarla. La tua, tientela.” A.Machado y Ruiz (Poeta Spagnolo 1875-1939)

  • 23 Maggio-19 Luglio -Luci che non si spengono…

  • 10 Maggio 2020-Festa della Mamma

    dalla vita di una grande mamma...

  • 2 Giugno 2020-Festa della Repubblica Italiana

    Ossimori festosi: ferita, disorientata, fragile, eppure resiliente, meravigliosa e forte. La nostra Repubblica.

  • Amo l’Europa

  • 1° Maggio 2020-Coraggio!

    R.Guttuso-Portella delle Ginestre

  • 25 Aprile 2020- Festa della Liberazione dal nazifascismo

  • 23 Aprile-Giornata Mondiale del Libro

  • LIBERA-100 passi e oltre verso…

    21 Marzo a Padova XXIV giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

  • Io sto con Emercency

    Guerre, Epidemie, Vite umane falcidiate... Per nostra fortuna c'è Emercency.

  • Con Amnesty International contro la pena di morte

  • 8 Marzo 2020-Donne insieme con determinazione e speranza

    a mia madre-click&read
  • 21 Marzo-World Poetry Day. Arriva Primavera, in versi…

    Il verso è tutto. G.D'Annunzio, Il Piacere, II,1

  • 22 Marzo Giornata Internazionale dell’ACQUA-un diritto per tutti!

    con Bertoli e Ligabue, nel vento che soffia e l'acqua che scorre...

  • 25 Novembre-Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne

    Il racconto dell'ancella di M.Atwood-Giochi di potere sul corpo delle donne

    RISPETTO E PREVENZIONE

  • BREXIT- L’ora è scoccata

    Sentimenti contrastanti accompagnano questo momento. Il mio cuore è lì, Oltremanica. E sento come uno strappo, un'ulteriore barriera tra me e i miei affetti. Ho bisogno di tempo e di freddezza per rielaborare il significato di questo evento .

  • 27 Gennaio-Giornata della Memoria per continuare a ricordare, andando avanti

  • 15 Marzo Climate Strike. Gli studenti del mondo manifestano per clima e ambiente

    Fridays for Future- giovani alla riscossa- Appello disperato agli "adulti" Agite subito per questa nostra Terra! “Our house is on fire, I am here to say our house is on fire."

  • 10 Dicembre 1948 Dichiarazione Universale dei Diritti Umani

    Restare umani è un diritto-dovere. Dopo 70 anni, a che punto siamo?

  • 20 Novembre2020- Giornata Internazionale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza

  • copyright foto

    La maggior parte delle foto inserite negli articoli provengono dalla Rete e sono pertanto da considerarsi di dominio pubblico. Tuttavia, gli autori o i soggetti coinvolti, possono in ogni momento chiederne la rimozione, scrivendo al seguente indirizzo di posta elettronica: affascinailtuocuore@gmail.com
  • Disclaimer

    I contenuti del blog sono un’esclusiva di Affascinailtuocuore.  È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma, senza  autorizzazione dell’autrice.

    Contenuti di altri autori sono debitamente individuati con tutti i riferimenti necessari.

5 Ottobre-Giornata mondiale UNESCO dedicata agli INSEGNANTI-“Teaching in Freedom, Empowering Teachers”

 

 

“Teaching in Freedom, Empowering Teachers”

 

Ecco il messaggio della Direttrice Generale dell’UNESCO Irina Bokova, 

 

 

Gli insegnanti costituiscono un fondamento essenziale della forza a lungo termine di ogni società – essi forniscono ai bambini, ai giovani e agli adulti le conoscenze e le competenze necessarie per soddisfare le proprie potenzialità.

Tuttavia, in tutto il mondo, troppi insegnanti non hanno la libertà e il sostegno di cui hanno bisogno per svolgere il proprio lavoro, che è di vitale importanza. È per questo che il tema della Giornata Mondiale degli Insegnanti di quest’anno – “Teaching in Freedom, Empowering Teachers” – ribadisce il valore degli insegnantie riconosce le sfide che molti incontrano nel corso della loro vita professionale in tutto il mondo.

Essere un insegnante accreditato significa avere accesso a una formazione di alta qualità, salari equi e opportunità continue per lo sviluppo professionale. Significa anche avere la libertà di sostenere lo sviluppo di curricula nazionali e l’autonomia professionale per scegliere i metodi e gli approcci più adeguati che permettano un’educazione più efficace, inclusiva ed equa. Inoltre, significa essere in grado di insegnare in totale sicurezza durante i momenti di cambiamento politico, instabilità e conflitti.


In molti paesi, tuttavia, la libertà accademica e l’autonomia degli insegnanti sono sotto pressione. Ad esempio, nelle scuole primarie e secondarie in alcuni paesi i rigidi schemi di responsabilità hanno esercitato un’enorme pressione sulle scuole affinché fornissero risultati su test standardizzati, ignorando la necessità di assicurare un curriculum di ampio respiro che soddisfi le diverse esigenze degli studenti.


La libertà accademica è fondamentale per gli insegnanti a tutti i livelli di istruzione, ma è particolarmente importante per gli insegnanti di istruzione superiore, sostenendo la loro capacità di innovare, esplorare e rimanere al passo con le più recenti ricerche pedagogiche. A livello universitario gli insegnanti sono spesso impiegati a tempo determinato e su base contingentale. Ciò può generare a sua volta una maggiore insicurezza del lavoro, minori prospettive di carriera, un carico di lavoro più elevato e stipendi inferiori – fattori che possono limitare la libertà accademica e danneggiare la qualità dell’istruzione che gli insegnanti possono offrire.

A tutti i livelli di istruzione, la pressione politica e gli interessi commerciali possono porre dei freni alla capacità degli educatori di insegnare in libertà. Gli insegnanti che vivono e che lavorano in paesi e comunità colpiti da conflitti e instabilità affrontano spesso sfide maggiori, tra cui aumento dell’intolleranza, discriminazione e restrizioni sulla ricerca e sull’insegnamento.


Quest’anno è il 20° anniversario della Raccomandazione dell’Unesco del 1997 sullo Status del personale insegnante di istruzione superiore, che integra la raccomandazione UNESCO/ILO del 1966 sullo Status degli insegnanti. Insieme, questi strumenti costituiscono il principale quadro di riferimento sui diritti e sulle responsabilità degli insegnanti e degli educatori. Entrambi sottolineano l’importanza dell’autonomia dell’insegnante e della libertà accademica nella costruzione di un mondo in cui l’istruzione e l’apprendimento
sono veramente universali.


Mentre tutto il mondo lavora per realizzare la visione degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, ci rivolgiamo ai nostri partner nei governi, nel settore privato e nel mondo dell’istruzione affinché si impegnino a costruire una forza lavoro altamente qualificata, valorizzata e rafforzata. Ciò costituisce un percorso cruciale per la realizzazione dell’Obiettivo 4, che prevede un mondo in cui ogni ragazza, ragazzo, donna e uomo abbia
accesso a un’istruzione di qualità e alle opportunità di apprendimento lungo tutto l’arco della vita.


Ciò significa garantire condizioni di lavoro dignitose e stipendi equi per tutti gli insegnanti, anche a livello universitario. Significa fornire agli insegnanti formazione e sviluppo. Significa aumentare il numero di insegnanti di qualità, soprattutto in quei paesi con un elevato numero di insegnanti impreparati. Significa eliminare restrizioni inutili sulla ricerca e sull’insegnamento e difendere la libertà accademica a tutti i livelli di istruzione. Infine, significa migliorare lo status degli insegnanti in tutto il mondo in un modo che onori e rispecchi l’influenza che essi hanno sulla forza della società.


In questa Giornata Mondiale degli Insegnanti unitevi a noi nel a permettere agli insegnanti di insegnare in libertà affinché ogni bambino e ogni adulto siano a loro volta liberi di imparare – a beneficio di un mondo migliore.

 

 

 

2015 UNESCO International Year of Light. Io lo sento così…

2015 Year of LightConoscenza, luce e vita vivono da sempre in un rapporto “simbiotico”, sia nel mondo animale che vegetale. La luce alimenta la modernità e i suoi strumenti,  ma alla base di ogni  processo  c’è sempre  la persona umana e la sua “luce speciale”.

Mandela Day 2013 Per questo motivo mi unisco  volentieri alle celebrazioni  dell’ UNESCO con la mia privata visione della luce e della sua interazione con le persone, che ho ritrovato anche nell’articolo di Rosalba Griesi: E la dottoressa Rosa brilla di fantastica fatica (Donne della Realtà), ma soprattutto nelle “illuminate e illuminanti” parole del grande Madiba:

“La nostra paura più profonda non è quella di essere inadeguati. La nostra paura più grande è quella di essere potenti al di là di ogni misura. E’ la nostra luce, non la nostra oscurità ciò che più ci spaventa. Ci domandiamo: “Chi sono io per essere brillante, magnifico, pieno di talento, favoloso?”. In realtà, chi sei tu per non esserlo? Tu sei un figlio dell’Universo. Il tuo giocare a sminuirti non serve al mondo. Non c’è nulla di illuminante nel rimpicciolirsi in modo che gli altri si sentano insicuri intorno a noi. Noi siamo fatti per risplendere come fanno i bambini. Noi siamo fatti per rendere manifesta la gloria dell’Universo che è in noi: non solo in alcuni di noi, ma in ognuno di noi. E quando permettiamo alla nostra luce di risplendere, noi, inconsciamente, diamo alle altre persone il permesso di fare la stessa cosa. Quando ci liberiamo dalle nostre paure, la nostra presenza automaticamente libera gli altri.” Nelson Mandela

 

30 Aprile, UNESCO International Jazz Day.

 Il mio jazz…

 

30 Aprile-International Jazz Day

Why International Jazz Day?

Jazz breaks down barriers and creates opportunities for mutual understanding and tolerance;
Jazz is a vector of freedom of expression;
Jazz is a symbol of unity and peace;
Jazz reduces tensions between individuals, groups, and communities;
Jazz fosters gender equality;
Jazz reinforces the role youth play for social change;
Jazz encourages artistic innovation, improvisation, new forms of expression, and inclusion of traditional music forms into new ones;
Jazz stimulates intercultural dialogue and empowers young people from marginalized societies.

 

Uno dei ricordi più belli che ho del mio  lungo e intenso soggiorno  a New York, negli anni 80,   è il melodioso fruscio del disco di Billie Holiday, comprato al mitico  Tower Records di Lower Broadway, reparto vinili evergreen…Stupendo!

Billie Holiday, The man I love

5 Ottobre 2016-Giornata Mondiale degli Insegnanti.Tutto cambia poco cambia…

 5 Ottobre 2017: Tutto cambia poco cambia. In meglio o in peggio?

 


5 October 2015: Empowering Teachers, Building Sustainable Societies

poster 5oct

La Giornata Mondiale degli Insegnanti, istituita dall’UNESCO, è dedicata quest’anno al tema della “parità di genere” allo scopo di celebrare una professione che ha una grandissima dimensione femminile.

Come emerge dai dati pubblicati dall’Istituto UNESCO per la Statistica a livello mondiale le donne rappresentano il 62% degli insegnanti della scuola primaria; ma mentre molti paesi, soprattutto nell’Europea orientale,  registrano picchi di oltre 98% di insegnanti donna, ci sono invece intere regioni, come l’Africa Sub-Sahariana, dove la componente femminile è molto scarsa e dove le condizioni di lavoro sono in via di peggioramento.

Il rapporto dell’UNESCO mette inoltre in evidenza alcune preoccupanti carenze su scala globale: mancano all’appello almeno due milioni di  insegnanti per raggiungere l’obiettivo internazionale di garantire a tutti l’accesso all’istruzione primaria entro l’anno 2015, definito dagli accordi “Education for All” e dai Millennium Development Goals. L’insufficienza di insegnanti non riguarda peraltro solo i Paesi in via di sviluppo. Nonostante l’Africa Sub-Sahariana sia la regione più carente, anche gli Stati Uniti, la Spagna, l’Irlanda, la Svezia, ed anche l’Italia, rientrano nella lista dei 112 Stati che sono colpiti da questo problema..

Per saperne di più


cambiare verso…

Finalmente si cambia verso? Solo a  parole per il momento, ma restiamo  fiduciosamente in attesa che i fatti si realizzino al più presto. Non c’è più tempo. Il futuro è già presente.

Investire nei docenti e dunque  nella loro  professionalizzazione e nella riqualificazione del loro ruolo sociale, può essere la chiave per affrontare le questioni della scuola in modo  corretto e proficuo. L’invito dell’UNESCO a celebrare la Giornata Internazionale dell’ insegnante  spinge verso questa direzione. Speriamo venga accolto.

The Day commemorates the adoption of the UNESCO/ILO Recommendationsinvest in Teachers_UNESCO concerning the Status of Teachers.

UNESCO encourages local activities which can be promoted on this site .The forum will bring together teachers, researchers, experts (including UNESCO Chairs and university professors), students (teacher training institution, Education Sciences), representatives from teacher training institutes, education and teacher organizations, specialized media.

Lo sguardo di Elias Canetti sulla “diversità degli Insegnanti”

 Comincia ora una parentesi intrigante, più utile di un titolato corso di preparazione alla professione docente. La diversità degli insegnanti: fantastici ritratti di tutti i professori di Elias, di tutti quegli aspetti che ne hanno resi alcuni indimenticabili, altri dimenticati; alcuni amati profondamente, altri rispettati e presi a modello di vita e serietà; altri ancora odiati o ignorati, quelli di cui si dimentica tutto, dal nome alla fisionomia. Leggete questo passaggio da La lingua salvata. Storia di una giovinezza(p.204) lo trovo commovente nella sua semplicità e intellettualmente alto.

“La diversità degli insegnanti era sorprendente, è la prima forma di molteplicità di cui si prende coscienza nella vita.

Il fatto che essi ci stiano davanti così a lungo, esposti in tutte le loro reazioni, osservati ininterrottamente per ore e ore, oggetto dell’unico vero interesse della classe, impossibilitati a muoversi e dunque presenti in essa sempre per lo stesso tempo, esattamente delimitato;

la loro superiorità di cui non si vuole prendere atto una volta per tutte e che rende acuto, critico e maligno lo sguardo di chi li osserva;

la necessità di accostarsi a loro senza rendersi le cose troppo difficili, dato che non ci si è ancora votati al lavoro in maniera esclusiva;

e poi il segreto in cui rimane avvolto il resto della loro vita, in tutto il tempo durante il quale non stanno recitando la loro parte davanti a noi; e ancora il loro susseguirsi uno dopo l’altro, nello stesso luogo, nello stesso ruolo, con le stesse intenzioni, esposti con tanta evidenza al confronto-come tutto questo agisce e si manifesta, è un’altra specie di scuola, del tutto diversa da quella dell’apprendimento, una scuola che insegna la molteplicità della natura umana, e purchè la si prenda sul serio anche solo in parte, è questa la prima vera scuola di conoscenza dell’uomo.”continua a leggere la recensione

 Lo sguardo dei Giapponesi sugli insegnanti

lo-sapevate-che_onore-agli-insegnanti

Un anno fa…5 Ottobre 2013

image_thumb.png“La Giornata Mondiale degli Insegnanti, istituita dall’UNESCO è dedicata quest’anno al tema della “parità di genere” allo scopo di celebrare una professione che ha una grandissima dimensione femminile…”

ascuolaSenza dilungarmi troppo su quanto siano  importanti  ed essenziali l’educazione e la  professione docente per lo sviluppo di una  società autenticamente “civile”,  voglio inviare un augurio sentito a tutti gli insegnanti con l’ emozionante discorso di Malala Yousafzai alle Nazioni Unite  sul valore dell’educazione in senso assoluto e, in particolare, su quella delle bambine e delle donne.

21 Marzo-WORLD POETRY DAY arriva con la Primavera

6358987_poetryday_banner

World Poetry Day, established by Unesco in 1999, is a chance to reflect on the power of language and to support linguistic diversity through poetic and creative expression. The day offers endangered languages around the world the chance to be heard within their communities and, closer to home, to celebrate poetry in all its forms. Take a look at our fabulous collection of free teaching resources on poetic devices, assemblies, metaphors, poems and celebrated poets. TES

worldpoetryday

Arriva puntuale, Il primo giorno di primavera, dopo il Giorno della Felicità (La risoluzione che dichiara il 20 marzo Giorno della Felicità, è stata approvata dall’Assemblea Generale dell’ONU il 12 luglio 2012) e insieme a quello dedicato alla Poesia.

Un auspicio  di  eventi favorevoli?

____________________________________________________________________________________________

Dalla mia infanzia:

Che dice la pioggerellina di marzo?

 Che dice la pioggerellina

Di marzo, che picchia argentina

Sui tegoli vecchi

Del tetto, sui bruscoli secchi

Dell’orto, sul fico e sul moro

Ornati di gèmmule d’oro?

Passata è l’uggiosa invernata,

Passata, passata!

Di fuor dalla nuvola nera,

Di fuor dalla nuvola bigia

Che in cielo si pigia,

Domani uscira’ Primavera

Guernita di gemme e di gale,

Di lucido sole,

Di fresche viole,

Di primule rosse, di battiti d’ale,

Di nidi,

Di gridi,

Di rondini ed anche

Di stelle di mandorlo, bianche……

Che dice la pioggerellina di marzo,

che picchia argentina

sui tegoli vecchi

del tetto, sui bruscoli secchi

dell’orto, sul fico e sul moro

Ornati di gèmmule d’oro?

Ciò canta, ciò dice:

E il cuor che l’ascolta è felice.

Che dice la pioggerellina

Di marzo, che picchia argentina

Sui tegoli vecchi

Del tetto, sui bruscoli secchi

Dell’ orto.

Angiolo  Silvio Novaro

dalla mia maturità:

Daffodils-I wondered lonely as a cloud

W.Wordsworth

daffodils_Wordsworth

 

5 Ottobre 2012 UNESCO e la Giornata dell’Insegnante

Il  5 Ottobre   si celebra in oltre cento paesi, La giornata dell’Insegnante,  istituita nel 1994 dall’ UNESCO , per richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica sul ruolo fondamentale dei docenti nel percorso di formazione, educazione, apprendimento dei bambini e dei giovani.

Giornata della donna, del nonno, della mamma, di questo e di quello… Iniziative lodevoli, almeno, per  una volta l’anno, ci si ricorda di qualcuno che fa qualcosa di buono per la società, oltre che per la propria famiglia. E la coscienza è a posto!

Dalla condivisibile lettera a  La Stampa di oggi, 4 Ottobre,  del docente  di Mestre che insegna Diritto e Economia,  riprendo due aspetti  su cui vorrei soffermarmi:

  1. la  disinformazione totale sul mondo della scuola e su  ciò che accade dentro e intorno ad esso. Normative che di anno in anno, di governo in governo, di maggioranza in maggioranza, alterano i già fragili equilibri, faticosamente conquistati, nonostante il Ministero, il Ministro e compagnia bella.  Gli insegnanti, in particolare, su cui tutti sono sempre pronti a sparare a vista, fanno da parafulmine a tutte le azioni istituzionali  pseudo miglioratrici  e frammentarie; Meno male che ci sono e che hanno le spalle abbastanza larghe per reggere gli urti dell’inefficienza!

  2. L’accenno alla chiusura delle Scuole di Specializzazione e le relative implicazioni sul reclutamento dei nuovi docenti e sui nuovi/vetusti concorsi “a cattedra”. Una manovra quella della chiusura  delle SSIS sconsiderata e non degna di un paese civile.  Certamente quel  progetto presentava molti aspetti da migliorare, ne ho già parlato in altri post del blog, ma altrettanto certamente presentava  tante  positività gettate via con il resto. Salvo poi  utilizzare una nuova etichetta, TFA, dietro la quale fanno capolino persone e percorsi “cancellati” nel 2008, con la chiusura delle SSIS.

Ma perchè in questo paese è così difficile fare “valutazione di processo” e recuperare ciò che c’è di buono nelle esperienze e su queste organizzarne di nuove e più efficaci?

Grazie al  docente di Mestre, auguri a lui  e a tutti  i professori e maestri d’Italia e del mondo.

30 Aprile 2012- International Jazz Day

Launch of International Jazz Day: Paris, France, 27 April 2012

UNESCO Director-General Irina Bokova and UNESCO Goodwill Ambassador Herbie Hancock will kick-off the first annual International Jazz Day with a full day of events including live performances, Master Classes, and discussions featuring Marcus Miller, Barbara Hendricks, Hugh Masekela, Dee Dee Bridgewater, plus much more.

Why International Jazz Day?

Jazz breaks down barriers and creates opportunities for mutual understanding and tolerance;
Jazz is a vector of freedom of expression;
Jazz is a symbol of unity and peace;
Jazz reduces tensions between individuals, groups, and communities;
Jazz fosters gender equality;
Jazz reinforces the role youth play for social change;
Jazz encourages artistic innovation, improvisation, new forms of expression, and inclusion of traditional music forms into new ones;
Jazz stimulates intercultural dialogue and empowers young people from marginalized societies.

Uno dei ricordi più belli che ho del mio  lungo e intenso soggiorno  a New York, negli anni 80,   è il melodioso fruscio del disco di Billie Holliday, comprato al mitico  Tower Records di Lower Broadway, reparto vinili evergreen…Stupendo!

Billie Holliday, The man I love

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: