• Follow Affascinailtuocuore on WordPress.com
  • Mondo Fuori

  • 25 Novembre 2020-Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne

  • Verità per Giulio Regeni-“La tua verità? No, la Verità, e vieni con me a cercarla. La tua, tientela.” A.Machado y Ruiz (Poeta Spagnolo 1875-1939)

  • 5 Ottobre 2020-Giornata UNESCO dedicata agli Isegnanti

  • 3 Ottobre 2013-3 Ottobre 2020 Ricordare, accogliere, progettare il futuro

    more

    Il 3 ottobre è diventato giornata della memoria e dell'accoglienza, una data in cui si ricordano le vittime del naufragio di Lampedusa e tutti i migranti che hanno perso la vita nel tentativo di arrivare in Italia, la porta dell'Europa.

  • Giornata mondiale del migrante e del rifugiato 2020- Viaggi e Diritti, in tempo di pace e di guerra. Ancora morti, tanti. Troppi!

    Viaggi nell'abisso. Samia: “Il Viaggio è una cosa che tutti noi abbiamo in testa fin da quando siamo nati. Ognuno ha amici e parenti che l’hanno fatto, oppure che a loro volta conoscono qualcuno che l’ha fatto. È una creatura mitologica che può portare alla salvezza o alla morte con la stessa facilità. Nessuno sa quanto può durare. Se si è fortunati due mesi. Se si è sfortunati anche un anno o due…”p.122 -Non dirmi che hai paura-G.Catozzella

  • 23 Maggio-19 Luglio -Luci che non si spengono…

  • 10 Maggio 2020-Festa della Mamma

    dalla vita di una grande mamma...

  • 2 Giugno 2020-Festa della Repubblica Italiana

    Ossimori festosi: ferita, disorientata, fragile, eppure resiliente, meravigliosa e forte. La nostra Repubblica.

  • Amo l’Europa

  • 1° Maggio 2020-Coraggio!

    R.Guttuso-Portella delle Ginestre

  • 25 Aprile 2020- Festa della Liberazione dal nazifascismo

  • 23 Aprile-Giornata Mondiale del Libro

  • LIBERA-100 passi e oltre verso…

    21 Marzo a Padova XXIV giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

  • Io sto con Emercency

    Guerre, Epidemie, Vite umane falcidiate... Per nostra fortuna c'è Emercency.

  • Con Amnesty International contro la pena di morte

  • 8 Marzo 2020-Donne insieme con determinazione e speranza

    a mia madre-click&read
  • 21 Marzo-World Poetry Day. Arriva Primavera, in versi…

    Il verso è tutto. G.D'Annunzio, Il Piacere, II,1

  • 22 Marzo Giornata Internazionale dell’ACQUA-un diritto per tutti!

    con Bertoli e Ligabue, nel vento che soffia e l'acqua che scorre...

  • BREXIT- L’ora è scoccata

    Sentimenti contrastanti accompagnano questo momento. Il mio cuore è lì, Oltremanica. E sento come uno strappo, un'ulteriore barriera tra me e i miei affetti. Ho bisogno di tempo e di freddezza per rielaborare il significato di questo evento .

  • 27 Gennaio-Giornata della Memoria per continuare a ricordare, andando avanti

  • 15 Marzo Climate Strike. Gli studenti del mondo manifestano per clima e ambiente

    Fridays for Future- giovani alla riscossa- Appello disperato agli "adulti" Agite subito per questa nostra Terra! “Our house is on fire, I am here to say our house is on fire."

  • 10 Dicembre 1948 Dichiarazione Universale dei Diritti Umani

    Restare umani è un diritto-dovere. Dopo 70 anni, a che punto siamo?

  • 20 Novembre2020- Giornata Internazionale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza

  • copyright foto

    La maggior parte delle foto inserite negli articoli provengono dalla Rete e sono pertanto da considerarsi di dominio pubblico. Tuttavia, gli autori o i soggetti coinvolti, possono in ogni momento chiederne la rimozione, scrivendo al seguente indirizzo di posta elettronica: affascinailtuocuore@gmail.com
  • Disclaimer

    I contenuti del blog sono un’esclusiva di Affascinailtuocuore.  È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma, senza  autorizzazione dell’autrice.

    Contenuti di altri autori sono debitamente individuati con tutti i riferimenti necessari.

Il cappio espiatorio e il Kazakitalistan di Massimo Gramellini, Bravo!

MGramelliniCaso Ablyazov. Finalmente una voce chiara e una mente lucida che mette in evidenza, con la consueta ironia amara, tutta la tristezza e la rabbia di una presa in giro cosmica dei cittadini Italiani. Ma soprattutto rivela una preoccupazione profonda per la situazione politica in cui versa il nostro paese, che sembra andare a braccetto, a sua insaputa, con rappresentanti politici internazionali dal profilo democratico per lo meno dubbio…

Premio Nobel per la pace 2012 all’UE: bella mossa, Europa!

 “Il premio Nobel per la pace del 2012 è stato assegnato all’Unione Europea”, lo ha annunciato ufficialmente il Presidente del Comitato Nobel a Oslo Thorbjoern Jagland.”Il più importante risultato dell’Ue è l’impegno per la pace, la riconciliazione e per la democrazia e i diritti umani. Il ruolo di stabilità giocato dall’Unione ha aiutato a trasformare la gran parte d’Europa da un continente di guerra a un continente di pace”, si legge nelle motivazioni.(La Stampa.it)

Questa è grande politica. Una mossa che spiazza tutti e che ridà slancio al sogno “appannato” di un’ Europa unita nei suoi intenti e nelle sue azioni politiche, sociali ed economiche.

Continuiamo ad avere bisogno anche di mosse simboliche forti, unificatrici e  ispiratrici, che offrano una visione del mondo in crescita umana e fiduciosa nel futuro.

Sessant’anni di pace “continentale” sono tanti e sono un traguardo eccezionale in un’Europa tragicamente litigiosa, dove i conflitti, le incomprensioni, i pregiudizi sono ancora ben vivi, purtroppo.

La sterzata verso una soluzione dei problemi solo attraverso meccanismi finanziari non può essere quella giusta. Gli interessi economici non fanno altro che nutrire gli egoismi nazionali ed individuali.

Pace. E’ pur vero che non combattiamo nei nostri paesi UE, ma intorno a noi le guerre “antiche” sono tante e, nella maggior parte dei casi, noi siamo lì. Combattiamo dietro bandiere apparentemente innocue e pacifiche: democrazia, peace-keeping, supporto umanitario… ma sempre in guerra siamo!

L’effetto immediato del Nobel all’Unione Europe consiste nel ridare  fiato e speranza a un presente e un futuro più “armoniosi”; quello a lungo termine, mi auguro, potrebbe vedere finalmente realizzarsi il progetto-sogno degli Stati Uniti d’Europa.

S.Hessel-Impegnatevi!

Impegnatevi!

Indignamoci e Impegnamoci!

“L’uomo che ha risvegliato la coscienza dell’Europa parla ai giovani”…Ma non solo

Grande vecchio,  Hessel! Tutto  assolutamente “sostenibile” quello che lui dice a Gilles Vanderpooten in questa conversazione di libertà. La sua è una proiezione consapevole verso un futuro sostenibile che si nutra  e si avvantaggi del passato, con le sue sconfitte e con  le sue conquiste.

E la sua non è semplice fede nelle ”meravigliose sorti e progressive!” E’ un atteggiamento che da credito anche, pensate un pò, alla Fortuna (egli stesso ritiene di averne avuta tanta), ma che assegna un ruolo preponderante e decisivo all’impegno, alla responsabilità e alla correttezza nei rapporti politici e personali.

E’ un atteggiamento di enorme fiducia nei giovani e nelle loro capacità. E’ un investimento nell’essere umano e nella sua intelligenza: “la specie umana è una specie giovane[…]siamo una specie giovane, ma che può rompersi il muso domani, sparire… Abbiamo già fatto molte sciocchezze e possiamo continuare a farne, qualche bomba atomica ben piazzata ed è la fine”(p 72ssgg)

Impegnamoci dunque…Ogni generazione faccia la sua parte! “ogni generazione è in grado di trovare il suo posto e il suo impegno sartriano, secondo il quale un uomo è un vero uomo soltanto quando è davvero impegnato e si sente responsabile”(p.71).

Leggere questa conversazione, accompagnata e ispirata dalla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani e dal Programma del Consiglio Nazionale della Resistenza Francese, è come aprire una finestra sul mare e respirare l’aria salmastra della libertà riconquistata.

Amnesty International-50 anni per i Diritti Umani

1961-2011. 50  anni  per  i Diritti Umani

Quando ho acceso la prima candela di Amnesty avevo in mente un vecchio proverbio cinese: ‘Meglio accendere una candela che maledire l’oscurità’. Questo è anche oggi il motto per noi di Amnesty.”

(Peter Benenson, fondatore di Amnesty International)

“Aprite il vostro giornale ogni giorno della settimana e troverete la notizia che da qualche parte del mondo qualcuno viene imprigionato, torturato o ucciso perché le sue opinioni o la sua religione sono inaccettabili al suo governo”. Così iniziava un articolo pubblicato il 28 maggio 1961 sul quotidiano londinese The Observer scritto dall’avvocato londinese Peter Benenson dopo aver letto che due studenti portoghesi erano stati condannati a sette anni di detenzione per aver brindato alla libertà. “Il lettore del giornale sente un nauseante senso di impotenza. Ma se questi sentimenti di disgusto ovunque nel mondo potessero essere uniti in un’azione comune qualcosa di efficace potrebbe essere fatto”.

Da questo articolo e dalla campagna per i prigionieri dimenticati che ne seguì,

nacque nel 1961 Amnesty International. Continua qui

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: