• Mondo Fuori

  • 2 Giugno 2021-Festa della Repubblica Italiana

    Ossimori festosi: ferita, disorientata, fragile, eppure resiliente, meravigliosa e forte. La nostra Repubblica.

  • 23 Maggio-19 Luglio -Luci che non si spengono…

    Giovanni Falcone e Paolo Borsellino: due MAGISTRATI che non si sono venduti all'illegalità

  • 9 Maggio 2021-Amo l’Europa

  • 9 Maggio 2021-Festa della Mamma

    dalla vita di una grande mamma...

  • I viaggi della speranza e della disperazione.

    Viaggi nell'abisso. Samia: “Il Viaggio è una cosa che tutti noi abbiamo in testa fin da quando siamo nati. Ognuno ha amici e parenti che l’hanno fatto, oppure che a loro volta conoscono qualcuno che l’ha fatto. È una creatura mitologica che può portare alla salvezza o alla morte con la stessa facilità. Nessuno sa quanto può durare. Se si è fortunati due mesi. Se si è sfortunati anche un anno o due…”p.122 -Non dirmi che hai paura-G.Catozzella

  • Con Amnesty International contro la pena di morte

  • Verità per Giulio Regeni-“La tua verità? No, la Verità, e vieni con me a cercarla. La tua, tientela.” A.Machado y Ruiz (Poeta Spagnolo 1875-1939)

  • Io sto con Emercency

    Guerre, Epidemie, Vite umane falcidiate... Per nostra fortuna c'è Emercency.

  • LIBERA-100 passi e oltre verso…

    21 Marzo a Padova XXIV giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

  • 25 Aprile 2021- Festa della Liberazione dal nazifascismo

  • 23 Aprile-Giornata Mondiale del Libro

  • 22 Marzo Giornata Internazionale dell’ACQUA-un diritto per tutti!

    con Bertoli e Ligabue, nel vento che soffia e l'acqua che scorre...

  • 21 Marzo-World Poetry Day. Arriva Primavera, in versi…

    Il verso è tutto. G.D'Annunzio, Il Piacere, II,1

  • 15 Marzo Climate Strike. Gli studenti del mondo manifestano per clima e ambiente

    Fridays for Future- giovani alla riscossa- Appello disperato agli "adulti" Agite subito per questa nostra Terra! “Our house is on fire, I am here to say our house is on fire."

  • 8 Marzo 2021-Donne e uomini insieme con determinazione e speranza

  • 1° Maggio 2021-Ancora coraggio!

  • 5 Ottobre 2020-Giornata UNESCO dedicata agli Isegnanti

  • 3 Ottobre 2013-3 Ottobre 2020 Ricordare, accogliere, progettare il futuro

    more

    Il 3 ottobre è diventato giornata della memoria e dell'accoglienza, una data in cui si ricordano le vittime del naufragio di Lampedusa e tutti i migranti che hanno perso la vita nel tentativo di arrivare in Italia, la porta dell'Europa.

  • 20 Novembre2020- Giornata Internazionale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza

  • 25 Novembre 2020-Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne

  • 10 Dicembre 1948 Dichiarazione Universale dei Diritti Umani

    Restare umani è un diritto-dovere. Dopo 70 anni, a che punto siamo?

  • 27 Gennaio-Giornata della Memoria per continuare a ricordare, andando avanti

  • Disclaimer

    I contenuti del blog sono un’esclusiva di Affascinailtuocuore.  È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma, senza  autorizzazione dell’autrice.

    Contenuti di altri autori sono debitamente individuati con tutti i riferimenti necessari.

9 Maggio 2021-Festa della Mamma e Festa dell’Europa. UNA BELLA COINCIDENZA.

In quest’anno così particolare abbiamo  imparato a vivere  la nostra quotidianità  in una sorta di mondo parallelo, sperando di poter rientrare a “casa” al più presto. In quella vecchia casa a cui eravamo abituati e dove anche la più noiosa routine ora ci sembra desiderabile.

La pandemia e le sue conseguenze  ci hanno obbligato dunque trasferirci in una nuova casa, dove la vita è  piena di incertezze.  L’unica realtà, da non dare comunque  per scontata, è  svegliarci la mattina e andare avanti  fino a sera, nel miglior modo possibile.

La Festa della Mamma e la Festa dell’Europa fanno parte delle mie certezze.

festa mamma e Europa

 

Al di là delle polemiche di questi gironi su quale sia il tipo di famiglia accettabile e auspicabile, tutti abbiamo o abbiamo avuto una mamma, buona, cattiva, amorevole, fredda. É  una realtà. E ci piace festeggiarla in tanti modi: da quello religioso, con  la Madonna  madre di tutti noi, a  quello laico del giorno dedicato. Molti di noi la festeggiano tutto l’anno, se la portano nel cuore. 

L’Europa è per molti  di noi una di quelle certezze a cui non sai rinunciare, anche nei periodi più neri della sua storia. Il periodo pandemico me la fa sentire ancora più vicino,  ridimensionata   a nucleo geo-politico fatto di  esseri umani problematici e sofferenti.

Apprezzo  la presenza della Presidentessa della Commissione Ursula Von der Leyen perchè ritengo che la presenza femminile nelle istituzioni integri e arricchisca l’azione umana in modo  efficace, sensibile  ed emotivamente  intelligente. Mi piace riportare qui il suo discorso  successivo  all’insopporta,bile sgarbo del presidente Erdogan nei suoi confronti.

 

 

Coincidenze felici

Due feste importanti, due sentimenti forti sebbene diversi, una sola data: 9 Maggio  di un anno…Non trovo le parole per definirlo. 

 

10 Maggio 2020 per Silvia Romano e la sua mamma. MAMME E FIGLIE. Emozioni in musica, immagini e versi.

 

bentornata Silvia

Bentornata a casa, Silvia. Riaverti qui ci apre il cuore alla speranza e alla bellezza. In bocca al lupo per la tua “ripartenza” e quella della tua mamma.

 

Ogni volta che ascolto  la canzone di Carmen Consoli In Bianco e Nero non riesco a trattenere un’ondata di emozione e di amore assoluto,  che si trasforma in calde lacrime di nostalgia per una “raggiante Sicilia”.   Il suo  rapporto con la madre, trasmessa in immagini  struggenti  ed intense, in un bianco e nero  pieno di colore, mi riporta a mia madre e alle mie figlie.

Avrei voluto  dire tante cose a mia madre, mentre mi era vicino, ma eravamo entrambe  troppo prese da forze vitali diverse che ci  trattenevano su due binari paralleli, mai convergenti. Ora mi rendo conto  di quanto ho perso in quella relazione troppo silenziosa.

E pensare a quante volte

L’ho sentita lontana

E pensare a quante volte…

Le avrei voluto parlare di me…

In Carmen  vedo anche le mie figlie  e forse i loro pensieri quando ripenseranno a me, alla relazione tra noi donne vissuta all’interno  della famiglia, ma anche al loro rapporto con nonne e zie e cugine.

Famiglia ricca di  donne la nostra! Tante esperienze e personalità diverse, tante  Farfalle Sacre, come le chiama Stefania.  Le mie figlie avranno  molto su cui  riflettere, fantasticare, rimpiangere, piangere calde lacrime di nostalgia e amore. E confrontare le proprie emozioni con quelle dei propri  figli e così via nella ruota della vita.

Dal flusso  di emozioni  che solo la musica sa spingere all’esplosione si sono materializzate le parole di questa piccola poesia.

Madri

 

Per cosa  vivo,  oggi che sono vecchia?

Per ascoltare un trillo di telefono, dai figli,

Per respirar le loro  ansie e gioie

e dar consigli, dalla parte sbagliata.

Vivo per far da  appiglio e confortarli,

perché colgano ancora  il profumo

di qualcosa di vivo, in cui continua a palpitare

lo spirito  del focolare.

Voglio vivere per questo,

perché i miei figli vivano me, ora.

Ché è tempo ancora  di fare da rifugio,

del cuore e della mente.

Verrà il tempo dei ricordi, per loro.

Questo è per me vivere, allora.

E mi alimento, nell’attesa, degli  sguardi d’amore

e del tocco caldo delle tue mani e delle tue labbra.

I loro abbracci, tutti  insieme, diverranno

energica edera, con la presenza.

Da qui, li desidero.

Questo è per me vivere, ora.

O.F.

 

 

FESTA DELLA MAMMA 2018-Storia di un’assoluzione.

1522-Sacra-Famiglia-con-San-Giovannino-Jacopo-Pontormo-Ermitage-San-Pietroburgo

1522 – Sacra Famiglia con San Giovannino – Jacopo Pontormo – Ermitage – San Pietroburgo

Leggendo  la lettera di Carmen e  la risposta di Maria Corbi  (La Risposta  del Cuore-La Stampa ) Non sono tutte belle le mamme del mondo. Quando l’amore è tossico, bisogna darsi alla fuga, mi è tornata alla mente “la confessione speciale” di nostra  madre.

Primi anni ’60, in una vivace  cittadina del centro Italia, la giovane Vera Maria, già madre di tre splendide figlie, decide di  confessare quello che per lei era diventato  un peccato pesante come un macigno sul cuore:

” Padre ho tre figlie piccole e  una situazione familiare molto impegnativa: lavoro, marito, e una suocera non proprio facile. Non posso  avere altri figli. So che da buona cattolica non dovrei fare questi pensieri, ma onestamente non posso.”

Sapete cosa le risponde il  bravo  sacerdote dopo una lunga predica sprezzante?

“Mi dispiace figliola, ma non posso assolverti, il tuo è un peccato  davvero troppo grave”

La giovane madre peccatrice è  stravolta,  non solo dal peso che si porta sul cuore, ma dall’umiliazione e dal dolore di  non vedersi  compresa, e soprattutto assolta.

Terminò lì la vita da cattolica praticante di mia madre, che  continuò invece la sua vita di donna e madre decidendo per il meglio. Passarono gli anni, fino al giorno fatidico in cui il  matrimonio della cugina Giulia  determinò la svolta esistenziale di Vera Maria. La cerimonia si tenne   all’   Abbazia di Casamari, uno dei più importanti monasteri italiani di architettura gotica cistercense, situata nel comune di Veroli in provincia di Frosinone.

Abbazia di Casamari-Veroli

 

L’atmosfera fu complice di un decisione drastica e sofferta, forse a lungo desiderata: fare una  bella chiacchierata  con il frate confessore, che  di fatto rappresentò  un’ illuminante esperienza spirituale e umana, mai provata prima.

Dopo aver ascoltato la drammatica  confessione di una madre, egli  le disse con voce dolce:

Vera Maria, sei una mamma amorevole, una donna che fa del suo meglio per sostenere  la sua famiglia, con il lavoro e la cura. Per questo Dio  ti è vicino in ogni momento  della tua giornata con amore incondizionato. La Chiesa ti ha tenuto per troppo tempo  lontano dal suo cuore. Ora ti assolve e ti chiede perdono per la sofferenza che hai provato  in questi lunghi anni  di distacco.

Le nozze di Giulia furono un evento indimenticabile per la sposa, per la splendida  Abbazia, per gli invitati tutti, ma soprattutto per mia madre che lì visse un’esperienza spirituale unica.

Dopo tanti anni Vera Maria raccontò alle sue figlie quel  momento particolare del suo percorso di vita, tra gli inciampi del matrimonio, dell’essere donna, mamma e cattolica. Condivise con noi la gioia di aver incontrato un cuore pensante e un orecchio amorevole nelle vesti di un frate intelligente, tra le mura di una vecchia Abbazia Cistercense.

Mamme e figlie. Emozioni IN BIANCO E NERO, con Carmen Consoli

Ogni volta che ascolto  la canzone di Carmen Consoli In Bianco e Nero non riesco a trattenere un’ondata di emozione e di amore assoluto,  che si trasforma in calde lacrime di nostalgia per una “raggiante Sicilia”. 

 Il suo  rapporto con la madre, trasmessa in immagini  struggenti  ed intense, in un bianco e nero  pieno di colore, mi riporta a mia madre e alle mie figlie.

Avrei voluto  dire tante cose a mia madre, mentre mi era vicino, ma eravamo entrambe  troppo prese da forze vitali diverse che ci  trattenevano su due binari paralleli, mai convergenti. Ora mi rendo conto  di quanto ho perso in quella relazione troppo silenziosa.

E pensare a quante volte

L’ho sentita lontana

E pensare a quante volte…

Le avrei voluto parlare di me…

In Carmen  vedo anche le mie figlie  e forse i loro pensieri quando ripenseranno a me, alla relazione tra noi donne vissuta all’interno  della famiglia, ma anche al loro rapporto con nonne e zie e cugine.

Famiglia ricca di  donne la nostra! Tante esperienze e personalità diverse, tante  Farfalle Sacre, come le chiama Stefania.  Le mie figlie avranno  molto su cui  riflettere, fantasticare, rimpiangere, piangere calde lacrime di nostalgia e amore. E confrontare le proprie emozioni con quelle dei propri  figli e così via nella ruota della vita.

Dal flusso  di emozioni  che solo la musica sa spingere all’esplosione si sono materializzate le parole di questa piccola poesia.

Madri

 

Per cosa  vivo,  oggi che sono vecchia?

Per ascoltare un trillo di telefono, dai figli,

Per respirar le loro  ansie e gioie

e dar consigli, dalla parte sbagliata.

Vivo per far da  appiglio e confortarli,

perché colgano ancora  il profumo

di qualcosa di vivo, in cui continua a palpitare

lo spirito  del focolare.

Voglio vivere per questo,

perché i miei figli vivano me, ora.

Ché è tempo ancora  di fare da rifugio,

del cuore e della mente.

Verrà il tempo dei ricordi, per loro.

Questo è per me vivere, allora.

E mi alimento, nell’attesa, degli  sguardi d’amore

e del tocco caldo delle tue mani e delle tue labbra.

I loro abbracci, tutti  insieme, diverranno

energica edera, con la presenza.

Da qui, li desidero.

Questo è per me vivere, ora.

O.F

Madri, Figli, Famiglie in fuga dal mondo verso il mondo: Who cares? L’Italia? L’Europa? In ogni caso, Buona Festa della Mamma!

 

partiamoAuguri speciali a quelle mamme  che hanno i propri figli in giro per il mondo, cervelli in fuga, corpi e cuori alla ricerca di qualcosa che “a casa” non hanno trovato:  lavoro, opportunità, giustizia, riconoscimento effettivo del merito… 

I nostri figli, educati dalla famiglia e dalla scuola a una visione aperta e a una dimensione internazionale, hanno alla fine deciso  di esplorare personalmente nuove  realtà per cogliervi quelle opportunità che il loro paese non ha saputo offrire. Hanno deciso di vivere in ambienti sociali più confacenti ai loro bisogni, alle loro sensibilità e scelte di vita.

Hanno “scelto” di realizzare i loro sogni altrove.

Proprio  come molti “well educated” giovani Nord-africani o dell’Africa Centrale o di altri paesi che non vogliono rinunciare ai loro sogni e provano a inseguirli e realizzarli nella “mitica Europa”!

Auguri mamme! Condividiamo la soddisfazione che ci fa sentire orgogliose dei nostri  coraggiosi figli e figlie pronti  a mettersi in gioco, in ambienti nuovi e non sempre facili, pur di realizzare i loro piani, pur di portare avanti la loro ricerca di sé.

Complimenti mamme e tanta  comprensione  anche per il malessere che serpeggia dentro di noi e ci fa porre tante domande:

“E se l’avessi educata/o in modo diverso, sarebbe rimasto/a in Italia?”

“E se l’Italia fosse stata più attrezzata a comprendere  le loro scelte, come, per esempio, quella di sposare un “extracomunitario/cervello in fuga/colto/intelligente e sensibile”, sarebbero rimasti in Italia?”

”E se l’Italia fosse stata più attrezzata e sensibile alle esigenze occupazionali dei giovani, sarebbero partiti lo stesso?”

Troppe domande, poche risposte, ma importanti,  che arrivano soprattutto da loro, dai nostri figli:

“Siamo contenti di essere come siamo, delle nostre scelte, delle nostre lotte, delle prospettive positive del paese che ci ospita, anche se qualche volta ci pesa sentirci sradicati”.

Auguri Mamme per questi figli speciali…

Svegliati Italia!

 

Mother's Day

 Tante mamme  stanno vivendo qui, in questo meraviglioso paese dei balocchi, le stesse sofferenze di tanti genitori “extracomunitari” che vedono partire i loro figli verso lidi lontani, alla ricerca di una sofferta realizzazione di sé.

 

 

Poeticamente

 

happy mother's day

 

Madri

Per cosa  vivo,  oggi che sono vecchia?

Per ascoltare un trillo di telefono, dai figli,

Per respirar le loro  ansie e gioie

e dar consigli, dalla parte sbagliata.

Vivo per far da  appiglio e confortarli,

perché colgano ancora  il profumo

di qualcosa di vivo, in cui continua a palpitare

lo spirito  del focolare.

Voglio vivere per questo,

perché i miei figli vivano me, ora.

Ché è tempo ancora  di fare da rifugio,

del cuore e della mente.

Verrà il tempo dei ricordi, per loro.

Questo è per me vivere, allora.

E mi alimento, nell’attesa, degli  sguardi d’amore

e del tocco caldo delle tue mani e delle tue labbra.

I loro abbracci, tutti  insieme, diverranno

energica edera, con la presenza.

Da qui, li desidero.

Questo è per me vivere, ora.

 

Festa della Mamma 2014-SGUARDI D’AMORE INCROCIATI

 

cuore-di-muschio_thumb.jpg

Festa della Mamma 2014. Muschio, simbolo dell’amore materno, dal mio giardino

 

Quest’anno  festeggio la Festa della Mamma con le immagini del cuore, recuperando una testimonianza familiare.

Siviglia 2009. Si torna a casa, in Italia. Il momento  dei saluti  è sempre straziante. Ci si lascia, fisicamente, con la certezza di ritrovarsi  presto. Gli occhi sono lucidi, il viso tradisce qualche emozione malcelata, ma l’abbraccio trasmette fedeltà eterna ai sentimenti che legano  padri, madri e figlie.

Questo è il bellissimo  regalo di Stefania, che fissa a modo suo, l’ intenso  periodo  vissuto insieme.

 

 

10 Maggio 2015-Madri

Madri

Per cosa  vivo,  oggi che sono vecchia?

Per ascoltare un trillo di telefono, dai figli,

Per respirar le loro  ansie e gioie

e dar consigli, dalla parte sbagliata.

Vivo per far da  appiglio e confortarli,

perché colgano ancora  il profumo

di qualcosa di vivo, in cui continua a palpitare

lo spirito  del focolare.

Voglio vivere per questo,

perché i miei figli vivano me, ora.

Ché è tempo ancora  di fare da rifugio,

del cuore e della mente.

Verrà il tempo dei ricordi, per loro.

Questo è per me vivere, allora.

E mi alimento, nell’attesa, degli  sguardi d’amore

e del tocco caldo delle tue mani e delle tue labbra.

I loro abbracci, tutti  insieme, diverranno

energica edera, con la presenza.

Da qui, li desidero.

Questo è per me vivere, ora.

 O.F. Maggio 2012

Mother’s Sunday o Festa della Mamma-ai tempi del covid19 e Boris Johnson invita a non andare a fare gli auguri alla mamma di persona…tristi effetti del Corona Virus.

   

mother's day 2019

Mother’s Sunday o Festa della Mamma, ai tempi del covid19. E Boris Johnson invita a non andare a fare gli auguri alla mamma di persona…Tristi contraddizioni in un periodo incredibile. Comunque auguri alle preziose mamme, anche a distanza.E un pensiero forte a tutti.

22 Marzo-Mother’s Sunday in UK   

3 Maggio   Festa della Mamma   in Spagna

10 MaggioFesta della Mamma   in Italia.

Cambiano le date, variano le interpretazioni, ma la festa è la stessa.

Evviva la  Mamma!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: