• Mondo Fuori

  • Giornata Mondiale del Rifugiato 2019- Viaggi e Diritti, in tempo di pace e di guerra

    Viaggi nell'abisso. Samia: “Il Viaggio è una cosa che tutti noi abbiamo in testa fin da quando siamo nati. Ognuno ha amici e parenti che l’hanno fatto, oppure che a loro volta conoscono qualcuno che l’ha fatto. È una creatura mitologica che può portare alla salvezza o alla morte con la stessa facilità. Nessuno sa quanto può durare. Se si è fortunati due mesi. Se si è sfortunati anche un anno o due…”p.122 -Non dirmi che hai paura-G.Catozzella

  • 15 Marzo Climate Strike. Gli studenti del mondo manifestano per clima e ambiente

    Fridays for Future- giovani alla riscossa- Appello disperato agli "adulti" Agite subito per questa nostra Terra! “Our house is on fire, I am here to say our house is on fire."

  • Verità per Giulio Regeni-“La tua verità? No, la Verità, e vieni con me a cercarla. La tua, tientela.” A.Machado y Ruiz (Poeta Spagnolo 1875-1939)

  • 19 Luglio -Luci che non si spengono

  • LIBERA-100 passi e oltre verso…

    21 Marzo a Padova XXIV giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

  • Con Amnesty International contro la pena di morte

  • Io sto con Emercency

    sempre più guerre, sempre più vittime, Per fortuna che c'è Emercency.

  • 2 Giugno 2019-Festa della Repubblica Italiana

  • Amo l’Europa e il 26 Maggio VOTO.

  • 1° Maggio, su coraggio! Io ti amo…

    Alto e basso.Guttuso e Tozzi. Tempo di contaminazioni...

  • 23 Aprile-Giornata Mondiale del Libro

  • Marzo-Diritti delle Donne. Una lotta continua…

    Il racconto dell'ancella di M.Atwood-Giochi di potere sul corpo delle donne

    Per il ritiro del DDL Pillon e la riaffermazione della libertà di scelta degli "Italiani", uomini e donne liberi. Margaret Atwood-Il Racconto dell'Ancella: " In un’America reduce da una catastrofe ecologica, che ha falciato gran parte della popolazione e messo in forse la stessa sopravvivenza della specie, un gruppo di fanatici religiosi ha fondato uno stato totalitario, Galaad, riducendo in completa schiavitù le donne. I rapporti umani, sociali, culturali sono stati aboliti: unico supremo fine è la procreazione. Attraverso il diario segreto della giovane “ancella” Difred, si delinea l’inquietante profilo di un mondo futuro ma non troppo, già presente in embrione nella società degli anni Ottanta...apri il link all'immagine per continuare

  • 25 Aprile 2019- Festa della Liberazione dal nazifascismo

    La Storia che mi piace...Fiori di Aprile nel giardino d'Italia liberato

  • 22 Marzo Giornata Internazionale dell’ACQUA-un diritto per tutti!

    con Bertoli e Ligabue, nel vento che soffia e l'acqua che scorre...

  • 21 Marzo-World Poetry Day. Arriva Primavera, in versi…

    Il verso è tutto. G.D'Annunzio, Il Piacere, II,1

  • 27 Gennaio-Giornata della Memoria per continuare a ricordare, andando avanti

    “Despite everything, life is full of beauty and meaning.” ― Etti Hillesum, Lettres De Westerbork

  • 8 Marzo 2018-Donne insieme con determinazione e speranza

  • 10 Dicembre 1948 Dichiarazione Universale dei Diritti Umani

    Restare umani è un diritto-dovere. Dopo 70 anni, a che punto siamo?

  • 20 Novembre2017- Giornata Internazionale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza

  • Follow Affascinailtuocuore on WordPress.com
  • vi aspetto qui

  • copyright foto

    La maggior parte delle foto inserite negli articoli provengono dalla Rete e sono pertanto da considerarsi di dominio pubblico. Tuttavia, gli autori o i soggetti coinvolti, possono in ogni momento chiederne la rimozione, scrivendo al seguente indirizzo di posta elettronica: affascinailtuocuore@gmail.com
  • Disclaimer

    I contenuti del blog sono un’esclusiva di Affascinailtuocuore.  È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma, senza  autorizzazione dell’autrice.

GAUGUIN E GLI IMPRESSIONISTI. Capolavori della collezione Ordrupgaard. Quadri che evocano ricordi bellissimi.

TICKET MOSTRA-IMPRESSIONISTI OTTOBRE 2018-pADOVA

È vero, spesso i quadri sollecitano ricordi custoditi in angoli remoti. Durante la visita alla mostra Gaugin e gli Impressionisti. Capolavori della collezione Ordrupgaard, mi cattura La foresta di Fontainebleau di Camille Corot. Risveglia il ricordo bellissimo di numerosi viaggi in macchina verso l’Inghilterra, con  l’attraversamento  dei sublimi tunnel naturali della foresta Francese e la sosta all’ Hotel de Londres della cittadina “reale”.

Dalla nostra stanza si vede il maestoso Chateau de Fontainebleau,

“The true home of kings, the house of ages”VA
(Napoleon in Saint Helena, August 1816)

e si assapora con calma l’emozione suscitata dalla grande foresta. È come approdare in  un magico mondo di fiaba.

corot152-foresta di fontainebleau

A prescindere dai ricordi,  si sono stampati indelebili negli  occhi, nel cuore e  nella memoria L’Inganno, episodio di  caccia al capriolo di Gustave Courbet e La piccola sogna di Paul Gaugin, dolcissima bimba che dorme con il suo sonarello ai piedi del lettino.

Sulla passerella de Il molo a Trouville di Eugene Boudin ti sembra di sentire la brezza marina sferzarti il viso e far svolazzare gli abiti delle piccole donne sotto la bandiera.

Il fascino dell’universo femminile di Manet, Renoir, Morisot, e Gonzalès è una sezione davvero intrigante con la figura femminile, in veste di modella o di autrice del ritratto, che  spicca per la sua rilevanza artistica e sociale.

Ho detto altrove che mi piace andar per mostre, da sola o in compagnia. La vicinanaza di un’amica cara in questa visita ha aggiunto all’esperienza il piacere della condivisione e della diversità delle reazioni e delle emozioni provocate dai quadri in mostra. Di fronte alla bellissima Natura morta di Odilon Redon mi ha commosso e divertito il suo commento:

“ è un quadro materno… mi riporta alla cascata di peperoni in casa di mia madre”

La mostra è stata emozionante. Nonostante si conosca già molto dell’Impressionismo, delle sue bellezze e delle sue magie, la collezione Ordrupgaard, ha il pregio di aver raccolto alcune tra le perle più lucenti dei vari autori simbolo di questo movimento pittorico. E ha lasciato il segno.

Ma c’è tanto altro da scoprire e vivere in prima persona. Non resta altro da fare che andare a visitarla!

 

IL METODO MAIGRET, tra ferie “divertenti” e vita da pensionato

Maigret in pensione 001

Maigret e Maigret si diverte (Ed. Il sole 24 ore), offrono un’immagine insolita dell’infaticabile commissario che, nonostante abbia a volte temuto  di  non esistere al di fuori del Quai des Orfèvres,  continua, in queste storie,  a vivere e a “divertirsi”, anche se è fisicamente  lontano dal suo ufficio e dai suoi “amati casi”.

Maigret in ferie si diverte 001

In Maigret,  richiamato all’indagine dal coinvolgimento in un delitto di mala dello sprovveduto nipote Philippe, il commissario sfodera tutte le sue armi e mette in campo la sua eccezionale capacità di osservazione dei comportamenti umani, fino ad arrivare alla soluzione del caso. Complice e coinvolgente la caratterizzazione della giovane prostituta Fernande; tenera la figura della cognata, madre di Philippe, che conserva il fascino  e il profumo   della vita semplice di provincia, sincero e accattivante   il suo stupore per la serata a teatro con Maigret; Magistrale e decisivo il confronto con “il Notaio” Cageot.

Simenon,  mette in gioco il metodo Maigret e ci offre sguardi realistici e coinvolgenti sulla “nuova” dimensione di vita da pensionato del commissario, costretto  a prendere atto dei mutati rapporti umani e di potere sul posto di lavoro, quando  ci si torna in posizione di evidente difficoltà, per  chiedere aiuto.

Il metodo Maigret fa scuola anche tra i colleghi poliziotti. Si basa sullo studio della personalità del sospetto e anticipa in qualche modo tuttta la serie dei telefilm basati sull’analisi comportamentale, che affollano  i  palinsesti della televisione.

In Maigret si diverte, finalmente Jules va in ferie. Se l’ è vista brutta di recente e dunque deve assolutamente  cominciare a prendersi cura di sè. Decide di  restare a Parigi e di godersi la città  e la tranquillità  dei suoi quartieri, finalmente svuotati  dalla folla, che continua invece a vivere, più o meno freneticamente, nei luoghi di villeggiatura. 

Con la signora Maigret, sempre pronta  ad assecondare le sue  scelte,  se ne va a spasso per le strade di  Parigi, alla ri-scoperta degli angoli amati, dei luoghi del passato e del presente, tanto importanti nella loro vita affettiva.

220px-Blv-haussmann-lafayetteMa esistono i giornali e il commissario viene attratto da una storia molto intrigante che si svolge nei quartieri alti  della Ville Lumière e che occupa, ogni giorno,  pagine e pagine su tutti i  quotidiani.

Eveline, giovane e ricca  moglie di un dottore famoso, che lei ha contribuito  a rendere tale grazie alle sue personali  risorse finanziarie, viene trovata  morta all’interno  dello studio medico del marito. Nuda e piegata in due dentro un armadio.

250px-Gustave_Caillebotte_-_Jour_de_pluie_à_ParisLe indagini sono affidate a Janvier, sostituto di Maigret in ferie. Il commissario, però, non riesce a starne completamente fuori. Anzi, vive la vicenda in modo nuovo, tra distacco e coinvolgimento, attraverso i resoconti giornalistici, che legge e commenta, con la signora Maigret, durante le loro gite giornaliere in una Parigi estiva, affascinante e tutta da vivere.

Tema centrale della storia  si può dire sia l’amore, in tutte le sue fasi di sviluppo e in tutte le sue sfaccettature.

Il metodo? sempre lo stesso! Divertente lo scambio di messaggi tra Janvier e il Capo. Forse poco credibili le lunghe  interviste ai protagonisti riportate sui  giornali. Assomigliano molto  agli interrogatori  di Maigret, nel suo ufficio  al Quai des Orfèvres.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: