Ciao ragazzi!

Vi ricordate Denti Bianchi e North-West di Zadie Smith? Li abbiamo letti e recensiti, io e qualcuno di voi. Ora sto leggendo Swing Time della stessa autrice e ritrovo anche in questa storia di musica, danza, Fred Astaire e il tip tap, le due bambine-amiche-diverse-ma uguali che vogliono diventare ballerine,  le relazioni umane e interraziali, insomma l’atmosfera intrigante, dolce e melanconica, ma sempre vitale e rivoluzionaria, delle opere di Zadie.

E faccio un salto nel mondo freak e ”profumato” di Camden Town, della Londra ricca di Chelsea, degli studi discografici e televisivi di questa magica metropoli che, nonostante la Brexit, continua ad esercitare il suo fascino unico.

Questo romanzo esplora uno spaccato di vita di giovani donne creative, che niente ha a che vedere con il ritratto turistico stereotipato di Londra e dell’Inghilterra. Sono a pagina 100 di un libro “corposo” che conto di terminare presto per tornare da voi con la recensione e per leggere il vostro parere, se lo avete già letto o avete intenzione di cominciarlo ora. Buona fine settimana.