• Mondo Fuori

  • I viaggi della speranza e della disperazione.

    Viaggi nell'abisso. Samia: “Il Viaggio è una cosa che tutti noi abbiamo in testa fin da quando siamo nati. Ognuno ha amici e parenti che l’hanno fatto, oppure che a loro volta conoscono qualcuno che l’ha fatto. È una creatura mitologica che può portare alla salvezza o alla morte con la stessa facilità. Nessuno sa quanto può durare. Se si è fortunati due mesi. Se si è sfortunati anche un anno o due…”p.122 -Non dirmi che hai paura-G.Catozzella

  • Con Amnesty International contro la pena di morte

  • Verità per Giulio Regeni-“La tua verità? No, la Verità, e vieni con me a cercarla. La tua, tientela.” A.Machado y Ruiz (Poeta Spagnolo 1875-1939)

  • Io sto con Emercency

    Guerre, Epidemie, Vite umane falcidiate... Per nostra fortuna c'è Emercency.

  • LIBERA-100 passi e oltre verso…

    21 Marzo a Padova XXIV giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

  • 23 Aprile-Giornata Mondiale del Libro

  • Amo l’Europa

  • 22 Marzo Giornata Internazionale dell’ACQUA-un diritto per tutti!

    con Bertoli e Ligabue, nel vento che soffia e l'acqua che scorre...

  • 21 Marzo-World Poetry Day. Arriva Primavera, in versi…

    Il verso è tutto. G.D'Annunzio, Il Piacere, II,1

  • 15 Marzo Climate Strike. Gli studenti del mondo manifestano per clima e ambiente

    Fridays for Future- giovani alla riscossa- Appello disperato agli "adulti" Agite subito per questa nostra Terra! “Our house is on fire, I am here to say our house is on fire."

  • 8 Marzo 2021-Donne e uomini insieme con determinazione e speranza

  • 25 Aprile 2020- Festa della Liberazione dal nazifascismo

  • 1° Maggio 2020-Coraggio!

    R.Guttuso-Portella delle Ginestre

  • 10 Maggio 2020-Festa della Mamma

    dalla vita di una grande mamma...

  • 5 Ottobre 2020-Giornata UNESCO dedicata agli Isegnanti

  • 23 Maggio-19 Luglio -Luci che non si spengono…

  • 2 Giugno 2020-Festa della Repubblica Italiana

    Ossimori festosi: ferita, disorientata, fragile, eppure resiliente, meravigliosa e forte. La nostra Repubblica.

  • 3 Ottobre 2013-3 Ottobre 2020 Ricordare, accogliere, progettare il futuro

    more

    Il 3 ottobre è diventato giornata della memoria e dell'accoglienza, una data in cui si ricordano le vittime del naufragio di Lampedusa e tutti i migranti che hanno perso la vita nel tentativo di arrivare in Italia, la porta dell'Europa.

  • 20 Novembre2020- Giornata Internazionale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza

  • 25 Novembre 2020-Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne

  • 10 Dicembre 1948 Dichiarazione Universale dei Diritti Umani

    Restare umani è un diritto-dovere. Dopo 70 anni, a che punto siamo?

  • 27 Gennaio-Giornata della Memoria per continuare a ricordare, andando avanti

  • Disclaimer

    I contenuti del blog sono un’esclusiva di Affascinailtuocuore.  È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma, senza  autorizzazione dell’autrice.

    Contenuti di altri autori sono debitamente individuati con tutti i riferimenti necessari.

Il Ministro Riccardi alla sua prima uscita: ed è subito integrazione e rispetto…

“Il fondatore della Comunità di Sant’Egidio ha voluto rendere omaggio a Jerry Essan Masslo, un cittadino sudafricano ucciso a Villa Literno nell’agosto del 1989. La prima tappa è stata proprio al cimitero della piccola città in provincia di Caserta dove Riccardi si è soffermato a lungo non solo con la comunità locale ma anche in preghiera sulla tomba che raccoglie le spoglie mortali di Masslo. Secondo Riccardi il sudafricano “rappresenta una parabola” dal momento che, dopo essere scappato “dall’orrore razzista del Sudafrica è morto in una brutta storia di caporalato” una tragedia che, per il ministro, ha fatto, però, “prendere coscienza del dolore e della sofferenza degli immigrati”.(lapoliticaitaliana.it)

“Non è casuale dunque che il neoministro, con la sua lunga esperienza nel campo delle lotte per i diritti umani, voglia cominciare da qui per conoscere più da vicino la condizione degli immigrati in Campania”(Corriere del Mezzogiorno)

Il TG 3  lancia  un servizio sulla prima uscita del Ministro per la Cooperazione internazionale  e Integrazione, Andrea Riccardi. Gli chiedono: “non pensa che alcuni Italiani possano non capire la richiesta di  cittadinanza per i figli di immigrati nati  qui, in Italia?” E il Ministro  risponde, con molta calma e sicurezza, di non avere affatto paura e di essere sicuro che gli italiani, quando  conoscono le situazioni, capiscono molto bene ciò che è giusto e ciò che non lo è. Bravo!

Una presenza così nel mondo politico e sociale italiano non può che essere benvenuta. L’istituzione del  suo ministero è un segnale fortissimo ed efficace che l’Italia può e deve diventare un paese moderno, consapevole e “veloce” nel trattare aspetti cruciali del suo essere nazione e contemporanemante “mondo”.

Chi non vuole i test a scuola e perchè: sentiamo il parere di Luca Ricolfi

 

Troppi test banalizzano la scuola

Interessante editoriale di Luca Ricolfi (leggi qui) su La Stampa di oggi, relativo alle  prove Invalsi obbligatorie nelle scuole.
Trovo “politically correct” la sua osservazione sul conservatorismo del sistema scuola e sui comuni “fallimenti” sia di governi didestra che di sinistra.

Mi permetto comunque due considerazioni che riguardano i punti Terzo e Quarto della sua analisi.

La Prima rigurada la critica rivolta alla reazione  dei docenti e del sistema al “Concorsone”, proposto a suo tempo dal Ministro  Berlinguer, per verificare le competenze dei professori;
la Seconda riguarda le perplessità dello stesso Ricolfi sul sistema di verifca a base “test”.  Tralascio di considerare il Primo punto su come i test Invalsi possano direttamente e effettivamente influire sulla progressione di carriera dei docenti.

Sorvolo inoltre sul punto Secondo che trovo poco rispettoso dei docenti “classificati”su base regionale e nazionale, sebbene contenga alcuni elementi di verità.
E’ vero che la resistenza dei docenti ad essere valutati e messi in discussione è sempre lì dietro l’angolo, ma una delle ragioni che contribuiscono a questo radicarsi dello status quo è l’evidente incapacità politica di studiare e applicare un sistema di valutazione “rispettoso e scientificamente valido”, che vada oltre le domandine a quiz.  

E’ così difficile prevedere una valutazione autentica, sul campo, che porti commissioni scientifche di ispettori, docenti esperti, tutor di tirocinio (TFA), responsabili universitari di dipartimento  sulla formazione iniziale e continua a verificare sul campo l’operato dei docenti,  anche tramite l’osservazione didattica in classe ?

Quale  migliore opportunità dell’avvio del nuovo Regolamento sulla formazione iniziale e continua?
Certo i test sono più semplici ed economici da somministrare e  “correggere”, ma quanto lasciano dietro di sè!

 Passando agli alunni, condivido in pieno il punto Quarto. L’ho già sperimentato, come docente di Inglese, nella preparazione degli studenti alle certificazioni linguistiche. Il rischio  di trasformare il programma della materia in una Training Agenda finalizzata al superamento della prova è  reale. Questo ha comunque dei lati positivi, visto che i test linguistici verificano competenze diversificate, necessarie  e spendibili nella comunicazione autentica, secondo, peraltro,  i dettami del  CEF o Quadro Comune Europeo  di Riferimento per le lingue. 

E condivido in pieno il Terzo argomento, cruciale da mio punto di vista. Che ne facciamo dei ritmi di apprendimento diversificati? Delle intelligenze multiple? Del rispetto delle individualità? Massifichiamo i risultati correndo il richio di lasciare indietro persone dotate e capaci che avrebbero solo bisogno di un pò di tempo in più per riflettere? La velocità può ammazzare la formazione.

 La riflessione: cosa  è questa sconosciuta? E che il dibattito si apra  e che si apra la porta giusta, anche…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: