• Mondo Fuori

  • I numeri di Affascinailtuocuore

    • 100.473 visite
  • 25 Novembre-Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne

    Il racconto dell'ancella di M.Atwood-Giochi di potere sul corpo delle donne

    RISPETTO E PREVENZIONE

  • Giornata Mondiale del Migrante 2019- Viaggi e Diritti, in tempo di pace e di guerra. Ancora morti, tanti. Troppi!

    Viaggi nell'abisso. Samia: “Il Viaggio è una cosa che tutti noi abbiamo in testa fin da quando siamo nati. Ognuno ha amici e parenti che l’hanno fatto, oppure che a loro volta conoscono qualcuno che l’ha fatto. È una creatura mitologica che può portare alla salvezza o alla morte con la stessa facilità. Nessuno sa quanto può durare. Se si è fortunati due mesi. Se si è sfortunati anche un anno o due…”p.122 -Non dirmi che hai paura-G.Catozzella

  • 15 Marzo Climate Strike. Gli studenti del mondo manifestano per clima e ambiente

    Fridays for Future- giovani alla riscossa- Appello disperato agli "adulti" Agite subito per questa nostra Terra! “Our house is on fire, I am here to say our house is on fire."

  • Verità per Giulio Regeni-“La tua verità? No, la Verità, e vieni con me a cercarla. La tua, tientela.” A.Machado y Ruiz (Poeta Spagnolo 1875-1939)

  • 19 Luglio -Luci che non si spengono

  • LIBERA-100 passi e oltre verso…

    21 Marzo a Padova XXIV giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

  • Con Amnesty International contro la pena di morte

  • Io sto con Emercency

    sempre più guerre, sempre più vittime, Per fortuna che c'è Emercency.

  • 2 Giugno 2019-Festa della Repubblica Italiana

  • Amo l’Europa e il 26 Maggio VOTO.

  • 1° Maggio, su coraggio! Io ti amo…

    Alto e basso.Guttuso e Tozzi. Tempo di contaminazioni...

  • 23 Aprile-Giornata Mondiale del Libro

  • 25 Aprile 2019- Festa della Liberazione dal nazifascismo

    La Storia che mi piace...Fiori di Aprile nel giardino d'Italia liberato

  • 22 Marzo Giornata Internazionale dell’ACQUA-un diritto per tutti!

    con Bertoli e Ligabue, nel vento che soffia e l'acqua che scorre...

  • 21 Marzo-World Poetry Day. Arriva Primavera, in versi…

    Il verso è tutto. G.D'Annunzio, Il Piacere, II,1

  • 27 Gennaio-Giornata della Memoria per continuare a ricordare, andando avanti

    “Despite everything, life is full of beauty and meaning.” ― Etti Hillesum, Lettres De Westerbork

  • 8 Marzo 2018-Donne insieme con determinazione e speranza

  • 10 Dicembre 1948 Dichiarazione Universale dei Diritti Umani

    Restare umani è un diritto-dovere. Dopo 70 anni, a che punto siamo?

  • 20 Novembre2017- Giornata Internazionale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza

  • Follow Affascinailtuocuore on WordPress.com
  • copyright foto

    La maggior parte delle foto inserite negli articoli provengono dalla Rete e sono pertanto da considerarsi di dominio pubblico. Tuttavia, gli autori o i soggetti coinvolti, possono in ogni momento chiederne la rimozione, scrivendo al seguente indirizzo di posta elettronica: affascinailtuocuore@gmail.com
  • Disclaimer

    I contenuti del blog sono un’esclusiva di Affascinailtuocuore.  È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma, senza  autorizzazione dell’autrice.

Home

Orizzonti di Festa

 Qualcosa di rosso -Le stelle di Natale a Siviglia

scamardistudio

stelle-di-natale-aeree.jpg

 


Recensione di Dicembre- E. E. Schmitt-MONSIEUR IBRAHIM-I fiori del Corano-Profumo vitale sull’esistenza di Momo.

Schmitt-Ifioridelcorano-copMosè adolescente inquieto di famiglia ebrea ha un padre apparentemente freddo e anaffettivo, più legato alla figura di un fantomatico Popol, che Mosè crede sia il suo fratello maggiore fuggito chissà dove, forse con la madre che lo ha lasciato quando lui era ancora piccolo piccolo. Questo papà non perde occasione per far sentire Mosè una nullità. E tuttavia, questo padre ha sul suo cuore un macigno di cui non riesce a liberarsi… Come tutti gli adolescenti il ragazzo si...read more


Recensione di Dicembre- M. I. Mariotti – LA BORSETTA e IL CAPPOTTO DELL’AMBASCIATORE. Piccole storie Dolomitiche…

Mariotti-borsetta e cappottoLa Borsetta e Il Cappotto dell’Ambasciatore (Ed. Amor del libro-Sedici per Sedici-Venezia1995) sono due racconti brevi di Maria Irma Mariotti, una viaggiatrice moderna, eppure legata alla tradizione di cui è figlia. Traspare infatti dalle sue parole veloci una profonda ispirazione territoriale, nutrita dall’ alito del suo vento dolomitico. Le due storie hanno il sapore di esperienze vissute, che diventano l’ aspetto più gradevole della lettura…read more 

 


Recensione di Dicembre  OI DIALOGOI. I dialoghi di Bellavista. Incontri speciali con il cuore universale della Napoletanità nel libro di De Crescenzo

oi dialogoi-decrescenzo-copCi sono dei libri che alleggeriscono l’anima, tanto che, quando arrivi all’ultima frase, li saluti con un sorriso e un grazie di cuore.
È il caso di OI DIALOGOI. I dialoghi di Bellavista di Luciano De Crescenzo. Ho sempre ammirato De Crescenzo, mi piacevano i suoi limpidi occhi azzurri pieni di ironia, il bianco candido dei suoi capelli, quella cadenza napoletana da gran signore che incantava l’ascoltatore. Sì, perché oltre a leggere questo libro, nel lontano 1985, già me lo godevo in TV o al cinema. I Napoletani sono l’ingrediente magico della narrazione di De Crescenzo che…read more

 


Recensione di Novembre- UN PICCOLO GESTO CRUDELE di Elizabeth George. Mistero a Lucca per l’Ispettore Lynley

un piccolo gesto crudele-George

La storia è essenziale: una bambina Londinese, figlia di un professore universitario di origini Pakistane e di una donna Inglese, viene rapita a Lucca, dove la mamma l’ha portata,  di nascosto del padre. A Lucca la donna vive con il nuovo compagno Lorenzo. Il padre non si rassegna all’abbandono e comincia a cercare la bambina con l’aiuto della vicina di casa, una poliziotta alquanto originale. Gli eventi accadono tra Lucca e Londra…read more

 

 


Recensione di Ottobre-CIGNI SELVATICI di Jung Chang. Il respiro della storia nell’alito di tre donne coraggiose.

CIGNI SELVATICI DI JUNG CHANGL’affresco di Chang illumina tre donne protagoniste di una storia per molti versi eterna e ripetibile, anche se in età e contesti diversi.  La cavalcata lunga un secolo, verso il comunismo di Mao e il suo “nuovo mondo”, è il filo conduttore di Cigni Selvatici di Jung Chang. L’anima della storia pulsa violenta nel conflitto interiore di Er-Hong-Cigno Selvatico e della sua famiglia simbolo della riflessione critica sulla filosofia di Mao e su alcune sue perverse applicazioni. E tuttavia, gli effetti della propaganda martellante e delle conseguenti azioni politiche rendono Jung una convinta e irriducibile sostenitrice di Mao. Le vicende e le scelte dolorose della madre e del padre che, da protagonisti illuminati della Rivoluzione diventano vittime della stessa a causa del loro atteggiamento critico, alimentano in lei uno spirito indomito amante della cultura, della letteratura, della libertà e della ricerca di una dimensione individuale, all’interno di una cornice collettivistica soffocante…read more

 


Recensione di Settembre – GLI ALBERI DI ALBERTO di Beniamino Joppolo. Un abbraccio vitale in “un sensuale rapporto con la natura”

La storia inizia in medias res. È estate, un agosto  caldo  e affollato di rumorose cicale.  Alberto è seduto al balcone della sua casa di campagna e si gode il silenzio che piomba finalmente quando le cicale decidono di stare zitte…

È solo, in compagnia  dei suoi silenziosi  sogni.  Ma un telegramma spezza gioiosamente il silenzio del luogo  e della sua anima: suo fratello, sua sorella,  e i nipoti verranno in vacanza nella terra degli avi, a ricongiungersi con i ricordi d’infanzia. Alberto è strafelice e pronto ad accoglierli nel migliore dei modi. Il giorno dell’arrivo fa…read more


Recensione di Settembre –  L’IGUANA diAnna Maria Ortese. Una fabula dai contorni filosofici e surreali, eppure contemporanea.

Sirena, da Solidonius, XVIII sec., Paris,Bibliothèque de l’Arsenal, Ms. 973, f. 12.

L’Iguana di Anna Maria Ortese è una fabula, con qualche spunto di morality, di utopia e distopia, di romanzo di avventura e realistico. Si svolge su un’isola immaginaria, Ocaña (e qui scattano  i richiami a Robinson Crusoe di Defoe, a La tempesta di  Shakespeare, al Typhoon  di Conrad) dove approda lo yatch di Don Carlo Ludovico Aleardo di Grees, dei Duchi di Estremadura-Aleardi, e conte di Milano, architetto  in missione “immobiliarista”, su commissione della madre.

Protagonista immaginifica della storia è L’Iguana Estrellita, che da stellina prediletta del marchese proprietario del castello, l’ambiguo  Mendes, si trasforma in essere derelitto, ultimo della terra, incarnazione del male puro. Il giovane conte ne rimane abbagliato  e fa di tutto per proteggerla e conquistarla. Aleardo vive sull’isola…read more

 


Recensione di Agosto 1 – I VINCOLI di Kent Haruf:  “Bentornati,(o benvenuti) a Holt!”, dove si esplorano vizi, brutture, virtù e bellezze dell’America profonda.

Haruf-vincoliA Holt (nome fittizio  di Yuma), Colorado, USA inizia una narrazione “totale”, con un punto di vista interno alle vicende. È infatti Sanders Roscoe, figlio di John, che decide di raccontar-si in dettaglio una storia che conosce già molto bene, la stessa storia che, se le cose fossero andate diversamente, avrebbe raccontato al giovane giornalista piombato in città per conoscere la verità sul caso Goodnough.

Al centro della scena c’è Edith: una piccola grande donna, unico incompiuto amore di John Roscoe; figlia incatenata del vecchio tiranno Roy Goodnough; sorella-complice amorosa di Lyman. Lyman e Edith sono due figli dell’America profonda, vittime di un sistema familiare violento e chiuso, dove la figura paterna schiaccia e…read more

 


Recensione di Agosto – PENELOPE ALLA GUERRA -Considerazioni esistenziali di Oriana sui pericoli di un triangolo amoroso…

Fallaci-PenelopeDal gruppo di lettura prendo in prestito Penelope alla guerra, primo romanzo di  Oriana Fallaci. Lo leggo avidamente e ogni pagina mi riserva una stilla di piacere, di ricordi, di nostalgia, forse. Faccio una fatica enorme a non sottolineare, piegare, impadronirmi anche fisicamente di queste pagine. Purtroppo il libro non è mio, e dunque devo trattenermi, ma il fido taccuino, accanto a me, si lascia scribacchiare sopra tutte le note che voglio.

Bando alle divagazioni e torniamo alla storia di Giò, protagonista della storia, apprezzata sceneggiatrice e destinata ad un sicuro  successo, anche oltre i confini nazionali. Il suo capo la manda a New York in cerca di un soggetto “cinematografico” che, sotto la sua penna, possa diventare  un gran film.  La trasferta newyorkese…read more

 


Recensione di Luglio –  L’EQUILIBRIO DELLA LUCERTOLA. Giovanni Allevi va alla ricerca dell’equilibrio, con l’aiuto della lucertola-spirito-guida. 

Oggi è la giornata della Luna, da giorni si susseguono articoli di giornali, documentari, film, talkshow, su quel piedone di Armstrong posato sulla superficie lunare, per la prima volta nella storia conosciuta, il 20 luglio 1969. E alla luna torno con L’equilibrio della lucertola di Giovanni Allevi.

La lucertola, o meglio lo spirito di quella che fu la lucertola di Giovanni, imprigionata e lasciata morire in un barattolo chiuso per puro desiderio di osservazione o di sadismo infantile, non si sa, lo accompagna, lo consiglia, lo spinge a percorrere i sentieri giusti per trovare il suo equilibrio, lì sull’isola Spagnola tutta movida, onde del mare, vento e macchine sulla statale…read more

 

 


Recensione di Luglio – –BELLA MIA. A L’Aquila con Caterina, Marco e nonna per riprendersi la vita dopo il grande sisma.

bella mia al mareBella mia di Donatella Di Pietrantonio mi ha riportato ancora una volta tra le pietre, le chiese, gli ambienti universitari, le case degli amici e di mia sorella, che oggi o non ci sono più o sono così profondamente ferite da richiedere una lunga ed estenuante cura, non solo materiale. Ed è proprio di un percorso di cura che parla questo libro. Un percorso lungo, sofferto che non si sa quando vedrà la fine, nonostante la città e la sua gente stiano recuperando la loro fisionomia, molto lentamente, ma con tenacia.

Caterina e Olivia sono due gemelle separate definitivamente dalla furia incontrollabile del terremoto del 9 Aprile 2009. Muore Olivia, mamma di Marco e gemella dominante. Caterina, la sopravvissuta ha…read more

 

 


Recensione di Luglio – OSCAR E LA DAMA IN ROSA. Corrispondenza, vita, amori e morte di un angelo nel  romanzo di  Schmitt

Un attimo di pausa, ma solo un attimo, perché voglio fare qualche riflessione a caldo. Sono  in spiaggia, attraverso le onde che lambiscono il bagnasciuga, il mare fa sentire la sua voce fresca e rigenerante. Immediatamente associo a questo effetto benefico quello generato da Oscar e la dama in rosa. La storia con i suoi personaggi  è come un’ondata di freschezza, una pausa dagli affanni, nonostante il suo contenuto decisamente  “duro”...read more

 

 

 

 


Recensione di Luglio 1  AGATHA E LE ALTRE-Piccola Antologia delle Signore in Giallo. Un “supplemento redazionale” ricco di suspense

…Scende dal mio vecchio scaffale. Il piccolo volume giallo, edito da Marie Claire-Voci di Donne. Deve essere uno dei libri delle zie di Stefano, un  “supplemento redazionale” al numero 8 dell’Agosto 1991, che è venuto ad allietare qualche ora di questa estate bizzarra con i suoi otto racconti di altrettante Signore in Giallo, prima fra tutte, tanto da campeggiare nel  titolo, la magnifica Agatha Christie…read more   

 

 

 

 


Recensione di Giugno- Se IL MARE NON BAGNA NAPOLI…Un incontro con Anna Maria Ortese a lungo desiderato.

media-il mare non bagna napoli -Ortese

 

Avevo un gran desiderio di cominciare a conoscere Ortese e il suo rapporto conflittuale con Napoli. Ho deciso di iniziare da Il mare non bagna Napoli (Gli Adelphi 1953), perché folgorata dal titolo. Ho provato ad immaginarne il significato, e subito mi sono chiesta…read more

 

 

 

 

 


Giugno in TV con Vera Stanhope e George Gently, due ispettori di polizia in armonia con una ambientazione vintage, in Northumberland

George Gently

La nostalgia del Northumberland con il suo aspetto rude, aspro, romantico e drammatico, mi ha portato a vivere la mia “siesta” di questi ultimi tempi con due ispettori molto particolari, Vera Stanhope e L’ispettore George Gently.

Non tanto per le loro storie gialle, che hanno le stesse caratteristiche di tante altre, ma per i personaggi che popolano un territorio che mi porto nell’anima: Durham, Newcastle upon Tyne, Consett, Ebchester, Lindisfarne-Holy Island, doni di un tempo passato e affascinante…read more


Recensione di Maggio- L’AMANTE GIAPPONESE di Isabel Allende, tanta roba da digerire…

amante giapponese

L’amante Giapponese ruota intorno alla travolgente storia d’amore tra Alma Mendel, nipote sottratta allo sterminio degli Ebrei polacchi dai Belasco d’America, e il giardiniere giapponese Ichimei della famiglia Fukuda, dipendente dei Belasco. La vicenda spazia dalla Polonia della Seconda guerra mondiale alla San Francisco dei nostri giorni, tra inciampi di ogni genere. Cara Michela, durante la lettura de L’amante Giapponese mi sono spesso chiesta cosa…read more

 

 

 

 


Recensione di Aprile P. Roth-PORTNOY’S COMPLAINTS o della lotta perenne tra forti impulsi etico-altruistici e desideri sessuali estremi, spesso perversi…

 

 

Superata la terrificante fase adolescenziale e quella universitaria di scoperta dell’autonomia, Alex si trasferisce a New York dove lavora in un ufficio governativo contro le discriminazioni (ironia della sorte), e qui ne vede di tutti i colori. Continua a combattere contro le sue ossessioni, ma se non altro vive la sua vita sessuale in modo abbastanza normale. Sposarsi? Mai! Ama viaggiare, conoscere donne e fare sesso. Ma il viaggio in Grecia e a Roma con Monkey, oggetto di ogni desiderio e sua attuale “pseudo fidanzata”, gli crea problemi di vario tipo…read more

 

 

 

 


Recensione di Marzo- Nel DOTTOR ZIVAGO di Boris Pasternak è la Rivoluzione Russa che batte il tempo dei sentimenti.

zivago

 

Un romanzo intenso quello di Pasternak, che parla di storia, ma non è un romanzo storico; parla di rivoluzione, ma non è un pamphlet rivoluzionario; parla d’amore, ma non è un romanzo sentimentale; vive di poesia, ma non è un poema; indaga la natura, ma non è un manuale di scienza. Allora cos’è? Cosa lascia al lettore? È…read more

 

 

 

 


Un magnifico weekend al cinema: GREEN BOOK e LA FAVORITA

la-favorita-curiosita-sul-film-e-video-interviste-in-italiano-a-cast-e-regista-2Un magnifico weekend al cinema con GREEN BOOK e LA FAVORITA, ottimo food for thought. E arrivano anche gli Oscar! Il rovesciamento del punti di vista domina in entrambi i film, e l’effetto è straordinario. read more

 

 

 


Recensione di Febbraio-Parliamo di scuola e di I BAMBINI CI GUARDANO con Christian Raimo e Franco Lorenzoni.

81cf1354-35e5-11e9-8120-600d00fde6d4_lorenzoni-U112021148638940IE-U112021945139986wB-113x162@LaStampa-NAZIONALE Non c’è niente di buffo in un bambino che spiega Aristotele. Così esordisce Raimo (La Stampa) nel suo articolo-recensione del “diario” I bambini ci guardano, del Maestro Franco Lorenzoni.

Franco Lorenzoni è uno degli spiriti guida del Movimento di Cooperazione Educativa di Messina dove, negli anni 80, con Giovanna, Lillina, Santino e tanti altri insegnanti, ci ritrovavamo per discutere, esplorare, condividere percorsi umani e pedagogici, con il comune obiettivo di dare al nostro lavoro una forma tale che i nostri allievi potessero esprimere tutte le loro potenzialità di esseri umani e di cittadini consapevoli e assetati di conoscenza. Ho un ricordo bellissimo di…read more

 

 


Recensione di Gennaio  LA CASA IN MEZZO AL PRATO. Vivere la montagna, tra poesia e tragedia ambientale, con Maria Luisa Daniele Toffanin

Bastano poche parole per descrivere le poesie raccolte in La casa in mezzo al prato-in Boscoverde di Rocca Pietore di Maria Luisa Daniele Toffanin. Poche parole sì, perché sono i versi-gocce a trasudare le forti emozioni della poetessa di fronte allo spettacolo della montagna Dolomitica, con i suoi prati, sassi, fiori e odori, immersi in una natura nutrice dei fecondi rapporti familiari e amicali di Maria Luisa.

E bastano poche, semplici parole per descrivere la reazione del lettore, che non può sfuggire all’emozione che questi frammenti di…read more

 

 

 


Recensione di Gennaio – APPUNTI DI MARE di M.L.Daniele Toffanin-Abbracci di Sicilia fino a Lampedusa. In versi.

Le ho sentite mie le sue gocce di umanità condivisa nel lungo viaggio verso la consapevolezza e l’accettazione della nostra natura umana, così limitata da confini corporei a rischio, eppure così immensa nella sua ricchezza di potenzialità.

I versi di Toffanin sono pura musica della natura, sapienti nella loro struttura tecnica eppure liberi e svolazzanti tra colori e movimenti naturali e avvolgenti. Cielo, mare, volo di uccelli, tramonti e albe, in successione, uomini e pesci, storie, favole. Richiami al Dio in cui credi, o a quello a cui aspiri, e sogni di trovare dentro di te.

E sono musica di parola anche i frammenti…read more

 

 


Recensione di Gennaio – Dall’ AUTOBIOGRAFIA al Dottor Živago. Un grande si racconta.

Nonostante non ami molto le autobiografie, mi piace leggere Pasternak che racconta la sua vita, i suoi momenti felici, quelli esaltanti, quelli deludenti, le piccole grandi scoperte artistiche ed esistenziali. Forse perché penso che possa aiutarmi a cogliere in modo più profondo ed efficace il cuore del suo Romanzo.

Di questo “saggio di biografia” mi colpiscono le due Conclusioni. Perché due? esiste un prima e un dopo qualcosa? dopo la Rivoluzione, dopo quel romanzo su cui aveva puntato tanto? Dopo le censure? read more

 

 

 

 


Recensione di Gennaio  – ROMA. Una storia, cento storie, grandi donne, piccoli uomini nel bellissimo film di Alfonso Cuarón.

L’ho amato dalla prima scena. Lo trovo di una bellezza “stellare” che illumina la storia, le attrici, i colori, l’ambientazione, la forte carica sociale a fatica tenuta sullo sfondo, il ritratto struggente di relazioni amorose profonde e dolorose, la comunicazione nelle lingue del cuore: Spagnolo e Mixteco.

La storia è molto intima: racconta la vita di una bella famiglia borghese del quartiere Roma di Città del Messico agli inizi degli anni 70: quattro figli, mamma e papà, nonna. Con loro vivono due cameriere, Cleo e Adela. Il papà Antonio, come spesso fanno gli uomini, ad un certo punto “sente il peso eccessivo della famiglia” e se la da a gambe con l’ altra donna più “fresca”. La madre sembra una trottola pronta per impazzire, e lo farà al momento dell’abbandono definitivo. La nonna si da un gran da fare per seguire i nipotini e placare le ansie della figlia…read more


 

 

Tocca il cuore e vai a tutte le recensioni

autori nel cuore

 

 

 

Quest’opera è distribuita con Licenza

Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported

stefania-scamardi_-mantillas-en-la-callesiviglia2013