• Mondo Fuori

  • 2 Giugno 2020-Festa della Repubblica Italiana

    Ossimori festosi: ferita, disorientata, fragile, eppure resiliente, meravigliosa e forte. La nostra Repubblica.

  • 23 Maggio-19 Luglio -Luci che non si spengono…

  • 10 Maggio 2020-Festa della Mamma

    dalla vita di una grande mamma...

  • Amo l’Europa

  • 1° Maggio 2020-Coraggio!

    R.Guttuso-Portella delle Ginestre

  • 25 Aprile 2020- Festa della Liberazione dal nazifascismo

  • 23 Aprile-Giornata Mondiale del Libro

  • Verità per Giulio Regeni-“La tua verità? No, la Verità, e vieni con me a cercarla. La tua, tientela.” A.Machado y Ruiz (Poeta Spagnolo 1875-1939)

  • LIBERA-100 passi e oltre verso…

    21 Marzo a Padova XXIV giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

  • Io sto con Emercency

    Guerre, Epidemie, Vite umane falcidiate... Per nostra fortuna c'è Emercency.

  • Giornata Mondiale del Migrante 2020- Viaggi e Diritti, in tempo di pace e di guerra. Ancora morti, tanti. Troppi!

    Viaggi nell'abisso. Samia: “Il Viaggio è una cosa che tutti noi abbiamo in testa fin da quando siamo nati. Ognuno ha amici e parenti che l’hanno fatto, oppure che a loro volta conoscono qualcuno che l’ha fatto. È una creatura mitologica che può portare alla salvezza o alla morte con la stessa facilità. Nessuno sa quanto può durare. Se si è fortunati due mesi. Se si è sfortunati anche un anno o due…”p.122 -Non dirmi che hai paura-G.Catozzella

  • Con Amnesty International contro la pena di morte

  • 8 Marzo 2020-Donne insieme con determinazione e speranza

    a mia madre-click&read
  • 21 Marzo-World Poetry Day. Arriva Primavera, in versi…

    Il verso è tutto. G.D'Annunzio, Il Piacere, II,1

  • 22 Marzo Giornata Internazionale dell’ACQUA-un diritto per tutti!

    con Bertoli e Ligabue, nel vento che soffia e l'acqua che scorre...

  • BREXIT- L’ora è scoccata

    Sentimenti contrastanti accompagnano questo momento. Il mio cuore è lì, Oltremanica. E sento come uno strappo, un'ulteriore barriera tra me e i miei affetti. Ho bisogno di tempo e di freddezza per rielaborare il significato di questo evento .

  • 27 Gennaio-Giornata della Memoria per continuare a ricordare, andando avanti

  • 25 Novembre-Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne

    Il racconto dell'ancella di M.Atwood-Giochi di potere sul corpo delle donne

    RISPETTO E PREVENZIONE

  • 15 Marzo Climate Strike. Gli studenti del mondo manifestano per clima e ambiente

    Fridays for Future- giovani alla riscossa- Appello disperato agli "adulti" Agite subito per questa nostra Terra! “Our house is on fire, I am here to say our house is on fire."

  • 10 Dicembre 1948 Dichiarazione Universale dei Diritti Umani

    Restare umani è un diritto-dovere. Dopo 70 anni, a che punto siamo?

  • 20 Novembre2017- Giornata Internazionale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza

  • Follow Affascinailtuocuore on WordPress.com
  • copyright foto

    La maggior parte delle foto inserite negli articoli provengono dalla Rete e sono pertanto da considerarsi di dominio pubblico. Tuttavia, gli autori o i soggetti coinvolti, possono in ogni momento chiederne la rimozione, scrivendo al seguente indirizzo di posta elettronica: affascinailtuocuore@gmail.com
  • Disclaimer

    I contenuti del blog sono un’esclusiva di Affascinailtuocuore.  È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma, senza  autorizzazione dell’autrice.

    Contenuti di altri autori sono debitamente individuati con tutti i riferimenti necessari.

5 Ottobre 2012 UNESCO e la Giornata dell’Insegnante

Il  5 Ottobre   si celebra in oltre cento paesi, La giornata dell’Insegnante,  istituita nel 1994 dall’ UNESCO , per richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica sul ruolo fondamentale dei docenti nel percorso di formazione, educazione, apprendimento dei bambini e dei giovani.

Giornata della donna, del nonno, della mamma, di questo e di quello… Iniziative lodevoli, almeno, per  una volta l’anno, ci si ricorda di qualcuno che fa qualcosa di buono per la società, oltre che per la propria famiglia. E la coscienza è a posto!

Dalla condivisibile lettera a  La Stampa di oggi, 4 Ottobre,  del docente  di Mestre che insegna Diritto e Economia,  riprendo due aspetti  su cui vorrei soffermarmi:

  1. la  disinformazione totale sul mondo della scuola e su  ciò che accade dentro e intorno ad esso. Normative che di anno in anno, di governo in governo, di maggioranza in maggioranza, alterano i già fragili equilibri, faticosamente conquistati, nonostante il Ministero, il Ministro e compagnia bella.  Gli insegnanti, in particolare, su cui tutti sono sempre pronti a sparare a vista, fanno da parafulmine a tutte le azioni istituzionali  pseudo miglioratrici  e frammentarie; Meno male che ci sono e che hanno le spalle abbastanza larghe per reggere gli urti dell’inefficienza!

  2. L’accenno alla chiusura delle Scuole di Specializzazione e le relative implicazioni sul reclutamento dei nuovi docenti e sui nuovi/vetusti concorsi “a cattedra”. Una manovra quella della chiusura  delle SSIS sconsiderata e non degna di un paese civile.  Certamente quel  progetto presentava molti aspetti da migliorare, ne ho già parlato in altri post del blog, ma altrettanto certamente presentava  tante  positività gettate via con il resto. Salvo poi  utilizzare una nuova etichetta, TFA, dietro la quale fanno capolino persone e percorsi “cancellati” nel 2008, con la chiusura delle SSIS.

Ma perchè in questo paese è così difficile fare “valutazione di processo” e recuperare ciò che c’è di buono nelle esperienze e su queste organizzarne di nuove e più efficaci?

Grazie al  docente di Mestre, auguri a lui  e a tutti  i professori e maestri d’Italia e del mondo.

TFA, Scuola e Progetti Europei: buone pratiche di interazione formativa

2012: Riparte finalmente il progetto di formazione iniziale dei docenti di scuola secondaria.  Si chiama Tirocinio Formativo Attivo. Strano ma vero, il nuovo  Decreto recupera alcuni aspetti centrali del vecchio e “bistrattato” percorso SSIS (Scuole di Specializzazione all’Insegnamento Secondario 1999-2008).

Uno degli elementi qualificanti del biennio di formazione per docenti di Lingue Straniere dell’Indirizzo  Linguistico  SSIS-LS di Venezia  è stato l’Eurostage (2002-2008), ovvero   il tirocinio all’interno di una rete di scuole europee, già attiva nei  progetti LLP (Comenius, Leonardo, Grundtvig) delle scuole sedi di servizio  dei  Supervisori di Tirocinio, che hanno creato l’Eurostage.

Auspicabile la ripresa dell’idea di internazionalizzazione del tirocinio  di Lingue, ma non solo. L’introduzione del CLIL nel percorso di formazione dei docenti e nella formazione universitaria, apre a nuove esigenze di  Practicum  in scuole europee per tutti i nuovi docenti e soprattutto per un sistema educativo  all’altezza delle nuove sfide globali.

Riporto di seguito l’articolo riassuntivo del  mio intervento sul tema nel convegno Processi di interazione nella formazione iniziale degli insegnanti ,    organizzato a Venezia nel 2007 dal  Coordinamento Nazionale dei Supervisori di Tirocinio.

O.Fortuna Dimensione europea e tirocinio in interazione, A Romance of many dimensions

imageIl tirocinio di Lingue Straniere della SSIS-Veneto presenta delle caratteristiche peculiari, una di queste è la sua natura pluridimensionale. Il presente articolo esplora le diverse dimensioni che la caratterizzano (affettiva,transnazionale/plurilingue, progettuale e scientifica, ciclica, trasversale…) ed evidenzia come i vari progetti dell’indirizzo, a livello locale, nazionale ed internazionale, siano collocabili all’interno di tali dimensioni, in un efficace processo di interazione formativa. In particolare si vogliono sottolineare alcuni aspetti quali il tirocinio di lingue straniere all’estero e le reti della formazione, insieme alle attività realizzate dall’indirizzo, con focus specifico su alcune significative esperienze sul campo. L’intervento si conclude con uno sguardo in avanti, verso una condivisione ed interazione effettiva tra le varie aree ed i vari attori della formazione iniziale.

Promise all'aeroportoL’analisi parte dal materiale prodotto da due tirocinanti dell’Ottavo Ciclo (Marianna Metelli e  Maurizio De Matteis) che, nel primo anno di corso, hanno svolto un breve stage di tirocinio osservativo in Galles e che, come previsto nel contratto formativo SSIS, al loro rientro in sede hanno presentato ai propri colleghi e ai supervisori affidatari una relazione sull’esperienza svolta. L’attività rientra tra quelle previste di trattamento del feedback, per riflettere sull’azione formativa, disseminarla e utilizzarla per migliorare l’offerta successiva.

Si procede dunque con la descrizione e, soprattutto, la focalizzazione, di alcuni aspetti importanti relativi ai brevi stage di tirocinio all’estero della SSIS-Veneto, nell’ottica dell’interazione tra istituzioni e processi formativi.

Promise GallesIl progetto di tirocinio osservativo in Galles-UK
La peculiarità di questa esperienza è che essa è stata calata all’interno del  Progetto Comenius
, PROMISE che è di fatto quasi uno studio sociologico interscolastico, a livello europeo, sui processi migratori che hanno coinvolto realtà geografiche come Padova, Berlino, Siviglia e una piccola cittadina gallese, Aberdare.

Cosa volevano osservare i tirocinanti che vi hanno preso parte? E’ a questo punto che entra in gioco il discorso della multidimensionalità. Ambiti e obiettivi di studio sono selezionati tra quelli individuati nelle normali attività di tirocinio indiretto iniziale, quando gli specializzandi vengono a contatto per la prima volta con il pianeta scuola. In particolare:
– progettualità come competenza fondamentale del docente del terzo millennio;
peerteaching– osservazione e partecipazione alla Mostra Itinerante Promise come evento qualificante di omunicazione e condivisione di risultati e punti di vista della ricerca effettuata;
– profilo docente: persone, ruoli e attività; Insegnanti- guida; alunni- protagonisti;
– Approcci metodologici e politiche linguistiche: la lingua – le lingue;
– osservazione e confronto con l’istituto accogliente: L’ambiente, le sue peculiarità , il suo grado di accoglienza;
– Valore aggiunto e ricaduta dell’esperienza dal punto di vista formativo e culturale: la/le culture rappresentate.
Può essere a questo punto stimolante provare ad individuare le varie dimensioni all’interno delle quali inserire ciascuno di questi aspetti prima di procedere con l’analisi dettagliata delle caratteristiche progettuali della proposta.
La citazione da Flatlandia di Abbott(vedi articolo intero) richiama il concetto di multidimensionalità, parola che ha vari significati, ma che qui viene intesa dal punto di vista della storia di un’ esperienza formativa che comprende aspetti cognitivi, progettuali, scientifici e trasversali pluridimensionali.
Una storia esaltante, un “Romance” che esiste in quanto tale solo se si intrecciano i vari eventi e protagonisti in modo significativo ed efficace. Esiste nella sua complessità che la porta ad esplorare realtà multidimensionali, dove oltre le linee e i punti esistono le curve, le sfere, la tridimensionalità, il rischio e l’audacia delle interpretazioni e delle teorie. E cosa esiste di più “rischioso e  avventuroso”di una formazione linguistica in cui attimo dopo attimo ci si mette in gioco nel circuito della comunicazione? Per di più internazionale? leggi qui tutto


Risorse collegate

Intervento  al Convegno Fortuna – slides ppt

Feedback stage Galles Metelli basic- slides ppt

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: