• Mondo Fuori

  • 22 Marzo Giornata Internazionale dell’ACQUA-un diritto per tutti!

    con Bertoli e Ligabue, nel vento che soffia e l'acqua che scorre...

  • 21 Marzo-World Poetry Day. Arriva Primavera, in versi…

    Il verso è tutto. G.D'Annunzio, Il Piacere, II,1

  • LIBERA-100 passi e oltre verso…

    21 Marzo a Padova XXIV giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

  • Io sto con Emercency

    sempre più guerre, sempre più vittime, Per fortuna che c'è Emercency.

  • 8 Marzo 2020-Donne insieme con determinazione e speranza

    a mia madre-click&read
  • Verità per Giulio Regeni-“La tua verità? No, la Verità, e vieni con me a cercarla. La tua, tientela.” A.Machado y Ruiz (Poeta Spagnolo 1875-1939)

  • BREXIT- L’ora è scoccata

    Sentimenti contrastanti accompagnano questo momento. Il mio cuore è lì, Oltremanica. E sento come uno strappo, un'ulteriore barriera tra me e i miei affetti. Ho bisogno di tempo e di freddezza per rielaborare il significato di questo evento .

  • 27 Gennaio-Giornata della Memoria per continuare a ricordare, andando avanti

  • 25 Novembre-Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne

    Il racconto dell'ancella di M.Atwood-Giochi di potere sul corpo delle donne

    RISPETTO E PREVENZIONE

  • Giornata Mondiale del Migrante 2019- Viaggi e Diritti, in tempo di pace e di guerra. Ancora morti, tanti. Troppi!

    Viaggi nell'abisso. Samia: “Il Viaggio è una cosa che tutti noi abbiamo in testa fin da quando siamo nati. Ognuno ha amici e parenti che l’hanno fatto, oppure che a loro volta conoscono qualcuno che l’ha fatto. È una creatura mitologica che può portare alla salvezza o alla morte con la stessa facilità. Nessuno sa quanto può durare. Se si è fortunati due mesi. Se si è sfortunati anche un anno o due…”p.122 -Non dirmi che hai paura-G.Catozzella

  • 15 Marzo Climate Strike. Gli studenti del mondo manifestano per clima e ambiente

    Fridays for Future- giovani alla riscossa- Appello disperato agli "adulti" Agite subito per questa nostra Terra! “Our house is on fire, I am here to say our house is on fire."

  • 19 Luglio -Luci che non si spengono

  • Con Amnesty International contro la pena di morte

  • 2 Giugno 2019-Festa della Repubblica Italiana

  • Amo l’Europa e il 26 Maggio VOTO.

  • 1° Maggio, su coraggio! Io ti amo…

    Alto e basso.Guttuso e Tozzi. Tempo di contaminazioni...

  • 23 Aprile-Giornata Mondiale del Libro

  • 25 Aprile 2019- Festa della Liberazione dal nazifascismo

    La Storia che mi piace...Fiori di Aprile nel giardino d'Italia liberato

  • 10 Dicembre 1948 Dichiarazione Universale dei Diritti Umani

    Restare umani è un diritto-dovere. Dopo 70 anni, a che punto siamo?

  • 20 Novembre2017- Giornata Internazionale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza

  • Follow Affascinailtuocuore on WordPress.com
  • copyright foto

    La maggior parte delle foto inserite negli articoli provengono dalla Rete e sono pertanto da considerarsi di dominio pubblico. Tuttavia, gli autori o i soggetti coinvolti, possono in ogni momento chiederne la rimozione, scrivendo al seguente indirizzo di posta elettronica: affascinailtuocuore@gmail.com
  • Disclaimer

    I contenuti del blog sono un’esclusiva di Affascinailtuocuore.  È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma, senza  autorizzazione dell’autrice.

L.Marklund-Finché Morte non ci separi. Un tuffo nel cuore nero del freddo di Svezia

 

 

Marklund_finchèmortenonvisepari.jpg

C’è una sensibilità particolare nella scrittura al femminile,  in cui mi riconosco. Indubbiamente. Finchè morte non ci separi, di Liz Marklund non sfugge a questa “regola della lettrice empatica”. La protagonista di questa classica storia di investigazione è Annika Bengtzon, giornalista incasinata del giornale “Stampa della Sera “. Altro personaggio di peso è Nina, poliziotta altrettanto incasinata e misteriosa.

Nina è di pattuglia con il suo collega quando viene allertata da una chiamata. Qualcosa è successo in una strada di Stoccolma, Bondegatan. Un omicidio che farà ballare Stoccolma. Comincia così un susseguirsi di eventi, ricerche e scoperte che porteranno Annika ad indagare all’interno del mondo della vittima illustre: un commissario di polizia, eroe pluridecorato. Nell’appartamento non c’è traccia del piccolo Alexander, figlio della coppia. Dove è finito?

Unica indiziata del brutale omicidio  è Julia, poliziotta anche lei e moglie tradita dell’eroe, che Nina trova sotto shock nell’appartamento. Julia è una donna fragile, provata da una vita complicata accanto a un uomo difficile da gestire nella sua grandezza e notorietà. Nina e Julia sono amiche intime da sempre, praticamente cresciute insieme, sia come donne che come poliziotte. Tra loro esiste un rapporto profondo che l’assassinio di David mette a dura prova.

Gamla Stan Stoccolma vecchiaAnnika è in piena crisi esistenziale. Il marito Thomas l’ha lasciata per la bionda e altera Sofia-Fifì- Facciadaculo, con cui vive in un super attico di super lusso. A rendere il momento ancora più tragico per lei, qualcuno decide di dare fuoco al suo appartamento, distruggendo tutto ciò che resta della ex-famiglia felice. Annika riesce comunque a mettere in salvo i suoi gioielli più preziosi: i suoi due figli Ellen e Kalle, e se stessa.

Entra in crisi anche il suo rapporto con l’amica di sempre Anna, che non è disposta ad ospitarla subito dopo l’incendio. Nello stesso frangente  Annika scopre invece l’umanità e l’empatia della collega Berit, che l’accoglie immediatamente e le da tutto l’aiuto necessario e le confessa anche  di aver avuto una relazione extraconiugale . Lei? a cinquant’anni? ma come è possibile? I giovani realizzano sempre con grande sorpresa che amore e sesso continuano ad esistere, anche in età matura…

 

“Il tempo è l’unica cosa che un essere umano possiede. Come la giovinezza e la vita, è scontato solo finché lo si ha a disposizione, poi svanisce e basta” p.337

 

Con la sua solita determinazione Annika Bengtzon comincia a investigare ed è un succedersi di piccole grandi scoperte, anche all’interno della sua stessa esistenza, fino alla inevitabile soluzione del caso.  Il romanzo procede a ritmo incalzante, da Giugno a Dicembre, catapultandoci tra uno scenario e l’altro, nel bel mezzo di vite squassate da eventi di ogni tipo e di istituzioni non sempre trasparenti ed efficienti.

Alla guida di una macchina, in un momento in cui è bello essere soli e “staccare il cervello”, arriva la sua canzone preferita.

 

Anche l’Epilogo riserva una sorpresa che aggiunge piacere e soddisfazione alla lettura: è venerdì 24 Dicembre. Vigilia di Natale e, qualcuno si sta avvicinando alla terribile prigione…

finchè morte non ci separi

 Leggere il romanzo con in testa la serie TV ha, in questa occasione, aggiunto nuovi elementi di apprezzamento, già manifestato per lo sceneggiato. Mi è venuta voglia di andare a Stoccolma, nonostante il freddo che il vento, la neve, il paesaggio brullo di fine Autunno e le situazioni descritte mi hanno provocato.

 

 

 

G.Simenon-MAIGRET AL PICRATT’S. Atmosfere ed emozioni notturne. Sulla Effe con Mr Bean

maigret-al-picratts-001_thumb[1]

Ricco  di atmosfera e frequentato da turisti in cerca di  emozioni notturne, piccanti e trasgressive, ma molto “Liberty Bar”,  il Picratt’s  è un crocevia di sensazioni più o meno sgradevoli, di intrecci amorosi più o meno “legali”, di storie e storiacce. E’ popolato da personaggi da circo, inquietanti, ma interessanti e  pieni di sorprese.  Maigret ci si trova bene, il suo istinto osservatore trova qui pane per i suoi denti.

La storia? beh, alla Maigret! Una bella spogliarellista, giovane e sbandata, si decide a denunciare un certo Oscar e un possibile omicidio  di una fantomatica contessa. E’ notte fonda, quasi  l’alba, quando  Arlette si reca in commissariato, visibilmente alticcia e purtroppo poco credibile nella sua denuncia. Un omicidio si verifica, il giorno dopo, e Maigret comincia a  indagare. E’ affascinato dalla figura tra il patetico e l’intrigante,  della misteriosa Arlette.

La storia si dipana in una successione di eventi, di richiami ad altri romanzi, di  attenzione al cibo consumato in compagnia, allo squallore di  determinate vite etc. Insomma tutto l’armamentario  di Simenon viene messo in ballo  e la storia si avvia piacevolmente verso la sua naturale conclusione…

Pigalle-ParisParigi e il XVIII Arrondissement con le stradine di Montmartre, la gente colorata e particolare del quartiere, i turisti,  rimane lo sfondo ideale per questo tipo di storie. In questa,  in particolare, scritta durante il soggiorno americano di Simenon, lo scenario è particolarmente vivido e ricco di una luce speciale. Homesickness? Nostalgia o semplicemente mestiere?

 Con questo  romanzo  chiudo il mese di Giugno, dedicato in particolare al Giallo classico, ma l’estate è lunga e un buon libro giallo  può  insinuarsi ancora tra le mie letture, da un giorno all’altro e  sempre  ben accolto.

Maigret 2018

Maigret-Mr Bean

 

Arriva sugli schermi un nuovo  Commissario Maigret. Chi  accetta la sfida di interpretarlo? Mr Bean! Miniserie Britannica tutta da vivere, anche se non è  semplice mettere per un attimo da parte i grandi Maigret del passato, uno su tutti il nostro magnifico Gino Cervi. Ma vale la pena provarci.

Miniserie prodotta dal figlio di Georges Simenon su la Effe

 

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: